Bamberg e Barcellona a caccia del riscatto in EuroLeague

Il Brose Bamberg di Trinchieri è pronto ad ospitare questa sera, alla Nurenberger Arena, il Barcellona Lassa di Sito Alonso.

Entrambe le squadre sono reduci da sconfitta, entrambe a modo loro diverse.

I tedeschi sono reduci dalla debacle interna contro il Fenerbache di Datome il quale li ha surclassati 57-80 mentre i catalani, dopo il largo successo contro l’Olympiakos, hanno ceduto inaspettatamente il passo all’Efes al PlauBlaugrana.

Il record del Brose recita 3 vinte e 3 perse, con i successi che sono arrivati tutti di fila (Malaga, Baskonia, Stella Rossa), mentre la situazione in classifica del Barça è di 2-4, con le ultime due sconfitte evitabili e sorprendenti (all’Efes si aggiunge la disfatta al Forum di Milano).

L’ex Olimpia Milano, Ricky Hickman, è l’opzione offensiva principale per Trinchieri, con il play/guardia che indossa i panni di un vero e proprio go-to-guy. Al momento risulta essere il miglior scorer della squadra con 12.2 ppg, seguito dal rookie Augustine Rubit a 11.0 ppg e Leon Radosevic con 10.0 ppg.

Dall’altro lato del campo, palloni e punti passano tutti per le mani di Kevin Seraphin. L’ex Wizards scrive sul tabellino 15.2 punti a partita. Alle sue spalle troviamo Huertel con 10.5 ppg ai quali aggiunte ben 7.3 apg (primo in EuroLeague).

Offensivamente le squadre si trovano su piani diametralmente opposti.

Gli uomini di Sito Alonso sono, infatti, il quarto miglior attacco dell’EuroLeague con 81.2 ppg mentre il Bamberg è quart’ultimo con 73.0 ppg.

La forza principale del Barcellona sta tutto nel pitturato ed è infatti la seconda nella competizione per percentuale nel tiro da due punti (56.6%). Ad essa va affiancata però l’ottima capacità di correre ed attaccare in transizione, dove i catalani sono i migliori in assoluto in EuroLeague con 21.3 punti in contropiede. Inoltre le quattro sconfitte subite dagli uomini di Sito Alonso sono arrivate con uno scarto di otto punti o meno, a dimostrazione di una squadra che, nonostante tutto, risulta essere più che solida.

 

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author

Mirko Pellecchia Nato e cresciuto ad Avellino. Studente, amo la pallacanestro in ogni sua forma essendo essa metafora della vita.