Banco Sardegna Sassari - Real Madrid, pregara

da sito ufficiale Dinamo Sassari:

Tutto su Dinamo-Real

Arriva a Sassari una squadra il cui nome è leggenda: i blancos di coach Laso questa sera scenderanno in campo alle 20,30 contro i biancoblu.

Una partita che profuma di storia, una prima volta destinata a rimanere nella memoria collettiva: a Sassari arriva il Real Madrid di coach Pablo Laso. Una partita da vivere con emozione e intensità, al di là del risultato sportivo che non cambierà la sorte già matematicamente decisa che taglia la Dinamo fuori dalle Top16. Ma una partita unica con una squadra, un blasone, ricca di tradizione e che ha scritto la storia del basket europeo, a calcare il parquet sassarese. Una grande, grandissima prima che vedrà gli uomini di Meo Sacchetti lottare fin dal primo minuto per regalare ai 5000 del PalaSerradimigni un match che resterà nella storia biancoblu.

L’avversario. Reduce dalla finale dello scorso anno che ha consegnato il titolo al Maccabi Tel Aviv, Rudy Fernandez e compagni riaprono la stagione con un sontuoso roster, coach Pablo Laso in panchina per il quarto anno consecutivo e grandi ambizioni. La società madrilena, fondata nel 1931, ha nel suo palmares ben 31 titoli nazionali, 24 Copa del Rey, 3 Supercoppa spagnola, 4 Coppe intercontinentali, 8 Eurolega e altre coppe europee tra cui 4 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Korac, 1 EuroCup, 1 Latin Cup e 3 Tornei Internazionali ACB. Di fatto si tratta di una delle società cestistiche più blasonate del mondo. Tra i giocatori figurano, oltre all’ex NBA Rudy Fernandez e il play Sergio Rodriguez, vecchie conoscenze del campionato italiano: il centro ex Olimpia Milano Ioannis Bourousis, l’ex Mens Sana Jonas Maciulis, Kelvin Rivers già visto in maglia Benetton Treviso e Virtus Bologna. Insieme alla guardia americana Jaycee Carroll, l’italiano Andres Nocioni, il play argentino Campazzo, la guardia spagnola Sergio Llull, l’ala Felipe Reyes, il centro Gustavo Ayon, l’ala USA Marcus Slaughter e il centro tunisino Salah Mejri, il Real ha forse il roster più competitivo del girone, strutturato per vincere l’Eurolega. I ragazzi di Pablo Laso arrivano dopo la sconfitta in campionato contro la Tuenti Movil Estudiantes, squadra di bassa classifica, mentre nel precedente turno di Eurolega si sono imposti su Novgorod vincendo di misura (101-98). Nel massimo campionato europeo i blancos hanno perso solo contro l’Anadolu Efes Istanbul, grazie al buzzer beater di Matt Janning, e contro l’Unics Kazan, che ha espugnato il Barclaycard Center vincendo di 10 il round 7. All’andata contro i sardi il Real aveva scavato un consistente gap quarto dopo quarto chiudendo sul punteggio 115-94. Non sarà della partita Rodriguez, tenuto a riposo per una pubalgia mentre il resto del roster dovrebbe essere arruolabile.

Arbitreranno l’incontro i signori Fernando Rocha (POR), Anastasios Piloidis (GRE) e Aleksandar Glisic (SER).

Dichiarazioni. Il coach madrileno Pablo Laso ha commentato così l’imminente match: “La prossima partita contro l’Efes determinerà ufficialmente la nostra qualificazione, ma per adesso abbiamo raggiunto le Top16 centrando quello che era il nostro obiettivo. Sapevamo che sarebbe stata tosta, in un gruppo con molti lunghi viaggi e squadre particolari. Ma abbiamo disputato bene le partite e abbiamo gestito il vantaggio da subito. Allo stesso tempo vogliamo continuare a crescere e migliorarci ogni giorno. La Dinamo ha uno stile riconoscibile: hanno puntato sul gioco aperto con molti tiri da tre punti. Loro vogliono attaccare velocemente e giocano un basket molto affascinante. Noi ci dovremo adattare al loro gioco, modificando la nostra difesa. Dovremo essere svegli in attacco per avere una partita bilanciata. Sappiamo che non sarà facile perché giocheremo in una bella atmosfera. Dobbiamo prendere atto di questa difficoltà e concentrarci sui nostri miglioramenti”.

L’ex Olimpia Milano Ioannis Bourousis, centro greco, è pronto per tornare al PalaSerradimigni. “Abbiamo perso due partite nella regular season ma siamo contenti perché ci siamo qualificati alle Top16. Non abbiamo giocato molto bene nelle ultime partita ma l’importante è vincere e ora siamo pronti ad affrontare la Dinamo, contro di loro ci aspetta una partita molto aperta e dura. Dobbiamo essere concentrati per vincere qui: credo che spesso la difesa sia più importante dell’attacco. Molte vittorie si basano sulla difesa poiché è ciò che ti da il controllo della partita. Dobbiamo migliorare la nostra difesa e acquisire sempre più fiducia in noi stessi. Se non giochi bene e magari hai una giornata no in attacco puoi sempre vincere con una buona difesa. Dobbiamo pensare a questo”.

Biglietteria dello Store. Sono ancora disponibili biglietti nei settori gradinata, tribuna laterale e tribuna centrale. La biglietteria dello Store seguirà i seguenti orari: di mattina dalle 10 alle 13 e di pomeriggio dalle 16,30 all’inizio della partita.

Servizio Baby Parking. La Dinamo Banco di Sardegna comunica che è attivo il servizio di baby parking all’interno dell’area PalaSerradimigni. Il servizio, disponibile per tutte le partite casalinghe di campionato ed Eurolega, mette a disposizione personale qualificato per accogliere e ospitare i bambini (dai 3 ai 8 anni) in uno spazio sicuro e familiare mentre i genitori si godono in pieno relax il match dei giganti biancoblu.

Apertura dei cancelli alle 19,30.

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author