Basket Ravenna, vittoria in rimonta contro Legnano

Europromotion Legnano – OraSì Ravenna 81-92

(20-19, 48-41, 61-66)
Legnano: Navarini 6, Allodi 4, Maiocco 9, Frassineti 17, Rinke ne, Palermo 5, Martini 6, Tognati ne, Gastoldi ne, Pacher 21, Raivio 13, Battilana ne. All. Ferrari
Ravenna: Smith 16, Deloach 30, Malaventura 16, Casini 5, Cicognani 2, Raschi 6, Manetti ne, Masciadri 17, Smorto, Salari. All. Martino

Arbitri: Caruso di Castel San Giovanni (PC), Scrima di Catanzaro, Patti di Montesilvano (PE).
Note: T2: Le 27/47, Ra 24/36; T3: Le 7/20, Ra 11/23; Tl: Le 6/10, Ra 11/15.

L’OraSì coglie il terzo successo su quattro partite in trasferta, completando una straordinaria rimonta dal -7 dell’intervallo. Strepitosa la prestazione dei giallorossi, capaci di resistere al grande secondo quarto dei padroni di casa (chiuso con 8/11 da 2 e 4/7 da 3) e di prendere in mano la partita nel corso dei due quarti finali, quando le conclusioni di Deloach e Malaventura hanno fatto la differenza. Prezioso anche Masciadri, autore di 17 punti e grande protagonista nei momenti più complicati dell’incontro, così come il passo in avanti compiuto a livello difensivo nel secondo tempo ed il costante apporto della trentina di supporters giallorossi giunti da Ravenna sino a Castellanza.

L’avvio è equilibrato. Frassineti imprime il proprio marchio sulle prime cinque realizzazioni dei padroni di casa, con tre canestri e due assist per Allodi e Pacher. Per l’OraSì risponde Smith, autentico dominatore del pitturato con 7 punti e 6 rimbalzi. Il primo quarto va in archivio sul 20-19 per Legnano, preludio all’affondo firmato dai cinque punti di Frassineti e dal canestro di Pacher che forzano il timeout di coach Martino, sul 31-25 del 14’. Una schiacciata di Smith a rimbalzo d’attacco ed un canestro di Masciadri riportano sotto l’OraSì (31-29), ma tre canestri dalla distanza di Legnano (Navarini, Pacher, Maiocco, tutti a conclusione di una grande circolazione della palla) ricacciano indietro Ravenna, fino al 44-33. Una tripla di Masciadri scuote Ravenna; cinque punti consecutivi di Deloach permettono di fermare l’emorragia e di andare all’intervallo sul 48-41.

Alla ripresa del gioco è ancora Masciadri a togliere le castagne dal fuoco per l’OraSì, andando a segnare prima la tripla del 48-44 al 21’, poi un canestro in avvicinamento che vale il -6 (54-48) ed una seconda tripla in risposta a quella di Pacher, per il 59-54 del 26’. E’ su questo canestro che l’inerzia del match vira verso Ravenna. A muoverla è la difesa dell’OraSì, che si fa più intensa e chiude la via del canestro ai padroni di casa per oltre quattro minuti: è in questo periodo che Ravenna accorcia e pareggia a quota 59, con cinque punti consecutivi di Deloach. La seconda “bomba” dell’americano nel giro di 30” vale il sorpasso (59-62 al 28’), mentre due canestri in palleggio arresto e tiro di Malaventura valgono il 59-66, sull’onda di un parziale di 0-15.
Frassineti e Maiocco accorciano sul 65-66, ma l’OraSì ha la forza di mantenere la testa avanti; quattro liberi di Cicognani e Deloach rimettono due possessi di distanza tra le squadre (65-70 al 33’), lo stesso americano imbuca la tripla che vale l’allungo sul 67-75 al 35’.
Coach Ferrari chiama timeout, ma in uscita dal break una stoppata di Smith e la quarta tripla di Deloach nel secondo tempo valgono il 67-78 del 36’, che diventa 67-81 quando anche Casini trova il fondo della retina dalla distanza. Allodi e Pacher riportano Legnano sul -10, ma le mani di Deloach e Malaventura non tremano, permettendo ai giallorossi di controllare il risultato e conquistare un successo sudato e più che mai meritato.

 

 

Antimo Martino: “Mi complimento con la squadra perché una prestazione come questa, dopo la sconfitta di mercoledì con Recanati ed i risvolti che ha avuto su di noi, non era semplice. Questi punti valgono tanto per questo motivo e perché Legnano ci ha messo in grande difficoltà, giocando un primo tempo straordinario, nel quale i miei ragazzi sono stati bravi a limitare i danni. Negli spogliatoi ho detto ai ragazzi che l’unico modo per vincere era di cambiare atteggiamento difensivo, evitando di concedere altri 48 punti. Al nostro passo avanti hanno fatto eco il calo delle percentuali di Legnano ed un deciso miglioramento da parte nostra. Al di là degli aspetti tattici, pur avendo cambiato qualcosa a livello difensivo, devo dire che la grande forza di questa squadra è che si tratta di un gruppo con gli attributi. Vincere tre partite su quattro in trasferta, così come condurre per oltre 38’ sul campo di Brescia, vuol dire molto sulle qualità morali di questo gruppo. Da domenica prossima contro Chieti proveremo a invertire la rotta anche in casa, senza che questo diventi un assillo: abbiamo dimostrato che possiamo essere competitivi su tutti i campi ed a maggiore ragione vogliamo esserlo anche sul nostro. A questo proposito ringrazio i tifosi che sono venuti a sostenerci anche oggi: la loro presenza ci ha fatto piacere e ci ha regalato quel pizzico di fiducia in poi che ci ha permesso di portare a casa un altro grande risultato”.

 
Stefano Masciadri: “La nostra voglia di rivincita ha giocato un ruolo chiave in questa partita. Siamo stati bravi a restare in partita quando Legnano ha segnato molto nel primo tempo, mentre nel secondo siamo riusciti a prendere in mano l’incontro, concedendo meno dal punto di vista difensivo. Si tratta di una vittoria importante, la terza in trasferta, e siamo estremamente felici per i tifosi che ci hanno seguito da Ravenna. Questa prestazione dimostra come possiamo trovare il ritmo anche in casa. Dobbiamo semplicemente continuare sulla strada che abbiamo percorso nel secondo tempo di oggi”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author