Baltur Cento batte Crema 79-53 al debutto

Al debutto col marchio Baltur sulla canotta e il Presidente Gianni Fava al timone di comando, Cento non tradisce le aspettative e porta a casa una vittoria importante per autorevolezza e consistenza, riuscendo a far sembrare facile una partita che alla vigilia era tutto fuorchè una formalità. A poche ore dalla palla a due, coach Giordani concede un turno di riposo a Caroldi e porta nei dieci Bravi, presentandosi alla palla a due con Chiera in cabina di regia, Bedetti e Bianchi sul perimetro, Pignatti e Benfatto in vernice. Davanti a un pubblico coinvolto e numeroso, la Baltur impone il suo gioco sin dalle prime battute, portandosi subito avanti nel punteggio. Alle prime difficoltà Crema passa a zona in difesa, ma Bedetti centra subito il bersaglio dalla lunga distanza e in seguito è ancora lui a ispirare il parziale che mette la doppia cifra tra le due e consente ai locali di prendere il largo. Nelle frazioni centrali i padroni di casa costringono gli avversari ad appena 16 punti fatti in 20’ e il vantaggio aumenta fino a sfiorare le 40 lunghezze, a pochi possessi dalla fine del terzo periodo. Nel finale Cento gestisce le sue risorse e gli ospiti ne approfittano per limitare i danni e rendere meno amaro il passivo. A fine partita è standing ovation per tutti ma in particolare per Luca Bedetti, autore di 16 punti, 5 assist e 4 rimbalzi in 26’, ma meritano una citazione speciale Brighi (13 punti, 6 rimbalzi e 4 assist) e Chiera (12 punti e 5 assist), encomiabili per dedizione e impegno nonché fondamentali nel consentire ai biancorossi di sopperire all’assenza del capitano. Domenica prossima, a Bergamo, sarà tutta un’altra storia: in trasferta, contro una squadra che dai più è indicata come quella da battere ma quel che è certo è che, se questa è la Baltur, al Pala Ahrcos ci si divertirà anche quest’anno e pure tanto. Per la gioia degli oltre 600 abbonati, un dato ancora provvisorio (la campagna abbonamenti chiuderà domenica 16 ottobre) ma già straordinario poiché mai raggiunto prima.
 
BALTUR CENTO-PALLACANESTRO CREMA 79-53
PARZIALI: 25-13, 19-8, 23-8, 12-24.
CENTO: Chiera 12, Andreaus 9, Bianchi 8, Bedetti 16, Benfatto 5, Pignatti 6, Bravi, D’Alessandro 8, Brighi 13, Botteghi 2. All. Giordani.
CREMA: Nicoletti, Liberati 9, Del Sorbo 12, Pasqualin 6, Petronio 2, Manuelli 5, De Min 11, Bozzetto 3, Tardito 2, Bovo 3. All. Baldiraghi.
ARBITRI: Semenzato, Zangrando.
 
BALTUR, GIORDANI: «IMPATTO POSITIVO SUL CAMPIONATO»
 
In sala stampa, “Lupo” Giordani commenta così il successo della Baltur Cento sulla Pallacanestro Crema: «Abbiamo avuto un impatto positivo sul campionato. In precampionato ci siamo confrontati principalmente con squadre molto toste e questa politica ha pagato, perché anche oggi abbiamo fatto male ai nostri avversari finchè siamo stati sul pezzo in difesa, che deve diventare una costante e particolarmente in assenza di Caroldi, uno che con le sue letture è capace di farci fare almeno due o tre canestri facili ogni volta. Di questa partita mi tengo i primi tre quarti in cui abbiamo ruotato tanto e avuto risposto positive anche da Botteghi, che ha fatto sentire la sua presenza in area, e D’Alessandro. Alla fine siamo calati ma è comprensibile, perché avevamo la pancia piena e abbiamo commesso tanti errori perché tutti volevano mettersi in luce. Dicevano che questa squadra non potesse giocare senza Caroldi ma abbiamo fatto bene sia con Tortona che con Crema, nonostante alcuni uomini fuori fase come Benfatto e Bianchi. In particolare mi sono piaciuti Brighi e Chiera, due ragazzi talentuosi e in grado di fare cose importanti sia davanti che dietro, ai quali chiederò sempre di più perché hanno margine di crescita e poco più di vent’anni. Alla vigilia di questa gara c’era un po’ di preoccupazione perché alla prima di campionato c’è sempre tensione ma l’indice di valutazione che dice 108 per noi e 29 per loro dice tutto su questa partita. Alla fine abbiamo mollato un po’ ma fare gli spavaldi non paga mai, bisogna vincere bene e rispettare sempre gli avversari. Sono convinto che abbiamo intrapreso la strada giusta e domenica andremo a Bergamo consapevoli della nostra forza e di quella degli avversari, sapendo che si tratta del primo scontro diretto d’alta classifica e che ci può anche stare di tornare sconfitti ma che noi andremo per vincere. Caroldi? Se oggi fosse stata una partita di play-off sarebbe comunque sceso in campo, ho preferito tenerlo precauzionalmente a riposo perché lo voglio al 100% domenica e successivamente. Il record di abbonamenti? Sono molto contento e orgoglioso. Il nostro impegno non è solo quello di vincere ma è anche quello di produrre spettacolo come nei primi due quarti, in cui la gente si è divertita. Chi paga il biglietto deve essere rispettato sempre. Abbiamo voglia di fare bene per questo pubblico, che merita sicuramente palcoscenici migliori.».
Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author