Bakery Piacenza risponde presente contro Livorno

Bakery Piacenza – CFG Livorno 74-63 (19-14, 37-46; 52-54)

Bakery Piacenza: Sanguinetti 14, Soragna 15, Gasparin 14, Meschino, Infante 19, Billi 2, Fin 5,  Magrini5   NE Nicoletti, Bianchi. All. Bizzozi

Cfg Livorno: Perin 17, Gianpaoli 10, Creati 7, Ceriglio 2, Banchi, Mariani 4,  Artioli, Ravezzani 18, Thiam 5. NE Bartalucci. All. Quilici

 

Serviva una reazione alla Bakery Piacenza dopo la sconfitta con la capolista Cecina che si è consumata solo negli ultimi minuti di gioco di una partita tiratissima. L’avversario di giornata era di quelli da tenere in grande considerazione: il potenziale di Livorno è in grado di impensierire molti in questo campionato. L’avvio di partita, dopo un primo strappo dei toscani, sorride a Piacenza: Sanguinetti detta i tempi come un metronomo e i locali chiudono il quarto 19-14, sebbene debbano fare i conti con i primi problemi di falli per Infante, già a quota 2. Al rientro in campo i biancorossi vivono un black out in fase realizzativa: polveri bagnate sotto canestro e nemmeno dai  6 e 75 le cose sembrano andare meglio. I toscani si appoggiano a Perin che con due triple consecutive scava il divario. All’intervallo lungo Livorno conduce 46-37 trascinata dai 13 punti di Perin e la prova “monstre” di Ravazzani, autore di 16 punti e 9 rimbalzi dopo soli 20′. In panchina per lunghi tratti, tra le fila di Piacenza, Infante, frenato da ben 4 falli personali.

Prosegue anche nel terzo quarto il momento difficile per la Bakery, addirittura a secco nei primi 5′, prima che arrivi la reazione di orgoglio nata soprattutto dalla difesa. Magrini e Meschino, che pagano una serata non positiva al tiro, mostrano nel secondo tempo buone cose nell’altra metà campo, aiutando i biancorossi a recuperare palloni ben concretizzati in punti da Sanguintetti, Soragna, Gasparin e, soprattutto, Francesco Infante, il miglior realizzatore della serata con 19 punti. Il team del Presidente Beccari torna a -2 con l’ultimo quarto tutto da giocare. Livorno ha dato tutto nella prima parte di partita ed è costretta a cedere con onore ai padroni di casa della Bakery, apparsi più lucidi nei momenti decisivi della partita.

“Nella parte finale – spiega Coach Stefano Bizzozi – abbiamo aggiustato la difesa con una reazione caratteriale forte. Conoscevamo le doti offensive di Livorno, che ci ha messo in difficoltà non solo in attacco, ma anche in difesa. Ad un certo punto della partita abbiamo perso la fiducia nei nostri mezzi. Poi abbiamo cambiato passo e sono convinto che alla fine abbiamo meritato i due punti”.

Prossimo appuntamento il 6 Dicembre in trasferta a Faenza contro i Raggisolaris: palla a due alle ore 18:00 al PalaCattani.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author