Biella sconfitta a Latina

La prima trasferta lontano dal Piemonte non regala all’Angelico Biella i due punti sperati: al PalaBianchini vince la Benacquista Latina con il punteggio di 79-69. Arriva così un’altra sconfitta per Infante e compagni, la quarta consecutiva in campionato in altrettante partite, al termine di una prova per i biellesi altalenante, persa e ripresa in più di un’occasione ma mai definitivamente raddrizzata. Bicchiere mezzo pieno e conferma del problema già noto in casa rossoblù: Biella fatica a produrre energia costante lungo tutto l’arco del match. Da segnalare, tra le note positive, le prestazioni in crescita di Alessandro Grande (17 punti per lui) e Andrea La Torre.

Primo quarto. Latina schiera sul parquet Tavernelli, Uglietti, Mei, Stanback e Mosley; nella metà campo rossoblù compongono il quintetto titolare Ferguson, Infante, Venuto, De Vico e Pierich. Il primo canestro del match va a referto con la firma dell’ex Lorenzo Uglietti, poi De Vico subisce fallo, pareggia i conti con due liberi e dà il via per l’Angelico a un break di 6 punti (4 dei quali conquistati da Jazz Ferguson). Il team laziale avanza con il suo capitano e dalla lunga mette la freccia con Stanback (7-6). L’incontro, subito frizzante, viaggia prima equilibrato (al 5′ è 9-8), poi a favore di Latina, spinta da un parzialone di 10 punti. A 2′ 30” dalla prima sirena, Biella è sotto di sei lunghezze, 19-13. L’ultimo guizzo biellese è di capitan Infante, così come quello successivo, in sospensione, che raddrizza in parte lo score rossoblù. Il minuto conclusivo si apre con due punti di Tagliabue, anticipati da un canestro di Nicola Mei: la Benacquista sfrutta la scia e conferma il vantaggio al 10′, 26-20. Sul finale per Biella realizzano Andrea La Torre e Alessandro Grande.

Secondo quarto. I canestri di William Mosley e Marcel Jones bagnano l’inizio della frazione. Alessandro Grande ricuce a -4 il gap biellese, ma Latina non dà segni di cedimento e dall’arco fa la voce grossa con Pastore. Biella si avvicina, grazie all’apporto dei suoi americani, per il 31-28 e obbliga coach Gramenzi a chiamare il minuto. L’Angelico ha l’occasione per pareggiare i conti, ma è ancora Latina a dare gas nel momento decisivo: tripla di Veccia e nuovo doppio possesso di vantaggio per i laziali. Superato il time out dei padroni di casa l’Angelico è in evidente difficoltà: un nuovo canestro di Mosley invita così coach Carrea alla riflessione. Al rientro dalla pausa chiesta dai biellesi, sul parquet del PalaBianchini Biella trova lo scatto mancato nei minuti precedenti: prima Infante, poi Grande e i rossoblù sono di nuovo a un passo dal contatto. Con Uglietti e Tavernelli, però, il team di Gramenzi torna ad allungare, chiudendo poi il primo tempo con un alleyoop di William Mosley: squadre negli spogliatoi sul 42-35.

Terzo quarto. L’Angelico riparte da Ferguson, Infante, Grande, De Vico e Pierich. Pronti-via, Latina scappa per il massimo vantaggio laziale, 48-35 – canestri di Mei, Mosley e Uglietti – e coach Carrea non può far altro che richiamare i suoi in panchina per riordinare le idee. Pierich e Infante, uomini esperienza, spezzano la fuga dei padroni di casa, prima che Mei da fuori trascini la Benacquista a quota 50 (50-39). Infante dalla linea dei liberi porta a tabellino altri due punti, poi Stanback e Pierich si sfidano da oltre l’arco e si annullano. La prova biellese è un continuo susseguirsi di momenti up e momenti down: l’ultimo, positivo, porta i rossoblù dal -13 al -7, con La Torre protagonista a canestro su assist di Ferguson (53-46). Mosley in schiacciata, Veccia dall’arco e Latina è nuovamente vicina alla doppia cifra di vantaggio; per l’Angelico smuovono Marcel Jones e Luca Infante. La sfida si mantiene intensa quando a cronometro mancano poco più di 2′ alla terza sirena. Intensa e apertissima anche a 24” dalla pausa, con entrambe le squadre che raccolgono un solo libero sotto la retina con Mosley e Jones. Al 30′ il tabellone del PalaBianchini dice 62-55.

Ultimo quarto. Tripla di La Torre e Angelico subito a -4, per una sfida che si fa sportivamente più tesa e combattuta. Pastore ne porta altri tre a tabellino, prima che Jones firmi un 5-0 con tanto di schiacciata per il -3, mai raggiunto fin qui dai rossoblù (solo dopo 5′ da inizio incontro). Carrea perde Marco Venuto per quinto fallo, ma crede come tutto il team nella possibilità di rimonta. Speranze che però si riducono dopo una nuova bomba dalla lunga di Andrea Pastore, che aggiorna il punteggio sul 71-62; mancano 5′ esatti e la panchina biellese si riunisce per studiare nuovi accorgimenti. Al rientro in campo infilano Mosley e Ferguson, poi ancora Pastore per il nuovo +11 laziale, e a seguire Alessandro Grande (canestro da due e siluro dalla lunga), top scorer dei piemontesi: 75-69 e 2′ scarsi da giocare. L’ultimo minuto si apre con Latina avanti di 8 punti, 77-69. Il match si spegne poi con due liberi realizzati dai padroni di casa: 79-69 al 40′.

Il prossimo impegno per i rossoblù è in programma domenica al Biella Forum contro l’FMC Ferentino; palla a due anticipata alle ore 16.00.

Benacquista Ass. Latina-Angelico Biella 79-69

Parziali: 26-20, 42-35, 62-55.

Benacquista Latina: Veccia 6, Tavernelli 8, Tagliabue 3, Uglietti 14, Mei 11, Pastore 13, Stanback 8, Di Ianni n.e., Manzi n.e., Mosley 16. All.: Gramenzi.

Angelico Biella: Jones 9, Ferguson 12, Banti, La Torre 7, Infante 12, Grande 17, Venuto 2, Pollone n.e., De Vico 5, Pierich 5. All.: Carrea.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author