Basket Ravenna, presentato Lorenzo Molinaro

Al termine dell’allenamento di oggi, Lorenzo Molinaro è stato presentato a stampa e tifosi.
Così il presidente Roberto Vianello: “Prima di introdurre Lorenzo, vorrei dire pubblicamente ciò che ho avuto modo di dire a Cicognani e alla squadra durante la cena-debito che ho pagato martedì alla squadra dopo la vittoria di Treviso. Vorrei dire che sono dispiaciuto di vedere andare via un giocatore che è sempre stato in squadra durante la mia gestione e che abbiamo aiutato sin da piccolo, quando decidemmo insieme ai genitori di affiancargli un aiuto per lo studio affinchè potesse gestire entrambi gli impegni. Sono stato uno dei principali fautori della sua partenza, perché penso che avesse bisogno di respirare aria nuova per uscire dalla situazione in cui si trova. Spero che possa trovarsi bene, poi fra qualche tempo valuteremo nuovamente questa situazione.
Per quanto riguarda Molinaro, devo dire di essere colpito dalla voglia di un ragazzo che si è svegliato alle 3 di questa mattina in Bielorussia, che ha viaggiato 11 ore fino a Ravenna e che si è presentato in campo nel giro di un’ora. Ci siamo sentiti mentre era in auto verso Ravenna, gli ho chiesto se era contento e ha risposto “Per adesso, sì!”. Da buon friulano, si è presentato con poche parole e la faccia giusta, da bravo ragazzo come li vogliamo qui a Ravenna
.”

Queste le parole del direttore generale Mauro Montini: “Sono felice di chiudere oggi un corteggiamento molto lungo, rallentato da una serie di situazioni indipendenti dalla nostra volontà e da quella di Varese, che ci hanno portato ad oggi. Ci tengo a ringraziare il presidente Vianello per la sensibilità dimostrata verso i ragionamenti che io e coach Martino abbiamo condiviso con lui, e anche oggi ha compiuto uno sforzo per completare la squadra. Devo evidenziare anche la correttezza di Varese, che al di là degli eventi ha sempre mantenuto la parola data nei nostri confronti, e la sua agenzia che è rimasta coerente e fedele anche se la trattativa è andata avanti per diverse settimane. Siamo soddisfatti di avere portato a Ravenna un giocatore con ampi margini di miglioramento, che con il suo entusiasmo potrà essere molto utile. Stiamo vivendo un momento positivo nella nostra corsa, che resta coerente con l’idea di vincere più partite possibili senza perdere di vista la situazione della bassa classifica; spero che l’arrivo di Lorenzo ci regali ulteriore benzina.”

Così coach Antimo Martino: “Ho sempre seguito Lorenzo, si tratta di uno dei giovani più interessanti della pallacanestro italiana e possiede molte delle caratteristiche che cercavamo. Ringrazio il presidente Vianello, che ci ha permesso di inserire un ragazzo che ci permette di avere più soluzioni sia in attacco che in difesa. Conto sul suo entusiasmo e sulla voglia di crescere che ci ha trasmesso sin dal primo contatto. A margine del suo ingaggio, ritengo che il fatto che una società come Varese, che ha firmato con Lorenzo un contratto triennale e continuerà ad avere un controllo sul giocatore, abbia individuato in Ravenna un contesto tecnico ed ambientale nel quale il giocatore possa crescere, sia estremamente gratificante per tutti noi. Vorrei che al termine di questa stagione sia Ravenna che Lorenzo possano dirsi reciprocamente migliorati.”

Queste le parole di Lorenzo Molinaro: “Sono felice dell’accoglienza dei miei nuovi compagni. Metterò a disposizione della squadra la mia energia, la mia tecnica e la mia voglia di fare gruppo; considero Ravenna una grande occasione per poter giocare e produrre per la squadra.
Conosco il campionato? Mi sono informato ultimamente perché volevo controllare la mia potenziale nuova squadra. So che qui si lavora molto e ne sono felice.
Partita dell’ex a Treviglio? Ho un buon ricordo di quell’esperienza, anche se si è trattato della mia prima esperienza fuori dalle giovanili e lontano da casa. Si tratta di un bell’ambiente nel quale si lavora e cresce, sarà bello cominciare questa nuova avventura in una piazza che conosco già
.”

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author