Basket Barcellona, nuovo ko casalingo

È Tutto pronto al PalAlberti per la sesta giornata di campionato, Barcellona dopo la sconfitta in terra agrigentina torna tra le mura amiche per affrontare la Paffoni Omegna allenata da Coach Magro. Entrambe le compagini hanno a cuore i due punti ai fini della classifica, proprio per questo non sarà un match facile. Nel primo tempo i padroni di casa giocano un buon primo quarto, poi, Smith e compagni entrano in partita in punta di piedi e non lasciano scampo ai padroni di casa. Il match termina 61 – 73.

PRIMO TEMPO – Omega parte subito forte e rompe il ghiaccio con il canestro di Smith. Loubeau senza girarci intorno punta il canestro e pareggia i conti. Le due compagini sin dai primi minuti di gara appaiono decise ma soprattutto precise in fase offensiva. Franco Migliori e David Loubeau, sono loro che nella prima fase del match tengono a galla i giallorossi. Omegna pasticcia diversi possessi, un fallo in attacco e un infrazione di passi possono servire a Barcellona che però, non riesce a concretizzare le occasioni offerte.  Dopo cinque minuti di gara, Migliori piazza la bomba e sigla il suo settimo punto del match. Omegna continua a commettere errori sul fronte d’attacco ed è proprio in questo momento che Smith prova ad innescare i propri compagni ma passa del tempo prima di trarre benefici. Nel frattempo Loubeau e Migliori continuano a fare il buono ed il cattivo tempo, portando La Briosa Barcellona sul 13 – 8. Centanni vuole buttare nella mischia anche Cefarelli, lo fa sfruttando un pick and roll dal quale lo stesso Cefarelli ottiene un volo diretto per la lunetta,  dove realizza il 50%, (14 – 8). Omegna azione dopo azione diventa sempre più aggressiva, recupera svariati extra possessi e accorcia le distanze a -2, grazie ai canestri di Cappelletti e  Casella, (14 – 12).  Capitanelli tiene al vantaggio costruito dai compagni di squadra e fa di tutto per mantenerlo, subisce fallo e dalla lunetta realizza 2/2, (16 – 12). Iannuzzi non vuole essere da meno, costringe Barcellona al fallo, volando in lunetta dove realizza il 100%,, (16 – 14). I padroni di casa commettono degli errori nell’oltrepassare la metà campo, perdono palla e Zanelli ne approfitta per piazzare la bomba del +1. Immediatamente però, la terna arbitrale attribuisce un fallo tecnico alla panchina ospite, Migliori dalla lunetta realizza il tiro libero e pareggia i conti, (17 – 17).  Negli ultimi minuti del primo quarto entrambi i roster hanno tirato fuori le unghie, combattendo fino all’ultimo possesso. Il primo periodo termina 19 – 18.

Nel secondo periodo Omegna prova l’allungo e grazie ai canestri di Cappelletti e Iannuzzi si porta sul 19 – 23. Coach Bartocci interviene chiamando time out. Al rientro in campo i ragazzi i ragazzi dimostrano di aver recepito il messaggio e  con Matteo Fallucca e  Loubeau, i siciliani pareggiano i conti.  Gurini non vuole gettare al vento il vantaggio e di esperienza rimette la testa sopra, (23 – 25). Cappelletti e Smith cercano il contropiede, forzano i giochi e non concretizzano. La Briosa non riesce a covare un ragno dal buco dando così, un ulteriore opportunità a Casella e compagni per prendere il largo. Dopo cinque minuti del secondo periodo il tabellone recita 23 – 29. Matteo Fallucca vuole la reazione dei propri compagni e la cerca a suon di triple e contropiedi, (27 – 29). Ojo si fa perdonare l’errore commesso in precedenza realizzando il canestro del pareggio, 29 – 29.  Dura molto poco l’equilibrio del match.  Gurini porta a casa un potenziale gioco da tre punti, quando manca  un minuto abbondante al termine del secondo quarto, e il tabellone recita 29 – 32. Smith incrementa il vantaggio ospite e mette la parola fine al secondo periodo, sul punteggio di 29  – 34.

SECONDO TEMPO – Sin dall’inizio le due squadre provano ad annullarsi a vicenda. Barcellona riesce a sbloccare il silenzio grazie a Loubeau ma Omegna replica prontamente con Iannuzzi. Franco Migliori prova a prendere per mano i compagni, piazza la bomba e riporta sul -2 i giallorossi, 34 – 36. Moore non accetta l’operato dei padroni di casa e fa di tutto per bloccare la rimonta siciliana, segna 3 punti consecutivi intervallati dal canestro di Loubeau, 36 – 39 è il punteggio dopo quattro minuti di gara. Moore continua ad andare avanti con la squadra sulle spalle e realizza la tripla del +6, Smith incrementa altri due punti a referto e il tabellone recita 38 – 44.Ojo e Migliori remano nello stesso verso ma Moore non smette più di segnare. Gurini si prende di coraggio, si alza dalla lunga distanza e piazza la bomba, 39 – 48. Coach Bartocci convoca i suoi in panca per riorganizzare i giochi, Loubeau afferra il segnale e prova a scuotere i propri compagni. Omegna pasticcia sul fronte offensivo, Barcellona prova  ad ottimizzare il lavoro nella metà campo ospite. Sempre Loubeau, vuole riaprire la partita e riporta i suoi sul -6, 42 – 48. Gurini non demorde e non lascia spazio ai padroni di casa. Subisce fallo, vola in lunetta e realizza il 100%. Centanni firma la sua presenza dalla lunga distanza, ma Cappelletti conosce solo la retina e continua a bruciarla ripetutamente. Il terzo periodo termina 45 – 53.

Tra il terzo e quarto periodo Coach Bartocci parla con i ragazzi, per riaprire il match ci vuole maggiore determinazione soprattutto sul fronte offensivo. Loubeau apre subito i giochi, realizzando il canestro del 47 – 53. Omegna fatica un po’ per trovare il primo canestro del quarto ma poi, Iannuzzi lotta sotto le plance e trova la strada del canestro. Casella è abbastanza preciso e dalla media distanza non sbaglia. Cappelletti e compagni aumentano la pressione difensiva, costringono Barcellona a giocare al limite l’azione ma poi Migliori trova la soluzione magica, (49 – 57). Maccaferri segna i primi due punti personali ma Gurini e Casella rispondono al fuoco di casa con due tripla, che portano Omegna del +12, (51 – 63). Bartocci chiama nuovamente time out, lancia l’ennesimo messaggio ai suoi, al rientro in campo Centanni spara la tripla, ma Omegna Zanelli replica senza temporeggiare, (54 – 66). Due minuti abbondanti al termine, Barcellona non riesce a convertire i possessi in punti, Omegna è li, pronta a replicare al fuoco dei padroni di casa. 57 – 70, un minuto abbondante al termine della gara. Migliori, subisce fallo e dalla lunetta realizza 2/3 Il Popolo Barcellonese continua a far sentire la propria voce anche nel bel mezzo dei minuti di sospensione.   Moore continua a puntare il canestro, subisce fallo e aggiunge un altro punto al suo bottino personale. Loubeau sigla l’ultimo canestro del match che termina 61 – 73.

 

Nel post partita un determinato  Coach Magro, parla del desiderio della sua squadra dopo cinque sconfitte: “Come ho detto due minuti fa ai miei ragazzi lo ripeto anche qui, la scimmia rischiava di diventare un gorilla. Abbiamo giocato cinque partite difficili e abbiamo capito cosa vuol dire giocare con o senza un americano. Ho provato a far concentrare i ragazzi solo sulla partita. Dopo cinque sconfitte, ho provato a scaricare la pressione della gara, era una partita fondamentale per le nostre squadre e per gli obiettivi prefissati. Questa sera credo che nella nostra mente e nei nostri cuori desideravamo la vittoria, e credo che questo abbia fatto la differenza in campo. ”

Maurizio Bartocci ai microfoni della sala stampa, commenta il periodo che sta attraversando la propria squadra e pensa al prossimo match:“Credo che la cosa principale che ci è mancata sia l’energia giusta e la cattiveria agonistica. Abbiamo sbagliato dei tiri da sotto molto semplici in un momento in cui potevamo firmare un break importante. Abbiamo sofferto per la prima volta a rimbalzo, questa squadra ha bisogno di acquistare consapevolezza e  fiducia nei propri mezzi. Stiamo sentendo la mancanza di Smith, questo giocatore a livello difensivo è forte e in fase offensiva ha punti nelle mani.  Dobbiamo andare avanti per la nostra strada, domani riprendiamo gli allenamenti e ricaricheremo le pile in vista del match di giovedi.”

La Briosa Barcellona – Fulgor Basket Omegna 61 –  73

(19 – 18); (29–34); (45 – 53); (61– 73)

Tabellini e parziali

LA BRIOSA BARCELLONA: Varotta N.e. Centanni 10, Ojo 5, Fallucca 4, Loubeau 19, Capitanelli 2, Bianconi, Cefarelli 1 ,  Migliori 19 , Maccaferri 2 ; Coach:  Maurizio Bartocci

FULGOR BASKET OMEGNA: Moore 15, Zanelli 6, Iannuzzi 9, Vildera , Cappelletti 8, Terenzi N.e., Galmarini, Casella 9, Gurini 16, Smith 10; Coach: Alessandro Magro

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author