Basket Golfo vincere a Torino per scalare la classifica

Sabato sera i gialloblù giocheranno al Palacus, una partita da vincere assolutamente , il CUS Torino sta attraversando un momento non facile, le difficoltà dei piemontesi, in parte già messe in conto da una società che ha deciso di puntare ancora di più degli anni precedenti sui giovani, sono accentuate da defezioni e infortuni.
A partire dalla decisione di Merlati, uno dei prospetti più interessanti arrivati dal mercato, di non rimanere a Torino, agli infortuni di Calabrese in precampionato, a quelli recentissimi di Di Matteo e Bianco, una serie di problemi che rendono ancor più irto il percorso per la truppa del bravo coach Artioli.
In questa situazione la squadra si aggrappa al suo bomber, quel Maino che con i suoi 18.5 punti di media è sul podio dei marcatori dietro ai suoi avversari di sabato sera, Gigena e Venucci, questa sfida, fra i tre migliori realizzatori del girone, è uno dei leitmotiv di questa gara, Maino coi sui 24 anni è anche il più “vecchio” di questa squadra, dietro a lui solo giocatori nati dal 1995 in avanti.
Tra i tanti giovani talenti di cui dispone, in questo avvio di campionato si sta mettendo in evidenza Dello Iacovo, 19 punti per lui nell´ultimo turno contro Piacenza e 12.3 di media stagionale, lui col 39% e Maino con un notevole 52% da tre, sono le principali bocche da fuoco dei piemontesi e gli avversari da controllare in modo più stretto.
Il CUS ha perso le prime 4 partite, contro Forlì, Faenza , San Miniato e Faenza, con scarti che vanno dal meno 17 di Faenza, al meno 36 di Piacenza ed ha raccolto i suoi unici due punti a tavolino, a Trecate, per la defezione del medico dei novaresi.
Squadra che sta soffrendo molto sotto le plance, dove in questo momento dispone solo del classe 97 Crespi e che cerca di compensare con una difesa molto aggressiva e veloce, che la colloca fra le migliori squadre per palloni recuperati.
Il Basket Golfo arriva all´incontro rinfrancato da una buonissima prestazione nel derby con Livorno, con i suoi sei punti in classifica è settima a due soli punti da un gruppo di cinque squadre, comprendente anche le favorite del torneo, Forlì, Piacenza e Cento, oltre alle sorprese San Miniato e Santarcangelo, 4 punti indietro invece rispetto alla capolista Cecina.
La vittoria a Torino le darebbe la possibilità di raggiungere qualcuna fra quelle davanti o in ogni caso rimanere agganciata alle migliori, quindi di arrivare al big match del turno successivo, quando al Palatenda arriverà il Piacenza, in una buona posizione di classifica.
La squadra sta bene sia dal punto di vista fisico, che da quello mentale, domenica con il Livorno ha anche dimostrato di riuscire a tenere alta la concentrazione per quasi tutto il match, evitando quei passaggi a vuoto che avevano condizionato i precedenti incontri.
Concentrazione che ovviamente sarà necessaria anche a Torino, onde evitare incidenti di percorso, perché anche se la differenza fra le due squadre c´è, la voglia dei giovani torinesi di fare un risultato importante ci sarà sicuramente e se dall´altra parte si peccasse di presunzione tutto potrebbe accadere.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author