Givova Napoli - Basket Barcellona, pregara [aggiornato]

GIVOVA NAPOLI – SIGMA BARCELLONA:
DOMANI (ore 18) GLI AZZURRI TORNANO AL PALABARBUTO
CALVANI: “RIPARTIAMO!”

Torna al PalaBarbuto la Givova Napoli Basket che affronterà, domani 2 novembre alle ore 18:00, la Sigma Barcellona nell’incontro valido per la 6° giornata del campionato A2 Gold. Test importante per gli azzurri in cerca dell’immediato riscatto dopo la sconfitta all’overtime subita in trasferta contro Agrigento.

Dichiarazione coach Marco Calvani: “Ripartiamo con le ambizioni di una squadra che vuole recitare un copione di eccellenza. Molto dipende da noi ma bisogna sempre fare i conti con gli avversari. Siamo consapevoli delle nostre potenzialità e limiti e questo è un aspetto molto importante. Abbiamo già affrontato Barcellona in preseason, è una squadra con qualità non indifferenti che se lasciate esprimere possono essere devastanti. Sono però fiducioso che i miei ragazzi avranno la benzina e la qualità necessaria per affrontare al meglio la gara”.

Due gli ex della partita. Gabriele Ganeto e coach Calvani, entrambi in maglia giallorossa nella scorsa stagione. “Le emozioni non fanno parte della mia persona – ha aggiunto il tecnico della Givova -. Sarà bello rivedere gli amici di Barcellona ma una volta alzata la palla a due penso solo alla partita e ai miei giocatori”.

Si informa che domani a partire dalle 16:00 sarà ancora possibile acquistare i biglietti della partita presso il botteghino del PalaBarbuto. Per l’occasione la società azzurra ha predisposto i seguenti prezzi:
Curve 8,00 €
Tribune 12,00 €
Per i bambini al di sotto dei 10 anni è previsto ingresso gratuito.

La Givova Napoli Basket comunica inoltre di aver rinnovato anche per la stagione 2014/15, l’accordo di partnership con ‘Labart Dance’, centro internazionale di formazione, produzione e spettacolo. Già da alcune stagioni la compagnia ‘DNA Danza Nuda Anima | Lyrical & Contemporary Dance Company’ di Claudia Sales, con sede c/o l’Ex Chiesa Sconsacrata S.Filippo, Sede e Teatro stabile LabArt Dance Center Via S.Maria della Neve, 9 – Napoli, offre alcuni interventi coreografici e show performance in campo, durante gli intervalli ed i time out delle partite. La DNA Company, che vanta ben 12 ballerine professioniste, rappresenta attualmente una delle piu’ esclusive realta’ sul territorio partenopeo, per le sue prestigiose performance di tendenza in show, convention, concerti, sfilate di moda, videoclip, cene di gala, inaugurazioni serate, musei di arte contemporanea, eventi sportivi e lanci prodotto, oltre che per gli spettacoli di danza e le produzioni artistiche in circuitazione nazionale nei migliori teatri Italiani.

Givova Napoli – Sigma Barcellona

Napoli: 4 Metreveli, 5 Malaventura, 7 Allegretti, 8 Sabbatino, 9 Spinelli, 10 Traballesi, 11 Esposito, 13 Jackson, 15 Ganeto, 24 Brooks, 33 Brkic; All.: Calvani
Barcellona: 4 Kelley, 5 Marchetti, 7 Spizzichini, 8 Fiorito, 9 Maresca, 10 Leonzio, 11 Shepherd, 15 Garri, 18 Borra, 20 Da Ros; All.: Perdichizzi

Arbitri: Scrima Alberto Maria di Catanzaro (CZ), Noce Sergio di Latina (LT) e Lestingi Paolo di Anzio (RM)

Sarà possibile seguire la gara della Givova Napoli in diretta radiofonica su Radio Marte (95.600 – 97.700 – 97.900 o su www.radiomarte.it) o in streaming sul sito ufficiale della società: www.napolibasket.com. La differita della gara andrà in onda lunedì 3 novembre su Tv Luna (Ch. 14 del digitale terrestre) e Lunasport (Ch. 114 del digitale).

Ufficio Stampa Givova Napoli Basket

 


 

A NAPOLI PER REAGIRE

Dimenticare lo scivolone interno di sette giorni fa contro Casale Monferrato e ben figurare in una trasferta insidiosissima, al cospetto di una di quelle compagini costruite per arrivare fino in fondo. Sono le speranze e gli obiettivi di un Basket Barcellona che non ha perso fiducia e voglia di guardare avanti e che si appresta a rendere visita alla quotata Napoli, guidata dall’ex Marco Calvani.
I giallorossi hanno trasformato la delusione in energia positiva e sono pronti a dare battaglia, come testimoniano le parole di coach Giovanni Perdichizzi: «Due sconfitte nelle ultime due partite non scalfiscono quanto di buono fatto da questa squadra, ma siamo arrabbiati per l’ultimo scivolone. Sappiamo che nella pallacanestro queste cose succedono perché è un gioco in cui vince chi commette meno errori ed è più lucido nelle scelte. Recriminare non serve a niente, siamo abituati a prenderci le nostre responsabilità e guardare avanti con fiducia. Le partite sono aperte a qualsiasi risultato. Sappiamo che abbiamo una trasferta molto impegnativa contro una delle squadre più forti del campionato, costruita con grandi risorse. Ma siamo convinti che, se giochiamo come nei primi venti minuti di Ferentino o come nei primi 28 minuti contro Casale, possiamo fare bene. Contro Napoli, a bocce ferme non ci dovrebbe essere partita, ma in campo vanno gli uomini e non i budget. Lo sappiamo per averlo vissuto spesso sulla nostra pelle. E i miei sono ragazzi affidabili, con grandi qualità umane che se la giocano con tutti. La partita contro Casale è la dimostrazione che molto dipende da noi e dalla concentrazione che riusciamo a mettere in campo e quindi anche con Napoli dipenderà molto da quello che in campo riusciremo a fare e dalla lettura delle diverse situazioni di gioco. Sappiamo di avere battuto i nostri prossimi avversari in precampionato, per quello che può contare e ciò farà loro alzare l’asticella di attenzione nei nostri confronti, specie considerando che in casa hanno già commesso qualche passo falso. Noi dovremo essere bravi a scovare i loro punti deboli eventuali e metterli in luce».
A Coach Perdichizzi, fa eco il lungo Matteo Da Ros: «Abbiamo perso una partita fuori casa e una in casa in cui ci siamo suicidati noi. L’umore, nei primi due giorni dopo la partita, era decisamente di delusione. Ho visto i ragazzi molto più concentrati in questa settimana, forse ci serviva prendere una testata contro il muro per allenarci ancora meglio. E’ stata una buona settimana di allenamenti in cui ci siamo aiutati a vicenda. Per la partita contro Napoli mi aspetto una reazione, proveremo a imporre la nostra pallacanestro fatta di intensità difensiva e corsa contro una squadra con un maggiore tonnellaggio della nostra. Loro sono esperti, qualcuno ha vinto questo campionato con tiri decisivi come Malaventura, ma noi dobbiamo giocarcela con intensità per tutti i 40 minuti perché non possiamo permetterci cali di tensione importanti».

Ufficio stampa 

Basket Barcellona

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author