Avellino domina contro la Virtus Bologna e si porta in testa al campionato

Ancora una vittoria per la Sidigas Scandone Avellino in questo 2018. I biancoverdi battono con merito la Virtus Bologna con il punteggio finale di 87-59 e, dopo la sconfitta di Brescia in quel di Torino, si porta al comando della classifica. Gli uomini di Pino Sacripanti hanno condotto il match dall’inizio alla fine senza mai avere passaggi a vuoto. Protagonista di giornata Bruno Fitipaldo, autore di 18 punti e 6 assist. Da segnalare anche l’ottima prova di Wells che tornava dall’infortunio e dei soliti Rich e Fesenko.

Avellino parte forte ma è Gentile ad inaugurare il primo quarto. I biancoverdi però difendono bene ed in attacco trovano i canestri di Fesenko e D’Ercole (9-4). La Sidigas allunga la difesa ma gli ospiti reagiscono bene ed in sequenza segnano Slaughter, Aradori e Gentile; la Scandone non si scompone e trova le triple di Filloy e Rich, mentre D’Ercole in contropiede dà il +7 ai suoi (17-10). La Virtus non trova più la via del canestro ed i biancoverdi ne approfittano con Rich e Fitipaldo che portano a +12 la Sidigas (22-10).
È Fitipaldo ad aprire il secondo quarto segnando in penetrazione; dall’altro lato Aradori fa 2/2 dalla lunetta. N’Diaye realizza da sotto dopo un rimbalzo offensivo e Fitipaldo serve Wells, che va a schiacciare costringendo Ramagli al time out (28-16). Umeh prova a scuotere i suoi con due triple consecutive ma risponde prontamente Wells che mette a segno due canestri da sotto (32-18). La Sidigas segna molto dalla lunetta grazie a N’Diaye, Rich e Fesenko, Bologna invece trova solo la tripla di Lafayette (37-21). Avellino continua a difendere forte mentre in attacco, con la Virtus in bonus, la palla finisce spesso a Fesenko che si fa trovare pronto (44-23). Gli ospiti segnano solo con Gentile ed i biancoverdi chiudono sul +19 il secondo periodo (44-25).

Al ritorno dall’intervallo lungo le due squadre bloccano i loro attacchi, con la Virtus che piazza un miniparziale di 5-0, grazie a Ndoja e Lafayette, che viene prontamente bloccato dal canestro di Rich (46-30). La partita diventa spigolosa con le due squadre che si affrontano a viso aperto: Bologna si piazza a zona ma viene punita dalla tripla di Filloy. Dall’altro lato Slaughter prova a mantenere in partita i suoi con due canestri da sotto (51-34). Rich si mette in ritmo con due canestri dalla media distanza e Ramagli chiama time out (55-34). Torna Fitipaldo e subito va a segno dalla media, la Virtus nell’ultimo minuto prova a rientrare con Lawson, che segna due canestri consecutivi (57-41).

N’Diaye apre l’ultimo quarto con una schiacciata, risponde Lawson da sotto. Gentile commette fallo antisportivo mandando in lunetta Fitipaldo, che fa bottino pieno, mentre Leunen serve Wells che ringrazia e schiaccia. Lafayette prova ad accorciare le distanze con una tripla, ma Scrubb segna due volte consecutivamente e Ramagli chiama time out (67-46). Ancora una tripla, questa volta di Fitipaldo, che infiamma il pubblico mentre Wells segna 4 punti consecutivi. Lawson segna dal pitturato ma è ancora Fitipaldo da tre a dare il +26 alla Sidigas (77-51). Wells in trance agonistica segna 5 punti consecutivi dopo una tripla di Alessandro Gentile mentre Scrubb dà il +30 alla Sidigas (84-54). Sacripanti da spazio a Parlato e Sabatino e Fitipaldo con la tripla fa partire la hola. Avellino batte Bologna 87-59.

 

Commenta
(Visited 57 times, 1 visits today)

About The Author

Mirko Pellecchia Nato e cresciuto ad Avellino. Studente, amo la pallacanestro in ogni sua forma essendo essa metafora della vita.