Basket Barcellona ko nel derby contro Agrigento

È già tempo di Derby in quel di Agrigento. Moncada Agrigento e La Briosa Barcellona, le protagoniste della prima vera festa dello sport stagionale.  I padroni di casa scenderanno in campo con la forte voglia di restare aggrappati alla parte alta della classifica. I giallorossi invece, con l’entusiasmo di chi, partita dopo partita, sta iniziando ad ingranare e una volta assaggiato il sapore della prima vittoria non può farne più a meno. I presupposti per un match scoppiettante ci sono tutti, la parola passa al campo. Nel primo tempo i padroni di casa mettono una seria ipoteca sul match, 19 punti di scarto generati dalle triple di Saccaggi e De Laurentiis non lasciano spazio ai ragazzi di Coach Bartocci che provano azione dopo azione a ridurre lo scarto. Si va all’intervallo lungo sul punteggio di 43 – 24. Nel secondo tempo le due squadre perdono la lucidità, i ritmi di gioco si abbassano e Barcellona approfitta del momento per rientrare piano piano in partita. Negli ultimi minuti i ragazzi di Coach Bartocci si riportano sul -5, poi Saccaggi ed Evangelisti capiscono la criticità della situazione e riportano in cassaforte il match. Il punteggio finale è 78 – 69.

                               

PRIMO TEMPO – Comincia bene La Briosa Barcellona che grazie a Loubeau riesce a sbloccare senza mezzi termini il punteggio del match. La semplicità di realizzazione dei giallorossi però, innesca Eatheron, l’americano di casa Moncada che mette a segno quattro punti consecutivi. I padroni di casa difendono forte, costringendo i ragazzi di Coach Bartocci a provare la soluzione dalla lunga distanza. Migliori accetta la sfida, non si tira indietro e piazza prontamente la tripla del 4 – 5. Barcellona si adegua, non lascia spazio a Martin e compagni per penetrare ma Saccaggi allo scadere mette la pezza da oltre l’arco, (7 – 5). Martin segue le orme di Saccaggi, incrementa il vantaggio con due punti ma Loubeau non demorde e prova a tenere a galla i propri compagni, (9 – 7). Evangelisti mette da parte i ricordi in maglia giallorossa, in questo momento il suo cuore batte per il bianco azzurro e porta avanti i suoi. Dala media brucia la retina di Barcellona per ben due volte, (13 – 7).Ojo vuole dare il suo contributo a Barcellona, subisce fallo e dalla lunetta realizza il 100%. Agrigento, ingrana la marcia e vola sul +9 con i canestri dei vari Saccaggi, Martin e Eatherton, 18 – 9. Bartocci convoca un time out per riorganizzare i giochi. Fallucca capta il messaggio trasmesso durante la sospensione   e piazza la bomba, quando manca un minuto scarso al termine del primo periodo il punteggio è 20 – 12.Evangelisti attacca imperterrito il pitturato giallorosso, subisce fallo e dalla lunetta non commette errori. Di Evangelisti è stata l’ultima parola del primo periodo che termina 22 – 12.

Nella ripresa Saccaggi ripropone il copione del primo periodo, riceve nell’angolo, si alza e piazza la tripla, per lui già 12 punti.  De Laurentiis prende spunto, si butta dentro, arresto e tiro più fallo. Potenziale gioco da tre punti per Quintino De Laurentiis che non lascia nulla in sospeso. Evangelisti non vuole lasciare nulla al caso e mette la sua firma sia in termini di realizzazione che di assist nel break di 9 – 0. Fallucca prova  a scuotere i suoi, lo fa con il canestro del -17,(31 – 14), poi commette fallo. Martin vola in cielo e inchioda altri due punti, ripristinando  il vantaggio sul +19. Il solito Fallucca realizza altri quattro punti e continua a spronare i propri compagni. De Laurentiis non si lascia intimorire, consapevole dei grandi mezzi spara la tripla del +18, 36 – 18. Dopo svariati tentativi La Briosa Barcellona va a segno, questa volta grazie a Loubeau che  vola di prepotenza a canestro. Vai però replica immediatamente dalla lunga distanza, 39 – 20.                 Loubeau cerca la continuità, prova a segnare dalla media con scarsi risultati. Saccaggi fa il bello e il brutto tempo e insieme a Eatherton realizzano senza difficoltà toccando il +21. Capitanelli, realizza gli ultimi canestri del periodo e accorcia le distanze a -19, il secondo periodo termina  43 – 24.

 

SECONDO TEMPO – Il primo canestro del terzo quarto porta la firma di Ojo.  La Moncada non si lascia intimorire, Eatherton schiaccia senza problemi, 45 – 26.  Ojo cerca la tripla non la trova, Migliori recupera il rimbalzo e realizza da due. I padroni di casa non trovano il canestro, Centanni dall’altra parte realizza da tre. Chiarastella ritrova la retta via ma Migliori continua a segnare dalla media distanza e porta a casa anche un fallo, (47 – 39). Le due squadre si punzecchiano a vicenda dalla media e lunga distanza. Quando mancano tre minuti abbondanti alla fine del terzo periodo, Evangelisti e Saccaggi prendono per mano la propria squadra e la trascinano sul 59 – 37. Cefarelli e Loubeau incrementano il proprio bottino in termini di punti e vogliono la reazione dei compagni, il terzo periodo termina 59 – 42.

Nel quarto periodo Migliori segue la scia dettata da Cefarelli e Loubeau nel quarto precedente. Loubeau firma un break di 0 – 4. Evangelisti non accetta questo trattamento e risponde con una tripla, trascinando con sé  anche Vai, dopo tre minuti di gioco il tabellone recita 65 – 48. Loubeau non abbandona la strada del canestro e coadiuvato da Franco Migliori accorciano sul -13, 65 – 52. Eatherton affamato di punti, arricchisce il bottino con due tiri liberi. Loubeau e Migliori, sempre loro, ci credono ancora e realizzano dalla media distanza, 69 – 56. Nell’ultima fase di gara il ritmo dettato dalle due compagini diminuisce notevolmente, le due squadre provano a rispondere prontamente al fuoco avversario anche se con scarsi risultati. La lucidità diminuisce con il passare dei minuti. Barcellona in punta di piedi prova a rientrare in partita, si riporta sul -9, (70 – 61). Migliori e Capitanelli intravedono un raggio di luce e lo inseguono con tutte le forze, 70 – 64.  Saccaggi non vuole far rientrare in partita Barcellona, attacca la difesa ospite, subisce fallo e dalla lunetta realizza 2/2, 72 – 64. Fallucca ritrova la fiducia, consapevole che il match non è ancora chiuso e  spara la tripla 72 – 67. Saccaggi sta portando in salvo Agrigento, con un altro volo in lunetta, 74 – 67. Tra un’azione e l’altra non scorrono molti secondi, Migliori riceve sulla rimessa laterale, si arresta, tira e realizza da due, poi Barcellona commette fallo su Evangelisti che va in lunetta e realizza il 100%. Il match termina 78 – 69.

Nel post partita, Coach Bartocci esterna l’amarezza per questa sconfitta: “Secondo me In questo momento Agrigento è nettamente più forte di noi. Oggi ha meritato di andare vantaggio e toccare anche i venti punti di scarto, ha giocato una  bella pallacanestro, coinvolgendo tutti i giocatori. Per quanto riguarda noi, abbiamo sbagliato l’approccio al match e soprattutto l’atteggiamento. Abbiamo concesso tantissimo agli avversari. Un gruppo che lotta per la salvezza  deve essere un gruppo che lotta sempre con le unghie e con i denti, mi sento di dire che la nostra squadra certamente non è quella che abbiamo visto oggi.”

FORTITUDO AGRIGENTO – LA BRIOSA BARCELLONA 78 – 69

(22– 12); ( 43 – 24); (59 – 42); (78 – 69)

Tabellini e parziali

FORTITUDO AGRIGENTO:  Martin 8, Evangelisti 20, Chiarastella 2, Saccaggi 19, Eatherton 15, Cuffaro N.e., Vai 6, De Laurentiis 8, Morciano N.e., Visentin ,; Coach: Franco Ciani

LA BRIOSA BARCELLONA: Varotta N.e. Centanni 3, Ojo 6 , Fallucca , Loubeau 21, Capitanelli 8, Bianconi, Cefarelli 2 ,  Migliori 17 , Maccaferri ; Coach:  Maurizio Bartocci

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author