BCL, Round of 16: pareggio tra Le Mans e Virtus Bologna. All'Arena Antares finisce 74-74

E’ finita con un pareggio il match d’andata del Round of 16 di Basketball Champions League tra Le Mans e Virtus Bologna, con la partita dell’Arena Antares che termina 74-74. Una sfida guidata a lungo dai felsinei di coach Sacripanti, che rischiano con il sorpasso dell’ultimo minuto dei padroni di casa, assicurandosi poi il pari con un tap-in di Moreira. Chiaramente si deciderà tutto al PalaDozza la prossima settimana. Da sottolineare l’esordio in bianco-nero di Mario Chalmers, che mette a referto 7 punti, 3 rimbalzi e 3 assist in poco meno di 12′.

La Segafredo scende in campo con un quintetto composto da Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e Moreira. Avvio all’insegna delle triple messe a segno dalle due squadre, con M’Baye subito caldo per gli ospiti. Il momento di Mario Chalmers arriva a 3’18” dalla prima sirena, entrando subito in ritmo con un’entrata in velocità (più fallo, e gioco da 3 punti non concretizzato) e un assist per la terza tripla di giornata di M’Baye (19-22). Al 12′, la Virtus conduce 21-24. In avvio di secondo quarto, sono Hendrix e Kravic ad ergersi a protagonisti, con sei punti a testa. A 4′ dall’intervallo lungo, è Taylor a mettere il canestro del +6 (30-36 con 4′ da giocare); Punter fallisce il +8 in un paio di occasioni, e il Le Mans si rifà sotto con Ray e Bigote (34-36, con 1’30” sul cronometro). Alla pausa lunga, i ragazzi di Sacripanti guidano di un possesso (38-40).

Parte bene la Segafredo in avvio di quarto periodo, sia in attacco che in difesa. Taylor e Punter lanciano una nuova fuga, con il primo che mette sei punti personali sui primi otto di Bologna, per il nuovo +8 (40-48), confermato poco dopo. I francesi faticano, sbagliano molto in attacco; ma c’è di nuovo Bigote a tirarli fuori dai guai e a dare il via al rientro dei francesi. L’inseguimento lo chiude Ray, sul 53-53 (2′ dall’ultima pausa). I liberi di M’Baye e Kravic permettono alla Virtus di portarsi al 30′ sul 55-59. Chalmers apre il quarto periodo dalla lunetta per il 55-61, ma Le Mans trova Clark per il -2 (59-61) e manca di un soffio la tripla del sorpasso. Non è un momento facile per la Virtus, che difende bene ma fatica tanto in attacco. Le Mans, dopo una fase di stallo alquanto lunga, trova il sorpasso con una bomba di Ray (66-64 a 4’15” dalla sirena).

Bologna reagisce con i M’Baye, Punter e Moreira, per un nuovo +4 quando sul cronometro mancano 1’48” (68-72). Ma una bomba di un quasi inarrestabile Bigote riporta ad un’incollatura Le Mans (71-72), mentre Ray, con un 3/3 dalla linea della carità, da un nuovo vantaggio ai transalpini (74-72 a 22″ dal termine). Ultima azione: Punter si prende la tripla della vittoria, la sbaglia, ma sul rimbalzo il più lesto è Moreira che, in tap-in, firma il 74-74 con cui termina la sfida.

LE MANS: Thompson, Ray 21, Bigote 25, Clark 10, Yeguete 8, Hendrix 8, Eito, Tarpey, Cornelie 2, Dohou ne, Tabu. All. Bartheceky

VIRTUS SEGAFREDO: Taylor 13, Punter 6, Aradori 10, M’Baye 13, Moreira 6, Martin 6, Pajola ne, Baldi Rossi 2, Cappelletti ne, Kravic 11, Chalmers 7, Cournooh. All. Sacripanti

Commenta
(Visited 51 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.