Basketball Lamezia, Pisani: "Stagione per ora a gonfie vele"

Tempo di primi bilanci in casa Basketball Lamezia. Dal comunicato dell’Ufficio Stampa Basketball Lamezia, ecco le dichiarazioni del co-presidente Carmelo Pisani.

Devo dire che l’estate appena trascorsa, per diversi motivi, non faceva presagire all’inizio di una stagione esaltante. Ci siamo mossi con estremo ritardo e abbiamo cambiato in corsa quelli che erano i programmi fissati per raggiungere gli obiettivi che comunque non sono mai cambiati nelle nostre teste. Ciò premesso, ci siamo messi in moto e abbiamo dato il via alla costruzione della struttura che oggi sta facendo così tanto bene, a partire da coach Ortenzi e a finire agli innesti dei tre ragazzi “stranieri” che, aggiunti ai nostri, stanno dando vita ad uno splendido inizio di stagione agonistica, ma ancor di più ad un gruppo di amici che sia dentro che fuori dal campo è un piacere osservare. Un giusto mix di giovani e meno giovani, che sono certo continuerà a darci le soddisfazioni che fino a questo momento ci sta dando, ribadisco, perché è importante, sia all’interno che al di fuori del rettangolo di gioco. Lo dico perché credo che sia questa l’arma in più ovvero quello che potrebbe rendere un gruppo di individualità molto buone, una squadra fortissima“.

Ormai è il mio terzo anno in questo ruolo e la crescita del livello generale è stata esponenziale. Non esiste una partita scontata e si assiste costantemente e su ogni campo a partite molto interessanti e divertenti, dagli alti contenuti tecnici. A tal proposito sento di dover aprire una piccola parentesi per esprimere il mio più completo disappunto verso tutti quelli che da inizio stagione non fanno altro che sottolineare in maniera negativa la presenza nei roster di stranieri. Credo che tale strada, nei limiti che la federazione concede, non può che portare giovamento a tutto il movimento, ritengo che se oggi si può parlare di questo accresciuto livello tecnico e di questo spettacolo su tutti i campi è anche per questo motivo. Il nostro obiettivo è si quello di ben figurare in campionato e magari migliorare quello che si è fatto nella stagione passata, ma anche quello di creare un effetto attrattivo nei confronti della nostra società e di questo sport, sia in città che fuori e se l’aiuto di questi ragazzi, che non dimentichiamo lasciano tutto per arrivare qui da noi in mezzo a mille difficoltà, serve a questa causa allora che ben venga! Il pubblico nella media di 700 a uscita e l’aumentato numero di iscrizioni ai nostri corsi giovanili dà ragione a questa valutazione, se a questo si aggiungerà anche il risultato finale positivo, il compito di noi dirigenti e amanti di questo sport sarà stato raggiunto a pieno“.

Sabato torniamo in campo e sarà una partita dal sapore particolare in quanto Lamezia troverà per la prima volta dopo due anni da avversario Coach Iracà e i suoi ragazzi. Non sarà di certo una partita facile contro la società che ha fatto la storia del basket in Calabria. Una struttura solida che con l’esperienza di Pasquale non può che migliorare sempre di più. Realtà come queste non hanno bisogno di prendere le motivazioni da una sconfitta, se conosco bene il Coach riuscirà a far trovare gli stimoli per il solo fatto di mettere piede in campo, qualsiasi sia l’avversario. Credo che un pizzico di emozione ci sarà anche in lui e chissà che questo non gli permetta di fare qualche errore di impostazione della gara o qualche cambio sbagliato che ci favorisca. Ovviamente scherzo sarà una partita secondo me molto spettacolare con a confronto un gruppo di talentuosi ragazzi con ampi margini di miglioramento davanti e un gruppo un po’ più esperto, sarà il campo a dire chi la spunterà, augurandomi naturalmente che sia la mia squadra“.
Il Basketball Lamezia di sicuro vuole continuare a percorrere i solchi tracciati nella stagione passata e quelli che stiamo tracciando adesso. Di sicuro non vogliamo perdere mai di vista il settore giovanile che è la parte più importante dell’intero movimento, il mio sogno sarebbe quello tra un po’ di anni di avere un roster importante fatto per la maggior parte di atleti cresciuti nella nostra cantera e devo dire che in tal senso c’è un gruppo di ragazzini che mi fa ben sperare”.
Quanto alla prima squadra, quando abbiamo messo in piedi l’attuale struttura societaria, ci siamo fissati come obiettivo quello di superare il livello massimo che il basket ha raggiunto negli anni passati, certo con le attuali formule promozione e col livello che il basket sta raggiungendo oggi, specie fuori regione, il compito non si presenta come il più facile, ma senza falsa modestia e senza fare troppi giri di parole speriamo con tutte le nostre forze e non solo, di riuscire a regalare alla nostra città, tanto bistrattata e posta troppo spesso sotto i riflettori per situazioni poco piacevoli, un momento di felicità sportiva. Credo che la serie B dopo tanti anni di sacrifici e di gavetta questa città la meriti ampiamente“.

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author