Basket Costa, cuore e tecnica ma...senza fortuna

Ci è mancato proprio un pelo, ma è pesato come un macigno. Basket Costa perde ai supplementari la gara con Vicenza dopo esser stata davanti per larghi tratti.

Dominata la gara nel primo quarto, sia in attacco che in difesa, grazie a una prova da leader indiscussa di Maiorano, Longoni e compagne hanno dato l´impressione di poter reggere l´urto del ritorno di Vicenza nel secondo. Una buona difesa a zona sembrava aver infatti bloccato bene il ritmo offensivo delle vicentine, sempre imbrigliate dal gioco delle brianzole. Il mini recupero delle venete infatti (da -10 a -6 al 20´) era infatti più frutto di qualche distrazione (due contropiede e qualche rimbalzo offensivo di troppo) che di un gioco ritrovato.

Anche il terzo periodo, con Franci Pozzi mattatrice e Marta Meroni precisa e mai in errore, si giocava abbastanza in equilibrio, anche se Keys e Prospero riuscivano a far valere bene i centimetri e i chili in più. Il finale di quarto riportava sotto le avversarie, che a inizio 4° periodo riuscivano a impattare.
E qui, nel momento più difficile, erano sempre gli spunti difensivi di Maiorano, la verve e i canestri di Canova, Meroni in area e l´immancabile Franci Pozzi a tenere in linea di galleggiamento Costa. Che a pochi secondi dalla fine, dopo un lungo testa a testa, si trovava la possibilità di portarsi avanti ai liberi. Un errore in lunetta e una palla persa un po´ strana regalavano a Vicenza l´ultimo possesso, senza esito per fortuna, e così si andava al supplementare.

L´extra time si apriva bene per le padroni di casa, capaci di prendere un paio di canestri di vantaggio fin dalle prime battute, e di portarseli dietro. Fino all´ultimo fatidico minuto. In quei 60″, sul +4, la bomba da veterana di Ramon entrava nella testa della squadra come una sassata in piena fronte, quando ormai si sentiva di aver portato a termine il lavoro. Vicenza riprendeva forza, Costa faticava a incassare il colpo, e una serie di episodi nel finale davano la vittoria alle ospiti.

“Questa sera sono molto amareggiato. Abbiamo giocato una bella partita, preparata in settimana e azzeccata sia per piano gara che per realizzazione. Certo, non siamo stati perfetti, ma abbiamo messo fuori dai giochi gente che a questo livello è abituata a “spiegare”. Di questo devo dare merito alle ragazze. Abbiamo però perso, per l´ennesima volta nel finale, e per l´ennesima volta giocando troppo individualmente, sia in attacco che in difesa, gli episodi cruciali. E´ un difetto che abbiamo e dobbiamo correggere al più presto, visto che di finali testa a testa ne dovremo giocare ancora molti. Mi ci metto dentro anch´io, che con le rotazioni potevo forse tirare fuori qualcosina in più. In una partita persa di 2 punti dopo 45´ tutti i dettagli contano. L´importante è che ognuno guardi al proprio correggendosi, senza parlar troppo degli errori altrui o accampare scuse. Se continuiamo a essere così, focalizzati sul nostro, nonostante delusione e rabbia, ne verremo fuori alla grande. Anche in un inizio di stagione molto duro (come questo) stiamo dimostrando di essere una squadra con due palle così… E´ il nostro DNA, sfruttiamolo.”

———————-

5° GIORNATA DI CAMPIONATO

B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA – VELCO VICENZA 56-58 (21-11, 10-14, 9-12, 11-14, 5-7)

BASKET COSTA:
Novati, Longoni 2, L.Meroni, Cincotto N.E., Canova 13, Del Pero 2, Frigerio´ N.E., M.Meroni 9, Pozzi 19, Maiorano 11. All.:Pirola

VELCO VICENZA: Fietta N.E., Colombo, Prospero 14, Stoppa 6, Scaramuzza 9, Keys 10, Ferri 6, Benko, Ramon 11, Zimerle 2, Pegoraro. All.: Corno.

 

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author