Basket Recanati alla prova Fortitudo, coach Sacco: "Dovremmo disputare la partita perfetta"

«Contro la Fortitudo dovremo disputare una partita perfetta per uscire indenni da un campo come il PalaDozza contro una squadra come quella di Boniciolli». Coach Giancarlo Sacco non può nascondere le ovvie difficoltà della prossima sfida dell’USBR, chiamata alla trasferta di Bologna contro uno dei top team dell’intera Serie A2 Citroen.

«Prima della fine del girone di andata – continua il tecnico gialloblu alla vigilia della sua quarta presenza sulla panchina recanatese – abbiamo sfide ravvicinatissime e tutte contro squadre di prima fascia dove cercheremo di fare il meglio possibile. Questa contro la Fortitudo è una gara contro la finalista dello scorso campionato, che ha un roster consolidato, con il coach che è lì da tre anni , e che si è addirittura rinforzata con per puntare ancora più in alto. Inoltre loro vengono da una brutta prestazione come quella contro Piacenza e quindi troveremo un clima rovente in quanto la squadra sarà chiamata a una prova d’orgoglio e a un pronto riscatto. Sarà pertanto per Recanati un altro passo importante verso la sua crescita, dovremo disputare una partita perfetta sia dal punto di vista dell’intensità che della concentrazione.  Abbiamo ancora 18 partite alla fine della regular season, è importante quindi fare punti a causa della nostra precaria situazione di classifica, ma è anche vero che se riusciamo a fare una serie positiva possiamo recuperare punti preziosi e risalire la classifica visto che l’attuale distanza non è sicuramente incolmabile. Sono pertanto molto fiducioso in quanto non siamo ancora con l’acqua alla gola, anche se abbiamo sperperato un girone di andata e altre squadre non è che abbiano fatto meglio , se faremo il nostro lavoro crescendo come squadra i risultati arriveranno».

Fortitudo-USBR non può non essere una partita speciale per Gennaro Sorrentino. Un giocatore che ha lasciato un pezzo di cuore al PalaDozza e che sicuramente verrà ricoperto di applausi non appena rimetterà piede sullo storico parquet bolognese che è stato suo per tanto tempo. «Contro la Fortitudo Bologna è un match importante – dice il play napoletano – e speciale per me. Con la Fortitudo ho giocato nelle giovanili  e ho gran parte della mia carriera (106 partite comprese quelle dell’anno scorso che lo ha visto tra i protagonisti della squadra finalista per la promozione in A n.d.r.) in una città dove ho conosciuto la mia fidanzata e dove ho molti amici. Sarà pertanto una partita emozionante dove però farò di tutto per vincere e che affronterò come sempre dando il massimo. Ci siamo allenati in settimana intensamente e con grande aggressività, consapevoli dei nostri mezzi e delle nostre potenzialità e i risultati si stanno già vedendo a partire dalle partite che abbiamo disputato contro la Virtus Bologna , Treviso oltre che a Chieti. Siamo stati avanti nel punteggio sciupando purtroppo tutto nei finali perdendo soli di pochi punti. Questa è la fotografia di un pò tutto il girone di andata, ma alla luce di queste ultime prestazioni siamo sulla buona strada».

Nell’Ambalt Recanati ancora assente capitan Pierini, mentre rientrerà proprio Sorrentino rimasto al palo nel match contro Treviso per un problema muscolare avvertito nel turno precedente a Chieti. al gran completo ad eccezione del capitano Attilio Pierini che ritornerà sul parquet fra 40/50 giorni in seguito al piccolo intervento al tendine. Terzo confronto tra le due squadre dopo il 2-0 per la Fortitudo nell’anno scorso.  Vittoria in trasferta (57-63) per la formazione di Boniciolli che sbancò il “PalaCingolani” proprio a ridosso del Natale (Pierini 19,Lawson 13 per Recanati,Montano 27 e Sorrentino 13 per Bologna). Al ritorno al PalaDozza 99-77 per la Fortitudo (Flowers 28, Candi e Amoroso 14,  Lawson 24, Maspero 16).

In casa Fortitudo non è stata una settimana tranquilla. La sconfitta di Piacenza ha fatto saltare i nervi a coach Boniciolli che pretende proprio contro Recanati tutt’altro atteggiamento rispetto a quello avuto dalla sua squadra nell’ultima uscita. La squadra affidata all’esperto tecnico triestino è stata costruita per fare meglio di quella dell’anno scorso che seppe arrivare a una partita dallo storico ritorno della “F” scudata in Serie A.  Un obbiettivo che per ora non sembra raggiungibile ma proprio nella stagione passata la crescita è arrivata nel girone di ritorno e c’è ancora tempo per puntare laddove si vuole arrivare. Negli ultimi giorni sotto le Due Torri si è parlato anche di mercato e correttivi da apportare a una squadra che ha ottimi giocatori a partire da un quintetto formato dal gioiellino classe ’97 Leonardo Candi, in cabina di regia, un back court formato da Davide Raucci e dallo sloveno Mitja Nikolic, arrivato a inizio novembre per sostituire Roberts. Più vicino a canestro un “tale” Stefano Mancinelli e a Justin Knox a ricoprire lo spot di centro. La second unit biancoblu vede atleti del calibro di Montano, Italiano, Ruzzier, Gandini e Campogrande. Roster lungo e completo che permette a coach Boniciolli un’ampia scelta nelle rotazioni.

Al PalaDozza palla a due alle ore 18.00. Arbitri dell’incontro: Boscolo Enrico di Chioggia (VE) – Salustri Valerio di Roma (RM)- Callea Marcello di Porto Torres (SS).

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author