BCL, la Dinamo cade 95-80 a Burgos e viene eliminata

La Dinamo Banco di Sardegna non trova l’impresa sul parquet spagnolo del Pabellon Coliseum di Burgos e cede al San Pablo 95-80. Dopo un avvio di grande energia e un +16 scritto dopo i primi 7’ di gioco con un primo tempo sontuoso dall’arco, Spissu e compagni concedono la rimonta ai padroni di casa che chiudono avanti il primo tempo e dilagano nel secondo. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco salutano dunque la Basketball Champions League dopo il primo turno dei playoff, ai sassaresi non basta il season high europeo di Marco Spissu (24 punti, 5/7 da tre, 5 as) e i 22 punti in due della coppia Coleby-Evans.

Starting five biancoverde con Spissu,Bilan, Evans, Pierre e Vitali, Burgos risponde con Clark, Fitipaldo, Benite, Salvo e Lima. Avvio sprint dei sassaresi che piazzano un break di 7 lunghezze: apre i giochi Spissu seguito dalla bomba di Evans ed è Bilan ad allungare il gap. I padroni di casa si iscrivono a referto con Clark dopo oltre 2’ di gioco, ma il Banco aggredisce la partita e trova subito grande fiducia dall’arco. I sassaresi scrivono un sontuoso 7/7 dall’arco e firmano il +16. Ma Burgos rientra in partite e trova fiducia con Rivero, McFadden e Benite, il primo quarto si chiude 21-32. In avvio della seconda frazione gli spagnoli si prendono l’inerzia siglando un parziale da 12-2 che costringe coach Pozzecco a chiamare minuto. I ragazzi di Pennaroya mettono la testa avanti ma ci pensa Spissu, autore di un primo tempo da 17 punti con 6/7 al tiro e 4/4 da tre, a sbloccare i suoi. McFadden dall’arco scrive il 41 pari, Bilan tiene i biancoverdi a contatto, alla seconda sirena Burgos avanti di misura 45-43.

Il secondo tempo si apre con un 6-0 del San Pablo, Bilan ferma il break avversario dalla media ma il Banco fatica a trovare il canestro. Botta e risposta dall’arco tra Bassas e Gentile, Rivero firma il +10 dei padroni di casa. Coleby si iscrive a referto con due schiacciate che sembrano suonare la carica agli isolani, Benite però è implacabile. Gentile viene espulso dal match, Benite ringrazia e infila 6 punti che dicono +15 Burgos. Bucarelli e Spissu accorciano dalla lunetta, Coleby riporta i suoi a -10. La tripla di Fitipaldo chiude la terza frazione 74-61. Coleby e Pierre accorciano a cronometro fermo ma Burgos resta in controllo. Spissu prova a suonare la carica a i suoi seguito da Smith ma quando mancano 5’ gli spagnoli conducono 84-71. La Dinamo non riesce a invertire l’inerzia e trovare la reazione per riportarsi a contatto: la corsa del Banco in Basketball Champions League al Pabillon Coliseum di Burgos. Gli spagnoli conquistano il Game 2 95-80 e staccano il biglietto per i Quarter finals.

Il commento a caldo di coach Gianmarco Pozzecco: “Prima di tutto voglio congratularmi con Burgos che ha meritato di vincere giocando forte, con grinta: faccio le mie congratulazioni allo staff, alla squadra e a tutto il club che ha meritato di passare il turno. Ovviamente per noi non era semplice giocare, siamo arrivati due giorni fa e ci siamo trovati in difficoltà, chiusi in albergo, non sapendo cosa fare e preoccupati per quello che stava accadendo. Magari qualcuno non sapeva che situazione viviamo in Italia, in campionato abbiamo dovuto giocare senza pubblico, una scelta difficile che però è l’unica per garantire a tutti noi di essere protetti e in salute. Spero che adesso sia chiaro che purtroppo questa è l’unica via per uscirne e preservarci. Come saprete ieri eravamo vicinissimi a tornare a casa ma sono stati i miei giocatori che hanno deciso di restare e giocare la partita, per me è la dimostrazione del carattere dei che ragazzi ho la fortuna di allenare, sono molto orgoglioso di loro”.

Sulla partita: “Abbiamo giocato un primo quarto perfetto con ottima energia e buone soluzioni offensive, poi Burgos ha alzato il quintetto con Clark da tre e Rivero mettendoci in difficoltà sia in attacco sia in difesa. Generalmente la nostra arma per annichilire l’avversario è andare dentro, nel primo tempo abbiamo costruito il vantaggio con tiri da fuori e giocate in postbasso, ma come loro hanno cambiato assetto abbiamo faticato a restare in partita e abbiamo perso lucidità”.

L’analisi di Marco Spissu: “Siamo partiti bene con grinta e una bella difesa tosta, poi abbiamo perso un po’ di energia. Non è una scusa ma per questa situazione non ci siamo allenati per due giorni, poi nel secondo tempo abbiamo perso inerzia, sciupando tiri aperti e perdendo troppi palloni in maniera stupida, perdendo fiducia a ogni possesso. Loro invece hanno trovato fiducia e canestri aperti, gestendo la partita e vincendo meritatamente. Mi voglio congratulare con Burgos per aver passato il turno”.

San Pablo Burgos 95 – Dinamo Banco di Sardegna 80

Parziali: 21-32; 24-11; 29-18; 21-19.

Progressivi: 21-32; 45-43; 74-61; 95-80.

San Pablo Burgos. Clark 22, Fitipaldo 3, Benite 15, Barrera, Vega,  Salvo , McFadden 12, Rivero17 , Bassas 17, Lima 3, Apic 8. All. Joan Pennarroya

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 24, Bilan 10, Smith 6, Bucarelli 2, Devecchi, Sorokas 1, Evans 11, Magro, Pierre 5, Gentile 5, Coleby 11, Vitali 5. All. Gianmarco Pozzecco.

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna.

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.