Battaglia dura, Proger in scena contro Imola e il suo triangolo offensivo

Se il triangolo avesse la possibilità di parlare, direbbe allo stesso modo che Dio è eminentemente triangolare. (Spinoza)

 

Il nome di Morice Frederick “Tex” Winter ai più non dirà nulla ma di certo nessun vero malato di basket può disconoscerlo. Cosa centri con la partita tra la Proger e Imola il vecchio e arzillo Tex Winter è presto detto. Ci soccorre in aiuto, a tale proposito, coach Galli : ”Incontriamo quella che per molti – ma non per me- è stata la sorpresa del campionato. Imola è sicuramente una squadra molto forte, che ha dimostrato sul campo di valere le prime posizioni e che è allenata benissimo da Giampiero Ticchi, il quale, secondo me, merita il premio come migliore allenatore della stagione. Imola gioca una pallacanestro totalmente diversa alla nostra, pratica ‘il triangolo’ ed è composta da grandi attaccanti”. Proprio così Imola gioca con attacco triangolo, diventato famoso in tutto il mondo cestofilo grazie a Tex Winter che lo sviluppò e perfezionò come Triangle offense o Triple-Post offense. Una filosofia offensiva più che uno schema come tanti altri, diventato celebre grazie a Phil Jackson, che utilizzandolo sia a Chicago che a Los Angeles, è diventato in NBA “il signore degli anelli”, vincendo ben undici titoli. Inutile e fuori luogo sarebbe entrare nel dettaglio della “mezza ruota” o del “button hook”, dei tagli individuali e delle applicazioni sul lato forte e sul lato debole. Una grammatica e un lessico, questo, da iniziati e non da appassionati. Ci basti solo intendere da profani che questo gioco di sistema presuppone un organico ricco di uomini con buona predisposizione all’attacco, capaci di rispettare tra loro le distanze e gli spazi a loro assegnati, di muoversi con e senza palla e soprattutto di giocare in modo altruista. Un gioco per attaccanti altruisti ? Quasi una dicotomia ma qualcosa di eccitante ed estremamente efficace quando si riesce a metterlo in pratica. E che Giampiero Ticchi, coach imolese con trascorsi di A1 a Pesaro, ci sia riuscito in pieno è un dato di fatto. Imola è seconda in classifica, con uno score di 13 partite vinte e cinque perse, e con cinque nelle ultime sei gare. Il suo Kobe Bryant risponde al nome di Karvel Anderson, capace se carburato al punto giusto non solo di attaccare il ferro con cambi di passo folgoranti ma anche di tirare oltre la linea dei 6.75 con precisione chirurgica. Ad Imola il buon Galli seppe annullarlo o quasi, anche se fu inutile perché al suo posto furono altri a sostituirsi come eroi di giornata. Cosa che non riuscì a Roseto quando dopo l’intervallo lungo Anderson sfornò un trentello che affondò la barca degli Sharks.

Compito duro, allora, ancor più duro di quello che ci si possa attendere scorrendo i nomi che compongono il roster romagnolo. Se a questo si aggiunge la difficile settimana occorsa ad Armwood, alle prese con una distorsione al ginocchio destro che lo ha tenuto fermo fino a tutto giovedì, ci si rende conto compiutamente delle difficoltà che i ragazzi di Galli dovranno superare per riuscire a tornare alla vittoria. Galli e Ticchi, amici “nemici di giornata”, si conoscono alla perfezione e sarà molto difficile che l’uno possa sorprendere l’altro con qualche invenzione tattica. Il motivo dominante sarà quello che vedrà la difesa delle Furie fronteggiare il triangolo offensivo di Imola. Riuscisse la Proger ad inceppare gli oliati meccanismi d’attacco dei romagnoli il più sarebbe fatto. Per Massimo Galli è però del tutto chiaro che la Proger che scenderà in campo domenica dovrà essere molto diversa da quella molle e sfilacciata vista all’opera a Ferrara : “Dobbiamo sicuramente mostrare una faccia molto diversa rispetto a quella apparsa a Ferrara, giocando con molta più umiltà e molta più energia per poter stare alla pari con una squadra di tale livello. L’infortunio di ‘Zeek’ Armwood pare fortunatamente di poco conto, valuteremo in questi giorni le sue condizioni per decidere concordemente se utilizzarlo o meno domenica prossima”.

Tra i giocatori, questa volta deputato a parlare è Jacopo Vedovato, uno dei pochi mostratosi in buona forma nella sciagurata trasferta di Ferrara : “ È sicuramente una partita molto difficile, contro una squadra in ottimo stato di forma e che si posiziona in classifica nella seconda piazza. Domenica scorsa non abbiamo giocato di sicuro una buona partita a Ferrara, siamo partiti sottotono e non siamo stati in grado di avere una reazione, perdendo male. Domenica prossima dovremo sicuramente cambiare mentalità. In questa settimana ci stiamo allenando molto intensamente perché vogliamo arrivare all’impegno preparatissimi: dopo Imola avremo Brescia e Mantova e portare a casa punti da queste partite non può che farci comodo. In queste ultime cinque gare abbiamo dimostrato di giocarcela con tutti e quindi non vedo perché dovremmo buttare via tutto quello che di buono abbiamo fatto finora: abbiamo la possibilità di far bene e impensierire qualsiasi tipo di avversario”.

Sul fronte opposto Giampiero Ticchi tace, lasciando il posto nella conferenza stampa anticipatori della gara al suo vice, Lorenzo Belmonte : “Domenica affrontiamo Chieti, una formazione ben strutturata e guidata da un ottimo coach come Massimo Galli. Se escludiamo l’ultimo stop a Ferrara stanno dimostrando di essere in un grande momento sia a livello di vittorie che a livello di gioco, e questo è presto spiegato se guardiamo il talento e la stazza fisica che hanno a disposizione. Squadra ben allestita e bilanciata, con tanti giocatori che possono ricoprire più ruoli come Monaldi, Lilov, Allegretti, Sergio con Armwood che porta atletismo e solidità difensiva. Tutti possono essere pericolosi, soprattutto in casa dove Chieti è brava ad imporre il proprio ritmo. Noi andremo là, in un campo difficile, cercando di mettere la nostra impronta sulla partita, per limitare i loro punti di forza ed esaltare i nostri”.

Il settore medico delle Furie, come detto, ha lavorato duramente in settimana. Lunghe sedute di recupero per Armwood che ad oggi sembra possa farcela a scendere in campo, mentre resta ancora qualche dubbio sulle condizioni del giovane Sipala, alle prese con un affaticamento agli adduttori che lo ha limitato non poco negli allenamenti. Per i romagnoli è in dubbio invece Sgorbati, a causa di un riacutizzarsi del problema muscolare che lo infastidisce da tempo. Sarà una decisione dell’ultimo minuto a determinare se il giovane classe ’97 sarà della partita o meno.
In occasione della gara di domenica va segnalato che sarà presente una delegazione della Social Basket Cup 2015/16, che distribuirà gadget agli spettatori. Segnaliamo che in questo gioco di simulazione la Proger Chieti si preannuncia tra le protagoniste più agguerrite del campionato che si sta svolgendo tra le pagine Facebook. Dopo il grande successo dello scorso anno, il campionato cestistico più social della rete e le tifoserie italiane hanno ricominciato a sfidarsi in un’avvincente gara di voti. È possibile trovare l’app del gioco su Facebook, digitando le parole chiave Social Basket Cup! Il regolamento è disponibile al link http://news.superscommesse.it/iniziative/social-basket-cup-2015-2016.html Per i sedicesimi di finale la nostra squadra sta affrontando a viso aperto l’Assigeco Casalpusterlengo e grazie all’affetto dei numerosi tifosi ha ottenuto finora il vantaggio con un punteggio di 40 a 25. La Proger Chieti quest’anno può davvero conquistare la parte alta della classifica!Il campionato è del tutto innovativo perché per la prima volta i tifosi ne sono i veri protagonisti: sono infatti loro a stabilire chi vincerà i match votando le pagine Facebook in sfida.Giocare è divertente e gratuito. Dopo aver visitato la pagina Facebook di ogni compagine, i tifosi possono votare assegnando a ciascuna un punteggio che va da 0 a 5 stelline. Il club che ottiene il punteggio più alto accede al turno successivo, l’altro abbandona la gara. Il campionato è suddiviso in 5 giornate di gioco, dai sedicesimi alla finalissima. Per ogni turno, i tifosi sono chiamati a valutare un aspetto diverso delle pagine ufficiali delle squadre, fino ad arrivare alla grande finale che decreterà la squadra Campione d’Italia di Social Basket Cup.

Appuntamento alle ore 18.00 di domenica 31 gennaio, presso il Palatricalle di Chieti. Arbitreranno Materdomini, Triffiletti e Mottola. Diretta streaming su LNP TV Pass: https://tvpass.legapallacanestro.com/index.php/2015/09/21/proger-chieti-vs- andrea-costa-imola/?lang=it  .

 

 

AREA DELLA COMUNICAZIONE PALL. CHIETI

UFFICIO STAMPA

MASSIMO RENELLA

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author