Biella non sa più vincere, Casale si aggiudica il derby

Dopo il ko di Scafati, l’Angelico non riesce a ritrovare la via del successo sul campo della Novipiù Casale. Davanti a 500 supporter provenienti da Biella, i rossoblù di coach Carrea perdono terreno sul finale (75-66 il punteggio al quarantesimo) dopo aver mantenuto il contatto per alcuni tratti del match. Serata amara per i lanieri anche a causa dell’infortunio che nel quarto periodo ha visto Carl Wheatle uscire in barella dal parquet del PalaFerraris: per lui distrazione cervicale a seguito di uno scontro di gioco e trasporto in ospedale per accertamenti. Comunicazioni più precise verranno rese note nelle prossime ore.

Primo quarto. Casale decolla con Tolbert, Denegri, Tomassini, Natali e Blizzard; coach Carrea dal lato opposto del campo si affida al consueto starting-five: Ferguson, Hall, Venuto, De Vico e Tessitori. Tex bagna l’avvio del periodo di forza dall’area (quattro punti, di cui due in schiacciata), la Novipiù si tiene a contatto dalla linea dei liberi con Severini e vola al comando dalla lunga con Tomassini e Denegri (8-4). Natali commette due falli su De Vico, il capitano va in lunetta e infila tre parabole su quattro (8-7), ma la Junior sfrutta meglio il campo e trova concretezza al tiro: Severini dal pitturato porta la Junior in doppia cifra, Tolbert un possesso dopo smuove dall’angolo, poi ancora Severini chiude un break di sette punti che obbliga la panchina biellese a chiamare il primo time-out della serata. Al rientro sui legni, Tessitori manda a referto altri due canestri dei suoi (di cui uno in schiacciata), ma non bastano per ridurre la forbice nello score: sotto i ferri della curva casalese i padroni di casa raccolgono altri cinque punti con Severini. Nell’ultimo minuto a tabellino entra anche Mattia Udom per il definitivo 20-13.

Secondo quarto. Dalle mani di Jazz Ferguson Biella si porta a -5, Casale però riparte da dove aveva concluso nei primi dieci minuti e difende il comando. Più aggressivi nel recuperare la sfera, i ragazzi di coach Ramondino scattano avanti con Blizzard dall’arco e Valentini, mentre l’Angelico raccimola punti solo in lunetta con Carl Wheatle (25-17). Superato un time-out chiesto dalla Junior, è ancora Ferguson a smuovere la retina per i lanieri. Casale però non cala d’intensità e annulla poco dopo con Fabio Valentini. Ferguson e Hall provano a dare la scossa, Casale non demorde e centra l’anello da tre con Tomassini e Blizzard. Sul 32-23, prima Tessitori poi Ferguson dalla lunga riducono a -4. Il match cresce di ritmo: Tomassini aumenta lo score a tabellino, Ferguson scocca la sua seconda freccia pesante consecutiva e in un batter d’occhio Biella si avvicina a un solo giro di svantaggio. Dalla linea dei liberi, Natali porta dalla sua altri due punti, Tomassini la sua seconda bomba del derby e la Novipiù riattiva la modalità fuga, 38-31. A 1’20”, Wheatle conquista bottino pieno in lunetta, Severini un libero e Marco Venuto centra due missili che fanno esplodere i 500 tifosi biellesi scesi al PalaFerraris. È il break che trascina Biella, all’intervallo, a -1, 40-39.

Terzo quarto. Biella è più attenta e aggressiva rispetto al primo tempo, e superato l’intervallo e una nuova bomba di Blizzard timbra il contatto con Amedeo Tessitori e Mike Hall (43-43). L’inerzia a favore del quintetto di coach Carrea però dura pochi giri di orologio. Con Tolbert, Severini e Tommasini Casale costruisce un nuovo break di 8 punti, interrotto solo da Tessitori per il 51-45. A 3’13” dalla terza sirena, Natali centra altri due punti e coach Carrea non può far altro che chiamare la pausa per resettare gioco e soluzioni. Alla ripresa, Udom non sbaglia un colpo dalla linea dei liberi e Wheatle, sul filo della sirena, la bomba del nuovo -3: Biella è di nuovo lì, a un passo dall’equilibrio perfetto, 53-50. Il break biellese si impreziosisce con altri due punti di Hall, dalla lunetta: è -1. Casale litiga col ferro, Biella perde l’occasione ghiotta di portarsi in vantaggio e incassa altri due punti con l’ex Di Bella. Alla mezz’ora è 55-52.

Ultimo quarto. Il periodo inizia con due canestri di Severini e Hall, poi Biella perde Carl Wheatle per infortunio (distrazione cervicale a seguito di un contrasto di gioco a metà campo), costretto a lasciare il parquet in barella. A 7’20” l’Angelico firma il nuovo contatto con Jazz Ferguson (57 pari). Quando il match sembra scorrere sui binari dell’equilibrio, Denegri fa due su due e Tomassini spara una nuova bomba da posizione centrale. Tessitori prova a tenere in scia i lanieri ma la Junior non molla un colpo e riprende la via della fuga con Tomassini (65-58). Dopo un nuovo time-out biellese, Ferguson infila due liberi ma i rossoblù di casa proprio non si fermano e mandano a referto altri due missili, con Ruiu e Blizzard. Sono le triple che decido l’incontro. Nei due minuti scarsi verso il quarantesimo, De Vico, Ferguson e Tomassini fanno bottino pieno in lunetta, e Tessitori e Denegri centrano dall’arco. Game over sul 75-66.

Novipiù Casale Monferrato-Angelico Biella 75-66
Parziali:
20-13, 40-39, 55-52.
Novipiù Casale Monferrato: Tolbert 5, Denegri 7, Tomassini 23, Natali 5, Blizzard 12, Di Bella 2, Severini 14, Ruiu 3, De Ros n.e., Valentini 4, Bellan n.e., Ielmini n.e..?All.: Ramondino.
Angelico Biella: Ferguson 19, Hall 8, Massone n.e., Venuto 6, Luca Pollone, De Vico 4, Udom 4, Matteo Pollone n.e., Wheatle 7, Rattalino n.e., Tessitori 18. All.:Carrea.
Arbitri: Tirozzi, Tallon, Callea.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author