BCC Agropoli: radunata la squadra per l'esordio in serie A2

Si è radunata ieri sera al PalaDiConcilio l’intera rosa del Bcc Agropoli, che questa stagione parteciperà, per la prima volta nella sua storia, al campionato di serie A2. Un bagno di folla ha accolto la squadra allestita dalla dirigenza biancoblù, che oggi stesso inizierà gli allenamenti agli ordini di coach Paternoster. Un precampionato, fatto di ben nove gare amichevoli, condurrà lentamente la truppa cilentana all’esordio ufficiale, previsto per il prossimo 4 ottobre. Questo il calendario degli impegni precampionato: il 29 agosto in casa contro Allianz San Severo (serie B), replicata poi a campi invertiti il 9 settembre; il 5 settembre al PalaMangano contro la Cesarano Scafati (serie B), replicata poi a campi invertiti il 16 settembre; il 12 e 13 settembre, quadrangolare a Bisceglie con i padroni di casa (serie B), l’Allianz San Severo (serie B) e la Bawer Matera (serie A2); il 19 e 20 settembre al PalaDiConcilio per il XIV Memorial “Vittorio Dalto”, al quale parteciperanno la Virtus Cassino (serie B), la Bawer Matera (serie A2) e la Givova Scafati (serie A2).

Rispetto alla passata stagione, l’organico agropolese, allestito in tempi record dalla dirigenza, è completamente rinnovato e si presenta come un ottimo mix di atleti giovani e promettenti (come Bolpin, Di Prampero, De Paoli e Merella) ed altri navigati ed esperti (come Santolamazza, Tavernari, Carenza, Spizzichini e Trasolini), con la punta di diamante rappresentata dallo statunitense Roderick. «E’ stato abbastanza complicato partire con notevole ritardo rispetto a tutte le altre – ha ammesso il direttore sportivo Franco Di Sergio – perché non c’è stato il tempo di programmare, visto che fino ai primi giorni di agosto siamo stati nell’incertezza di quale campionato avremmo dovuto affrontare. Comunque sono soddisfatto della squadra, che, in simbiosi con il coach, siamo riusciti a costruire, cercando, come al solito, di mantenere un certo equilibrio fra i ruoli e stabilendo delle gerarchie precise all’interno del roster».

E’ la prima volta in assoluto che la società agropolese partecipa al secondo campionato nazionale, conquistato grazie al ripescaggio scaturito dall’esclusione dell’Azzurro Napoli, retrocesso in serie B per irregolarità amministrative. Un traguardo storico per il sodalizio di patron Giulio Russo, che dovrà dimostrare di meritare la categoria e soprattutto di conservarla il più a lungo possibile. «La partecipazione al campionato di serie A2 è una cosa fino a qualche anno fa inimmaginabile per una piccola realtà come la nostra, anche se non così giovane, visto che nel 2016 festeggeremo i 50 anni di vita. La nostra è stata una crescita graduale, fatta di continuità, visto che io come direttore sportivo e Giulio Russo prima come amministratore e poi da presidente, ci occupiamo della società dal 1988. E’ stata veramente una grande impresa conquistare la serie A2 – ha incalzato il dirigente salernitano – ed ancora più grande sarà l’impresa che tenteremo di compiere cercando di mantenerla. Sarà questo il nostro obiettivo principale, insieme a quello di ripagare l’enorme affetto che ci circonda da parte di tutti, a partire dalle autorità comunali, dagli sponsor e dagli sportivi agropolesi».

Non sarà semplice per i biancoblù riuscire a conquistare la permanenza nella categoria, al cospetto di formazioni ottimamente attrezzate. «Oltre al ritardo con cui siamo partiti per preparare la nuova stagione, c’è anche la difficoltà di essere capitati nel girone ovest, che, secondo me, è quello più competitivo – ha concluso il diesse – dove ci sono della ottime squadre, come Agrigento, Reggio Calabria, Scafati e Ferentino».

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author