Basket Agropoli-Givova Scafati 62-92, primo, roboante successo esterno per Scafati

La prima vittoria esterna stagionale della Givova Scafati è coincisa con la sfida più importante del campionato, il derby salernitano contro il Basket Agropoli. Con una prestazione convincente, fatta di grinta, rabbia e forti motivazioni, il team sulle sponde del Sarno ha espugnato il PalaCilento di Torchiara, abbandonando finalmente l’ultima piazza del girone ovest, lasciata proprio ai padroni di casa, alla nona sconfitta consecutiva. Potrebbe essere la gara della svolta per i gialloblù, che ora possono provare fino alla fine di uscire dai bassifondi della graduatoria e guadagnare la permanenza in serie A2, con rinnovata fiducia nei propri mezzi e ottimismo.

L’impatto con la gara dei neo arrivati Lupusor e Jackson è più che positivo e vale l’immediato vantaggio scafatese (0-7 al 3’). Ci pensa lo statunitense Langford, tra le fila locali, a suonare la sveglia (3-7 al 4’), seguito a ruota dall’esordiente Delas, che si presenta ai suoi nuovi tifosi con una tripla che vale il 6-9 al 5’. La Givova tira da due con percentuali migliori e recupera un maggior numero di rimbalzi, tenendo in mano le redini del match (6-14 al 7’) e conservando un discreto margine di vantaggio, fino al termine del primo quarto (14-19).

Errori al tiro e svariati fischi arbitrali condizionano e spezzettano il gioco e lo spettacolo dei primi minuti del secondo periodo, nel quale la Givova Scafati è brava a mettere a segno i canestri che valgono il massimo vantaggio (14-25 al 14’). E’ il solito Langford, per gli agropolesi, a prendere per mano i compagni (18-25 al 15’), coadiuvato dalle triple di Contento (21-25 al 16’) e Carenza (24-25 al 17’): break di 10-0 e giochi riaperti. Nei minuti che precedono l’intervallo, le buone percentuali ai liberi tengono indenne la compagine dell’Agro dal ritorno dei padroni di casa, a cui non basta un ottimo Langford (28-31).

Naimy e Jackson sono i protagonisti assoluti dei primi minuti della ripresa: dalle loro mani partono gli assist e i canestri che valgono il parziale di 1-9, che riporta Scafati in doppia cifra di vantaggio (29-39 al 23’). Approfittando dell’appannamento dei locali e del momento positivo di Naimy, la Givova mette le mani sull’incontro (36-51 al 27’), facendo risultare vani i tentativi di Santolamazza e Langford di tenere in vita i cilentani (45-53 al 28’), che non vanno oltre il 46-59 di fine terzo quarto.

Una Givova indemoniata stringe alle corde l’avversario e lo tramortisce con un parziale di 0-16 (bene Crow), che chiude i giochi anzitempo (46-75 al 34’). Agropoli non riesce a reagire, è sopraffatta dall’avversario e crolla definitivamente, lasciando il campo a Scafati. I gialloblù sono padroni assoluti ed indiscussi del match, che negli ultimi minuti ha davvero poco da raccontare. Finale: Basket Agropoli 62 – Givova Scafati 92.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Ringrazio la società che, in un momento così difficile, non ha mai fatto mancare la fiducia, così come i tifosi, che ci sono stati vicini. Abbiamo giocato da squadra che abitualmente allena Giovanni Perdichizzi, difendendo in maniera intensa, giocando bene in attacco e non scoraggiandoci mai nelle difficoltà, a differenza di quanto accaduto nelle precedenti gare. Quella del PalaCilento era una gara difficile, innanzitutto perché si trattava di un derby e poi perché era una sfida ad alta tensione, contro una squadra desiderosa di tornare alla vittoria. La nostra tranquillità è stata alla base del successo conquistato. Siamo stati aggressivi in difesa sui loro pick and roll, stando sempre sulle linee di passaggio, così da togliere punti di riferimento a Delas. Abbiamo giocato in maniera intelligente, abbiamo ruotato tutta la squadra e questo ci ha consentito nella parte finale di avere la giusta freschezza, così da poter allungare in maniera decisiva».

BASKET AGROPOLI 62

GIVOVA SCAFATI 92

BASKET AGROPOLI: Turel 11, Langford 24, Delas 6, Silvestri n. e., Santolamazza 5, Romeo, Contento 3, Molinaro 3, Amanti n. e., Carenza 8, Marra 2. ALLENATORE: Finelli Alessandro. ASS. ALLENATORE: Marzullo Alessandro.

GIVOVA SCAFATI: Dobbins 5, Crow 23, Lupusor 11, Fantoni 4, Naimy 18, Ammannato 8, Jackson 21, Perez, Metreveli 2, Santiangeli. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.

ARBITRI: sig.ri Galasso Martino di Siena, Terranova Francesco di Ferrara e Cappello Calogero di Porto Empedocle (Ag).

NOTE: Parziali: 14-19; 14-12; 18-28; 16-33. Tiri dal campo: Agropoli 18/56 (42%); Scafati 29/57 (51%). Tiri da due: Agropoli 9/24 (38%); Scafati 17/28 (61%). Tiri da tre: Agropoli 9/32 (28%); Scafati 12/29 (41%). Tiri liberi: Agropoli 17/20 (85%); Scafati 22/23 (96%). Falli: Agropoli 21; Scafati 23. Usciti per cinque falli: Ammannato. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Agropoli 21 (19 dif.; 2 off.); Scafati 42 (34 dif.; 8 off.). Palle recuperate: Agropoli 3; Scafati 6. Palle perse: Agropoli 11; Scafati 17. Assist: Agropoli 8; Scafati 13. Stoppate: Agropoli 0; Scafati 0. Spettatori: 1.200 circa.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket Scafati 1969

Commenta
(Visited 138 times, 1 visits today)

About The Author