Basket Golfo, "brutti, sporchi e cattivi ..... ma vincenti "

Inizio di partita che ci dice subito che serata sarà per i gialloblù al tiro, solo dopo 3 minuti di gioco e dopo uno 0 su 4 arriva il primo centro di Guerrieri che risponde al vantaggio iniziale dei pistoiesi con canestro di Toppo, nella seconda parte del quarto sale in cattedra Venucci che segna e fa segnare i suoi, si sale sul 10 a 3 con canestro di Persico che però deve uscire gravato già di due falli, entra Gigena che si fa subito sentire e ricorda a Bottegone di essere la sua bestia nera, Piombino vola a più 11, sul 18 a 11, nel finale si infortuna Cernivani e per Russo sembra proprio piovere sul bagnato, ma due bombe di Marconato e del giovane Maspero riportano in corsa i suoi al riposo sul 18 a 13.
Nel secondo quarto Toppo dalla lunetta e con un bel canestro riporta in parità i suoi, ma dopo uno 0 su 6 al tiro si sblocca Genovese che con tre canestri consecutivi porta di nuovo il Golfo a più sette, ma le due squadre sbagliano moltissimo al tiro, il parziale del quarto sarà 13 a 14, e solo nel finale una bomba di Giannini riporta i suoi a meno 4 sul 31 a 27.
Ancora attacchi sterili anche nel terzo quarto, per Piombino nella prima metà a canestro solo Venucci con una bomba e gli ospiti, con Rossi in evidenza, si riportano a meno uno, a metà quarto torna Gigena per Bianchi e con un buon Franceschini in campo per Persico, che deve uscire per quattro falli, Piombino rintuzza i tentativi dei pistoiesi fino al finale, dove Bottegone piazza il sorpasso con una bomba di Marconato ed è però ancora un caparbio Gigena a rimettere in parità i suoi a 45 punti sulla sirena.
Quarto finale che inizia con errori al tiro da entrambe le parti, poi mini allungo Piombino con Franceschini e Iardella, la replica è di Giannini che, dopo aver subito una monumentale stoppata da Franceschini , piazza la bomba del meno uno, ma Piombino non molla, vuole la vittoria e con il solito Gigena, rimbalzo offensivo e canestro e con una bella penetrazione di Pedroni, va di nuovo avanti di cinque, il punteggio ristagna per alcuni minuti con Piombino che nonostante le molte palle recuperate, grazie ad una grande difesa, non riesce ad affondare Bottegone, ma dopo tre minuti di astinenza arriva la bomba di Iardella per il più sette a tre dal termine, Venucci commette fallo su tiro da tre di Maspero, che dalla lunetta ne fa due per il meno cinque, ma dall’altra parte non viene fischiato il fallo su tiro da tre di Venucci e Magini in contropiede fa il meno tre, Bottegone decide di fare fallo con 40 secondi da giocare , ma lo commette su Gigena che dalla lunetta è glaciale e fa più cinque. Dopo il time out chiesto da Russo, a sette secondi dalla fine Toppo segna il meno tre, ma dopo un altro time out stavolta di coach Padovano, il Golfo elude il tentativo di fallo dei pistoiesi e chiude l’incontro sul 60 a 57.
Brutta partita dal punto di vista tecnico, tanti troppi errori, le percentuali al tiro pessime sono un buon indicatore 35% e 26% dal campo per i gialloblu, qualche attenuante in più per Bottegone che senza Laudoni e dopo aver perso Cernivani non poteva chiedere molto di più a questa partita, Piombino la porta a casa con un gran Gigena, che non ne fa 29 come all’andata, ma con 14 punti, fatti spesso in momenti fondamentali, 5 rimbalzi, due recuperi, 4 falli subiti , 3 assist è il man of the match, vince lo scontro sia con Toppo che con il giovane Rossi, molto bene anche Franceschini che non fa rimpiangere Persico fuori a lungo per falli, coi suoi 8 rimbalzi e 6 punti, Genovese, che va a corrente alternata, ne fa comunque 12 e ritorna a tirare con buona continuità, buono il primo quarto di capitan Guerrieri, 3 punti 2 rimbalzi ed un assist e Venucci, per Mattia oggi poca gloria in attacco 3 su 12 al tiro, ma comunque 8 punti, 6 rimbalzi, 6 falli subiti e 3 assist, Iardella come al solito sempre molto vivo e combattivo porta a casa 9 punti 3 recuperi e 2 assist, ma al tiro fa solo 3 su 10 dal campo, Persico nel poco tempo in campo raccoglie 6 rimbalzi. Persico nel poco tempo in campo lotta e prende 6 rimbalzi, Bianchi oramai assurto ad arma tattica di coach Padovano svolge bene il suo compito sbagliando soltanto, come tutti in pratica, le conclusioni a canestro, clamoroso l’errore finale, che però si conclude con un sorriso vista l’impossibilità degli avversari di replicare ed infine Pedroni non si poteva certo chieder a lui in una serata così storta al tiro di togliere le castagna dal fuoco, ma si prende comunque gli applausi del pubblico per l’impegno e per un bello ed importante canestro nel quarto finale.
Insomma parafrasando un vecchio film , brutti, sporchi e cattivi … ma vincenti e questo per stavolta basta, quinto posto in classifica a due punti dalla terza e dalla quarta e a quattro dal Cecina travolto da Forlì in casa, per ora va bene così, ma sicuramente a Valsesia ed in casa con Forlì ci vorrà un altro Piombino.

 Stefanini Stefano

 

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author