Basket Ravenna, il punto sul precampionato con il DG Mauro Montini

Mauro Montini, a dieci giorni dal via al campionato, a che punto è la preparazione della squadra?
“Il pre-campionato è stato parzialmente condizionato dagli infortuni prima a Taylor Smith e poi a Michael Deloach, che ancora oggi gioca con la maschera protettiva al naso. Questi contrattempi hanno allentato il processo di amalgama che una squadra rinnovata per sette decimi come la nostra necessitava: il loro rientro in gruppo, avvenuto da una decina di giorni, ci ha permesso di procedere a passo spedito per costruire gli automatismi e sviluppare la conoscenza reciproca fondamentali per sviluppare il nostro gioco. Soltanto attraverso l’allenamento infatti, potremo sviluppare l’intesa nei movimenti e nel modo di ricevere e passare la palla propri di una squadra vera”.

Quali sono le tue aspettative per la partita di domenica contro Recanati?
“Considero il test con Recanati una sorta di prova generale in vista dell’esordio di domenica 4 ottobre contro Ferrara. Mi auguro che anche i nostri tifosi possano cogliere questa opportunità per prepararsi al campionato: vorrei vedere tante persone sugli spalti, in quella che sarà un’occasione per conoscere i giocatori, prendere confidenza con la squadra, ed entrare in clima campionato.”

 

Quello appena iniziato è stato definito “l’anno zero” dal presidente Vianello. Come ti poni nei confronti di questo concetto?

“L’estate ha portato tantissimi cambiamenti, dall’arrivo di un main sponsor con tutto il suo entusiasmo come OraSì al campo di gioco, dal campionato, che è di fatto il secondo livello nazionale, al direttore generale. Siamo consapevoli che troveremo avversari di maggiore livello ed un tasso tecnico e fisico più alto rispetto al passato: la squadra sta lavorando sodo e, anche a detta dell’allenatore, sta crescendo di settimana in settimana, aspetto che abbiamo privilegiato rispetto al solo risultato nel giudizio su questo pre-campionato. Ci faremo trovare pronti”
Tra dieci giorni OraSì Basket Ravenna farà il proprio ingresso al Pala de Andrè, prima volta storica per la pallacanestro cittadina.
“Mi auguro che il pubblico sia vicino, sostenga e aiuti il gruppo sia nei momenti positivi, sia in quelli meno semplici. Dobbiamo essere orgogliosi del fatto che questa città sia entrata nell’Olimpo del basket e consapevoli che questo progetto sia espressione dell’intera città. Nel recente passato il presidente Vianello ha compiuto sforzi enormi per portare avanti questa società, costruendo un gioiello riconosciuto in tutta Italia. Il trasferimento a un impianto storico come il Pala de Andrè sarà un ulteriore stimolo per i ravennati: la location è di per sé attraente, e lo sarà ancora di più se saremo in grado di riempirlo. Oggi ci sono le condizioni per aprire le porte alla città e fare in modo che un maggior numero di persone possa stringersi intorno a questa squadra”.

 

A proposito di legami, è encomiabile l’iniziativa dei Leoni Bizantini per il post OraSì – Recanati. “Li ringrazio di cuore per essersi confermati ancora una volta i trascinatori tra i nostri tifosi. Seguono la squadra con spirito positivo e propositivo, sempre disponibile ad aiutare la squadra: sarà un piacere poter trascorrere del tempo insieme dopo la partita contro Recanati.”

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author