Basekt Corato: con l'Assi Brindisi per la prima trasferta del girone di ritorno

Messi in archivio i primi due punti del girone di ritorno (83-60 con l’Angiulli Bari), l’A.S. Basket Corato è proiettata verso la trasferta sul campo dell’Assi Brindisi ( Sabato 30 Gennaio ore 18).

Un match sulla carta alla portata per i ragazzi di Coach Verile, che hanno l’obbligo di proseguire la marcia e rispondere colpo su colpo all’antagonista Ceglie, distante sempre due punti nella classifica generale.

Il successo con l’Angiulli Bari, ha confermato le qualità della formazione neroverde, capace anche di sopperire all’assenza di entrambi i playmaker ( Di Salvia e Gatta) con la solita brillante prestazione degli esterni Castoro-Grimaldi, ma anche con una difesa efficace che ha eliminato dalla contesa i migliori marcatori avversari.

A commentare il momento in casa Corato le parole dell’Ass. Coach Francesco D’Introno:

La sfida contro l’Angiulli Bari ha segnato l’inizio di un ”nuovo” campionato, visto che rappresentava la prima sfida del girone di ritorno. E’ inutile nascondere che ci fosse un po’ di preoccupazione vista l’assenza in cabina di regia di Claudio Gatta (oltre a quella di Di Salvia), che con il duro lavoro in palestra stava riuscendo a tenere egregiamente in mano la squadra a dispetto della giovane età. Giocare senza un playmaker di ruolo non era affatto semplice e per forza di cose non siamo riusciti ad esprimere la nostra miglior pallacanestro in attacco (nonostante gli 83 punti segnati), ma abbiamo ottenuto la vittoria con un’ottima difesa, riuscendo a limitare il talento dei vari Vukovic, Ruggiero e Scavo”.

Infermeria ancora affollata che oltre alle assenze certe di Gatta e Di Salvia, deve registrare le non perfette condizioni di Castoro, fermato dalla febbre.

La prossima trasferta contro l’Assi Brindisi – prosegue D’Introno- , sommata a quella di Mesagne, nasconde sicuramente insidie dato che la squadra di coach Sarli dopo un buon avvio ha inanellato una serie di risultati negativi che la stanno bloccando nei bassifondi della classifica, e quindi giocherà con il coltello tra i denti per cercare di batterci. Dal canto nostro non dobbiamo lasciare nulla al caso e non pensare alle assenze, perché bisogna giocare ogni partita come se fosse una finale dato che ogni minimo passo falso potrebbe essere fatale visto che nemmeno la corsa di Ceglie accenna a fermarsi.”

Prima squadra e settore giovanile con la Matteotti Corato, un binomio essenziale anche per la crescita da allenatore di Francesco D’Introno: “Per quanto mi riguarda, ritengo un privilegio e un onore poter lavorare per la squadra per cui tifavo da bambino accanto a bravissime persone e allenatori competenti come Marco Verile e Felice Carnicella, in quello che è l’anno del definitivo rilancio della pallacanestro a Corato. Finalmente si stanno facendo le cose per bene, puntando su un vivaio che sta sfornando giovani validi che accanto a giocatori d’esperienza crescono allenamento dopo allenamento, e questo posso constatarlo non solo in serie D ma anche nell’under 18, dato che svolgo il ruolo di assistente allenatore al fianco di coach Gatta. Quest’anno siamo riusciti ancora una volta a raggiungere le finali di categoria con ottime probabilità di accedere alle fasi interregionali, insieme a società come Aurora Brindisi e Francavilla che, come noi, fanno crescere i loro ragazzi nelle prime squadre di serie D e C, segno che la strada presa è quella giusta “.

Appuntamento dunque a Sabato 30 Gennaio ( ore 18) presso il Palazzetto F. Melfi di Brindisi.

Arbitreranno i Sign. Perrone di Taranto e Mignogna di San Giorgio Ionico.

Sarà possibile inoltre seguire gli aggiornamenti Live del match sulla pagina Facebook dell’A.S. Basket Corato.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author