BCL, Semifinale: la Virtus va in finale. Bamberg dominato 67-50

Comincia subito nel segno della Virtus Bologna la Final Four di Basketball Champions League. Ad Anversa, la squadra di coach Djordjevic conquista il pass per la finalissima di domenica, schiantando i tedeschi del Brose Bamberg, allenati dall’italiano Federico Perego, con il punteggio di 67-50. E’ Kevin Punter il protagonista assoluto del match per i felsinei (21+8 rimbalzi), mentre per il Bamberg, in enorme difficoltà in attacco (17/66 e 25.8% dal campo), non è bastato Tyrese Rice (21 ma 6/20 al tiro).

LA PARTITA – Djordjevic sceglie inizialmente Taylor come play, Punter suo compagno di reparto, Martin e M’Baye in ala, Moreira al centro; Coach Perego ribatte con Zisis, Rice, Olinde Alexander, Heckmann. Punter sblocca la partita per la Virtus, mentre Zisis fa lo stesso per i tedeschi, in quello che sarà l’unico pari del Bamberg (2-2). Nelle prime fasi, i bianconeri guidano nel punteggio, ma non sembrano riuscire a fare la differenza, con Rice che, dalla lunetta, firma il -1 (12-11 a 3’52” dalla prima pausa). Il quarto iniziale, però, si conclude con un 10-0 firmato Kravic (7 punti per lui nel parziale). Al 10′, Bologna conduce 22-11.

Nel secondo periodo, le squadre faticano a trovare la via del canestro; il Bamberg prova a partire da una buona difesa per imbastire una rimonta, la quale però è davvero complicata, dati gli innumerevoli errori al tiro. La Virtus, così, trova il +14 con un layup di Aradori (29-15 a 5’40” dalla pausa lunga). Sussulto dei tedeschi con un mini-break di 2-8 (31-23 e 3’30” da giocare); la reazione dei ragazzi di Djordjevic è però immediata, e porta al +17, firmato Punter da oltre l’arco (42-25 a 37″ dalla sirena). Un 2+1 di Rubit permette al Bamberg di tornare negli spogliatoi sotto ‘solo’ di 14 lunghezze (42-29).

Il copione non muta al rientro in campo. Pur non brillando (quantomeno come percentuali), la Virtus soffoca l’attacco del Bamberg con una difesa pressoché perfetta in tutti i suoi elementi. Le triple di M’Baye e Punter valgono un +20 che sa già di sentenza (48-28 a 7’51” da fine terzo periodo); gap ribadito da Aradori a 2’53” dall’ultimo intervallo (53-33). Perego prova a strigliare i suoi, che chiudono la terza frazione sotto nuovamente di 14 (53-39).

Gli ultimi 10′ si aprono con un’altra bomba di Punter, seguita dal 2/2 di Taylor e dal layup di Moreira (60-39 con 7’11” sul cronometro); il Bamberg non segna un canestro manco per sbaglio, e i ragazzi di coach Djordjevic volano fino al +24 con un gioco da tre punti dell’inarrestabile Punter (63-39 a 6’41” dalla fine). Il sipario cala praticamente qui. Il resto del quarto periodo è di pura gestione per la Virtus, che la chiude 67-50 e si appresta a capire chi, tra i padroni di casa dell’Antwerp e gli spagnoli dell’Iberostar Tenerife, affronterà in finale.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA (ITA) – BROSE BAMBERG (GER) 67-50

Progressivi: 22-11; 42-28; 53-39; 67-50.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Punter 21, Martin 2, Moreira 5, Pajola, Tony Taylor 5, Baldi Rossi 5, Cappelletti, Kravic 8, Chalmers 5, Aradori 6, M’Baye 9, Cournooh 1. All. Sasha Djordjevic.

BROSE BAMBERG: Hickman 4, Rice 21, Zizis 4, Stuckey, Schmidt, Olinde, Harris 9, Rubit 5, Alexander 3, Heckmann 2, Bryce Taylor 2, Kulboka. All. Federico Perego.

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info