'Basket On Air', Cervi: "Contro Pesaro per riscattare Strasburgo"

RICCARDO CERVI A BASKET ON AIR
“CONTRO PESARO PER RISCATTARE LO STOP CON LO STRASBURGO. NAZIONALE? ABBIAMO TUTTO PER POTER FARE GRANDI COSE”

“Giocare ogni 3-4 giorni ha dei lati positivi, quando c’è un risultato negativo c’è subito la possibilità di riscattarsi”. Queste le parole di Riccardo Cervi, centro della Grissin Bon Reggio Emilia e della Nazionale italiana, intervenuto in diretta nel corso della puntata odierna della trasmissione Basket On Air, in onda sulle frequenze di Radio Erre (95 in FM nella zona di Reggio Emilia e in streaming ai siti www.radioerre.fm e www.spor- txpress.it).

“Contro Pesaro vogliamo riscattare la sconfitta di martedì scorso contro lo Strasburgo – afferma il pivot emiliano presentando la sfida di sabato sera, quando la Grissin Bon e la Consultinvest si affronteranno nell’anticipo della quarta giornata di campionato -. Sappiamo comunque che affrontiamo una squadra da non sottovalutare. La storia insegna che si può perdere contro chiunque. In ogni caso abbiamo lavorato tanto e abbiamo grande voglia di far bene”.

Impossibile non tornare alle recenti performances della squadra di Reggio Emilia, la vittoria a Varese dopo tre tempi supplementari e la sconfitta casalinga contro lo Strasburgo in Eurocup: “A Varese è stato bello vincere, soprattutto pensando allo sforzo che abbiamo fatto. Non è stato facile rimanere concentrati per 55’ e quando si porta a casa una vittoria del genere ti dura tanto. È chiaro che forse martedì l’abbiamo pagata un po’, con lo Strasburgo forse eravamo scarichi di testa. L’Eurocup? Si sente il livello diverso dal punto di vista fisico e tattico, anche perché affrontiamo squadre organizzate e fisiche. Anche il metro arbitrale è differente, si lascia più spazio ai contatti. Ma è un particolare che a me piace molto”.

Aprendo il capitolo Nazionale il pensiero non può non andare ai prossimi campionati europei: “Anche se mancano diversi mesi, la carica è tanta: l’entusiasmo c’è, la squadra anche. Già dall’ultima estate si avvertiva una grande unione nel gruppo azzurro, abbiamo tutti voglia di far bene e di ottenere grandi risultati. Giocare a Lille in un impianto da 27mila spettatori? Personalmente non ci ho mai giocato, non vedo l’ora davvero”.
Per Cervi c’è modo di fare delle considerazioni su alcuni dei suoi compagni di maglia azzurra, da Cusin – che ha appena lasciato Sassari per accasarsi a Cremona – a Bargnani, passando per Datome, che continua a non giocare a Detroit: “Cusin ha avuto l’ambizione di cercare una squadra di alto livello. A Sassari ha avuto poco spazio, la sua decisione è stata quella di non perdere tempo e di trovarsi con una squadra che può valorizzarlo molto”.

“C’è un problema per gli italiani di andare a giocare all’estero? No, non credo: andare in una squadra di altissimo livello è qualcosa che attira molto, altrimenti se si deve andare in una squadra di livello più basso è meglio restare in Italia, anche e soprattutto per la qualità della vita”.

“Datome e il poco spazio con i Pistons? Ci sono stagioni in cui all’inizio le cose non vanne, in cui si fatica a trovare sicurezze. Con me ha sempre funzionato lasciar perdere i pensieri negativi e la ricerca della via più facile. Sono sicuro che se lui continua a lavo- rare bene, presto potrà trovare il suo spazio e in ogni caso potrà sempre dire di averci provato”.

“Con Bargnani non ho mai giocato, se verrà o meno agli Europei sarà una sua decisione. So che lui comunque sarebbe un’arma notevole a nostra disposizione, soprattutto nel ruolo di 4 può essere micidiale. Ci darebbe una mano importantissima”.

Le ultime considerazioni sono sul fatto di giocare da professionista nella squadra della propria città: “Giocare a Reggio Emilia, nella squadra della mia città, mi dà un po’ più di pressione, perché c’è un’aspettativa più alta e magari le persone che ti dicono due parole di più proprio perché ti conoscono bene. Con il passare degli anni però non sento più questa pressione e ne vedo solo i lati positivi”.

BASKET ON AIR va in onda tutti i venerdì dalle 13.30 alle 14.30 e in replica dalle 19 alle 20 su Radio Erre e in streaming sui siti www.radioerre.fm e www.sportxpress.it.
Il programma è condotto da ALESSANDRO PEDICONI, in collaborazione con DAVIDE DRAGHI e ALESSANDRO CARAFFI.

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author