Basket Golfo all'assalto del Bottegone

Altra partita per Piombino e stessa premessa, i nostri avversari sono in crisi e cambiano allenatore prima della partita con i gialloblu, buttandola in burla si potrebbe dire che Pansa, allenatore di Valsesia, prossima avversaria di Piombino, dovrebbe scaramanticamente preoccuparsi (se non fosse che la sua squadra va così bene !!!).
A preoccuparsi invece è coach Padovano, alle prese per la seconda volta consecutiva con una squadra che non saprà come si comporterà sul campo, causa nuovo coach, coach che stavolta avrà a disposizione l’intera settimana per apportare modifiche e correzioni al gioco dei pistoiesi.
Ma il cambio in panchina non è la sola novità in arrivo da Pistoia, nella giornata di martedì arriva un altro fulmine in casa Bottegone, rescisso il contratto a Stefano Laudoni, il miglior marcatore del girone A, con impossibilità di sostituirlo causa mercato di riparazione chiuso fino a lunedì prossimo.
Sulla carta potrebbe sembrare una situazione favorevole per i gialloblu piombinesi, ma Russo dice di aver trovato un gruppo voglioso di lavorare e deciso di tirarsi fuori dalla situazione attuale e magari, ritornando a poggiarsi sul nucleo storico, Bottegone potrebbe ritrovare gli equilibri persi .
Quindi partita dalle molte incognite, ma partita che Piombino deve assolutamente vincere, sia per la sconfitta di Rimini, partita che si poteva vincere, che per le tre sconfitte casalinghe già subite e per un calendario che dopo questa partita casalinga, impennerà il suo livello di difficoltà, con la trasferta a Valsesia e con il big match con la capolista Forlì fra le mura amiche.
Piombino che dopo i progressi mostrati nelle gare con Cecina e San Miniato, nelle due trasferte romagnole ha fatto un passo indietro a livello difensivo, subendo un po’ troppo gli attacchi avversari, nei primi due quarti con Rimini pareva aver riassettato la sua difesa, subendo solo 32 punti, ma nella seconda parte di partita tracolla subendone 49.
Quindi tornando a parlare di equilibri, occorre che gli uomini di coach Padovano ritrovino quelli giusti fra un attacco che è fra i migliori del girone con 78.9 punti di media e con percentuali al tiro di squadra che la collocano tra prime tre del girone (52% 35% 77%) e una difesa che invece è fra le peggiori del girone con 74.6.
Ma il ritorno al Palatenda, il sostegno della propria caldissima tifoseria, sarà buon viatico per dimenticare la delusione di Rimini e per ritrovare subito la concentrazione, la voglia di sacrificarsi e lottare per una vittoria da prendersi in qualunque modo possibile, magari anche non brillando, magari sporcandosi le mani in difesa e con la canotta intrisa di sudore, insomma il Golfo è pronto a dare l´assalto al fortino del Bottegone.
Per quanto riguarda le altre partite di questo turno, molti gli scontri diretti in zona play/off, con Cento(22 punti) contro Monsummano (20), due squadre lanciatissime reduci rispettivamente da sei e otto vittorie consecutive, con Piacenza(24) contro la sorprendente Valsesia(18) e con il big match fra le prime del girone, Cecina (26)e Forlì (30), Santarcangelo(20) invece andrà a cercar punti, per restare in lotta per il quarto posto, in quel di Oleggio (12), Per la zona play out invece scontro diretto fra San Miniato(14), che cerca di ripartire dopo tre sconfitte consecutive, e il Don Bosco Livorno rilanciato dalla vittoria nel derby con Cecina, mentre per Rimini (12) e Faenza (14) due trasferte sulla carta facili a Trecate (2) e Torino (0).

Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author