Benacquista Latina-Givova Scafati 74-61, Latina fa valere il fattore campo

Senza l’infortunato Rullo, la Benacquista Latina ha fatto valere il fattore campo e si è imposta 74-61 sulla Givova Scafati, nella terza giornata di ritorno del girone ovest del campionato di serie A2. E’ stata partita vera fino all’intervallo tra i due quintetti, che si sono fronteggiati a viso aperto e giocato ad armi pari. Dagli spogliatoi è però rientrata in campo una Benacquista più determinata e motivata a fare risultato, che ha trovato subito il vantaggio e lo ha saputo preservare fino alla fine. La buona verve del settore lunghi gialloblù e la solita intensità difensiva non sono bastate per fare risultato e tenere testa ai padroni di casa fino alla sirena conclusiva. Le inferiori percentuali al tiro dei viaggianti in ogni posizione del campo, alla fine, hanno inciso sul risultato, che ha premiato Arledge e compagni. La Givova se ne ritorna a Scafati a mani vuote, ma con la consapevolezza di avere le carte in regola per uscire da questo momento negativo.

I primi minuti di gioco sono caratterizzati da ritmi elevati e grande intensità. Una tripla di Ammannato al 4’ firma il primo vantaggio scafatese (6-7). La Givova riesce a tenere il naso avanti ed allungare sull’avversario, grazie ai centri di Crow e Johnson (13-17 al 8’). La reazione dei locali è immediata, ma non va oltre il 19-20 di fine primo quarto.

Reattività ed intensità caratterizzano anche il gioco della seconda frazione, nella quale i viaggianti riescono a conservare la testa della sfida, grazie all’ottima organizzazione di Naimy e alla fisicità di Johnson sotto i tabelloni (21-24 al 12’). I nerazzurri non ci stanno, hanno un sussulto d’orgoglio e, con Arledge e Pastore sugli scudi, riescono a riportarsi avanti 28-27 al 15’ e, grazie a Deshields, a spingere addirittura fino al 35-29 del 17’. Scafati prova a sbloccarsi e riprende a giocare con i propri lunghi (bene Fantoni e Johnson), autentici dominatori del pitturato, che piazzano il minibreak di 0-6, che riapre i giochi all’intervallo (35-35).

I primi minuti della ripresa sono all’insegna degli errori su entrambi i fronti del gioco. E’ Arledge al 22’ (38-35) ad indicare la strada da percorrere ai propri compagni, che di lì a poco allungano sull’avversario (42-37 al 24’). I pontini approfittano di qualche errore offensivo dei gialloblù per allargare la forbice del divario (48-41 al 27’). La Givova fatica a trovare la via del canestro e lascia il campo al gioco in transizione dei locali, che chiudono avanti 53-45 la terza frazione.

Prima Pastore e poi Arledge firmano il massimo vantaggio nerazzurro (60-47 al 33’). Scafati reagisce e, stringendo le maglie della difesa (a zona) ed affidandosi ai soliti Fantoni e Johnson, ben coadiuvati da Crow, riesce a ridurre le distanze (65-57 al 37’). E’ però ancora poco per riuscire ad impensierire i padroni di casa, che, grazie ad Arledge, mettono in ghiaccio la sfida, condannando la compagine dell’Agro alla sconfitta per 74-61.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Complimenti a Latina per la partita che ha disputato, nonostante le difficoltà date dall’assenza di un atleta importante come Rullo, ma tutti i suoi compagni hanno dato in campo il contributo necessario per raggiungere la vittoria. Noi abbiamo giocato discretamente bene per tre quarti, poi abbiamo avuto problemi soprattutto dal punto di vista mentale, come spesso è accaduto, disunendoci alle prime difficoltà. Non è un problema fisico, ma di mancanza di ricambi ed in particolare di una guardia tiratrice. In questi mesi di permanenza scafatese, ho riscontrato che questa squadra ha grossi limiti caratteriali. Quanto accadrà da domani sarà la conseguenza di tutto ciò. Non è infatti concepibile che, nei momenti cruciali dell’incontro, gli atleti si dimentichino i giochi, si prendano tiri fuori equilibrio e si sciupino possessi banalmente in situazioni facili: problemi che ci trasciniamo dietro da mesi, che si erano manifestati sin dall’inizio del campionato e che né Markovski prima, né io dopo siamo riusciti a risolvere. Questa è una squadra mentalmente debole, ha bisogno di quelle sicurezze, che mi auguro di avere dagli atleti che andremo ad inserire».

I TABELLINI

BENACQUISTA LATINA 74

GIVOVA SCAFATI 61

BENACQUISTA LATINA: Arledge 26, Passera 5, Mathlouthi 2, Poletti 12, Ambrosin n. e., Deshields 18, Uglietti 2, Allodi 2, Pastore 7, Di Prospero n. e.. ALLENATORE: Gramenzi Franco. ASS. ALLENATORE: Di Manno Giuseppe.

GIVOVA SCAFATI: Di Palma n. e., Crow 7, Fantoni 21, Naimy 7, Ammannato 5, Panzini, Perez 2, Matrone n. e., Santiangeli 3, Johnson 16. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.

ARBITRI: sig.ri Nicolini Alessandro di Santa Flavia (Pa), Triffiletti Corrado di Messina e Maschio Duccio di Firenze.

NOTE: Parziali: 19-20; 16-15; 18-10; 21-16. Tiri dal campo: Latina 27/62 (44%); Scafati 22/72 (31%). Tiri da due: Latina 20/39 (51%); Scafati 18/45 (40%). Tiri da tre: Latina 7/23 (30%); Scafati 4/27 (15%). Tiri liberi: Latina 13/17 (76%); Scafati 13/18 (72%). Falli: Latina 19; Scafati 20. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Latina 43 (35 dif.; 8 off.); Scafati 44 (26 dif.; 18 off.). Palle recuperate: Latina 9; Scafati 7. Palle perse: Latina 13; Scafati 15. Assist: Latina 18; Scafati 12. Stoppate: Latina 4; Scafati 3. Spettatori: 1.500 circa.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket Scafati 1969

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author