Avellino, parla Sacripanti : "Eravamo un pò scarichi, Venezia ha meritato"

La Scandone Avellino perde gara 2 a Venezia e torna ora in casa con la serie sull’ 1-1. Una sconfitta pesante ma preventivabile; i campani ora tornano tra le mura amiche con due gare da non fallire assolutamente. Al “Taliercio” gli uomini di De Raffaele iniziano forte sin dalle primissime battute, Avellino ci prova a rientrare ma i lagunari amministrano bene il vantaggio. Per la Reyer straordinaria la prova di Peric che realizza il carrier-high ai plyaoff con 23 punti; per la Scandone un Logan da 17 punti non basta per espugnare il palazzetto veneto. Male, per la prima volta da molto tempo, Joe Ragland.

Avellino, Sacripanti non è soddisfatto

Ecco le parole di coach sacripanti al termine della gara contro la Reyer

“Venezia ha vinto con merito, ha disputato una partita con più energia di noi. Noi non siamo stati bravi a proteggerci al rimbalzo difensivo,loro con Batista hanno trovato solidità. Tutti i palloni vaganti li hanno presi loro, hanno avuto più energia e più reattività, forse eravamo un pò scarichi. Ci hanno disturbato con la pressione difensiva. Nonostante questo abbiamo chiuso con molto entusiasmo il secondo quarto arrivando al -6. Abbiamo sbagliato  tiri facili e hanno finito per distanziarci di nuovo. Hanno avuto più reattività, più forza fisica di noi.

“Torniamo ad Avellino ribaltando il fattore campo. Adesso sta tutto nella forza della mia squadra, del pubblico del nostro palazzo se riusciamo a tenere ad Avellino e se riusciamo ad avere tanta energia quanto in Gara1. Abbiamo perso tanti palloni ma soprattutto sono i 15 rimbalzi d’attacco che hanno preso loro che ci hanno punito in maniera notevole. Dobbiamo giocare più di squadra, dobbiamo essere più reattivi ed avere più forza. Non dobbiamo dare nulla per scontato, Venezia è una grandissima squadra con mille opportunita. Ragland non ci ha aiutati ma è normale dopo le tante buone prestazioni offerte. Speriamo ritrovi le forze.”

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author