Baltur Cento, Chiera: "Non vedo l'ora di tornare in campo"

Nelle ultime due uscite della Baltur non è passata inosservata l’assenza di Adrian Chiera: la guardia di Cordoba, fuori per un intervento di appendicite che lo ha messo KO a poche ore dal match con Lecco, è tuttora indisponibile ma nei giorni scorsi ha tolto i punti e attende ora l’OK dello staff medico guerciniano per riprendere l’attività.
Adrian, innanzi tutto quali sono le tue condizioni?
«Ho ancora un po’ di fastidio e una piccola infezione che sta rallentando il recupero post operatorio, ma sto meglio e non vedo l’ora di tornare in campo.».
Quando pensi che riprenderai gli allenamenti coi tuoi compagni di squadra?
«Al momento non sono in grado di dirlo, nei giorni prossimi faremo ulteriori accertamenti con lo staff medico e valuteremo la cosa migliore da fare.».
La sconfitta di Scandiano ha estromesso la Baltur dalle finali di Coppa Italia, facendola scivolare dal secondo al quarto posto in classifica…
«Avevamo chiuso il 2016 in crescendo ma durante la sosta non siamo riusciti ad allenarci bene, tra infortuni e malattie. Con Lecco siamo comunque riusciti a portare a casa i due punti ma abbiamo speso tanto, non c’è stato il tempo di recuperare le energie e con Scandiano abbiamo pagato gli sforzi sostenuti nella partita precedente. Dispiace tanto, ma sono sicuro che ci rifaremo.».
All’andata con Crema fu una partita a senso unico ma oggi la classifica dice che Cento è la quarta forza del girone mentre Crema è la quinta, per cui si tratta di un impegno assolutamente da non sottovalutare. Sei d’accordo?
«Assolutamente. All’andata facemmo benissimo, aggredendoli sin dall’inizio e togliendo dalla partita i loro punti di riferimento. Al ritorno saranno motivati perché vorranno dimostrare il loro valore, che non è quello espresso a Cento, e scenderanno in campo per darci filo da torcere. Noi, però, dobbiamo riscattare l’ultima sconfitta e non ci possiamo permettere altri passi falsi.».
In questo momento di difficoltà, qual è il tuo messaggio per la tifoseria?
«Ad oggi sono stati incredibili, ci hanno sostenuti sia in casa che in trasferta. L’unica cosa che posso dire a loro è di stare vicini alla squadra perché stiamo attraversando un periodo difficile e abbiamo bisogno anche di loro, per superare le difficoltà e tornare quelli di prima della sosta.».
Fonte: Ufficio stampa Baltur Cento
Commenta
(Visited 85 times, 1 visits today)

About The Author

Roberto Castaldo dr Roberto Castaldo (www.robertocastaldo.coach)Allenatore Nazionale ed ex atleta di basket.
Al suo attivo diversi campionati vinti dal 1998 al 2014 da capo allenatore. Per anni membro della commissione allenatori.
Imprenditore 40enne, Dottore commercialista e Giornalista pubblicista.
Fondatore della 4 M.A.N. Consulting srl (www.4mancons.it), Società di consulenza specializzata in Performance Management per le PMI. Laurea in Economia ad indirizzo Matematico-Statistico, MBA in HR.
Trainer, Formatore e Coach internazionale sui temi: Leadership, Team Building, Sales, Coaching, Metodologia Didattica e processi di apprendimento con le Neuroscienze.
Autore di diversi titoli in tema management oggi direttore didattico di Coach Italy - Prima Accademia di Business e Sport Coaching (www.coachitaly.it).