Avellino, Leunen: "Dobbiamo provare a vincere, uniti possiamo puntare allo Scudetto"

Terza stagione alla corte della Sidigas Avellino per Marteen Leunen.

Per l’ala canadese, leader di natura, potrebbe presentarsi con ogni probabilità l’occasione di essere capitano della squadra di coach Sacripanti.

Questo uno dei tanti temi toccati ma Maarty in occasione del media day della Scandone.

 

 Terzo anno ad Avellino. Con l’addio di Green potrebbe essere lei il capitano…

<<Sinceramente non so se sarò il nuovo capitano. Di sicuro mi piacerebbe molto ricoprire questo ruolo. Se il mio compito sarà quello di essere il leader del team lo farò.>>

 

La Scandone in estate ha visto andar via sia Ragland che Green. Cosa ne pensa di questi due addii?

<<E’ business. Tutti facciamo parte di un business. Esistono delle persone preposte a prendere delle decisioni ed è stato così. Sia Joe che Green sono due miei amici ma le decisioni e la visione di Nicola Alberani va rispettata.>>

 

Il campionato della Sidigas lo scorso anno si è interrotto sul più bello. Ha dei rimpianti? La considera una occasione persa?

<<Sinceramente non considero la scorsa stagione come una occasione persa. Il campionato italiano non ha più un solo padrone, come ai tempi di Siena dieci anni fa. Se le squadre lavorano come devono avranno la possibilità di dire la propria. Rispetto alla passata stagione sono rimasti solo quattro giocatori nel nuovo roster, il nuovo gruppo di ragazzi è pronto a far bene. Se siamo uniti e lavoriamo sodo possiamo puntare allo Scudetto.>>

 

Tra le poche conferme c’è quella di Fesenko il quale però è fermo ai box e arriverà, come gli altri, solo a metà settembre

<<La sua riconferma è importantissima. Kyrylo è un giocatore con caratteristiche uniche. I nuovi avranno bisogno di tempo per imparare a conoscerlo e soprattutto ad innescarlo nel migliore dei modi.  Lui sa come fare la differenza, dovremo essere bravi a mettere sia lui che gli altri a proprio agio. Spero soltanto che il resto del gruppo il prima possibile ad Avellino.>>

 

Hai vissuto due grandi annate qui. Quale sarà il vostro obbiettivo per la prossima stagione?

<<Quando si hanno ottime annate come le nostre l’obbiettivo per quelle successive è sempre più alto. Per noi signfica vincere e a questo punto dobbiamo provare a farlo.>>

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author

Mirko Pellecchia Nato e cresciuto ad Avellino. Studente, amo la pallacanestro in ogni sua forma essendo essa metafora della vita.