Biella verso Reggio Calabria, coach Carrea: "Domenica sarà una partita totalmente diversa rispetto a quella con Casale"

Prima trasferta della stagione alle porte per l’Angelico Biella, a caccia del bis in campionato (girone Ovest) dopo l’ottimo esordio al Forum contro Casale. Domenica i rossoblù affrontano la Viola Reggio Calabria in una trasferta insolita in Sicilia, al PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto, per squalifica dell’impianto di casa campo dei neroarancio nella seconda e quarta giornata di A2. Quintetti attesi sul parquet alle ore 18.00.

L’AVVERSARIO
È una Viola completamente rifondata quella che si è presentata ai nastri di partenza della Serie A2 Citroën 2016/2017. Un nuovo presidente, un nuovo Consiglio di Amministrazione, un nuovo coach, un nuovo roster. Lo scorso mese di luglio, il Club è stato ristrutturato dal punti di vista societario e tecnico. La stella reggina è Alex Charles Legion, classe 1988. L’ala americana di coach Paternoster, tra i migliori tecnici della Serie A2 nella passata stagione, vanta una grande esperienza nei team dei college statunitensi; ha giocato in Ungheria, Libano, Qatar e Grecia, e in Italia a Roseto, Trapani e Veroli. Paternoster punta da sempre sulla valorizzazione dei giovani, insieme al General Manager Gaetano Condello ha messo in piedi una squadra dal giusto mix di esperienza e gioventù.
Il quintetto: Marulli, Legion, Fabi, Lupusor, Radic.

I ROSTER
Viola Reggio Calabria: 0 Franco Gaetano, 1 Riccardo Franzò, 3 Ivica Radic, 4 Celis Taflaj, 5 Fortunato Barrile, 7 Ion Lupusor, 8 Alex Charles Legion, 9 Lorenzo Caroti, 10 Agustin Fabi (cap.), 18 Tommaso Guariglia, 19 Angelo Guaccio, 22 Roberto Marulli, 34 Marko Micevic, 88 Matteo Fallucca.
Head coach: Antonio Paternoster.
Assistant coach: Domenico Bolignano/Pasquale Motta.
Angelico Biella: 3 Jazzmarr Ferguson, 7 Michael Hall, 12 Federico Massone, 16 Marco Venuto, 18 Luca Pollone, 21 Niccolò De Vico (cap.), 22 Mattia Udom, 24 Carl Wheatle, 27 Luca Rattalino, 32 Amedeo Tessitori.?
Head coach: Michele Carrea.?
Assistant coach: Francesco Viola/Luca Baroni.

LA SQUADRA ARBITRALE
Viola Reggio Calabria-Angelico Biella sarà diretta dal Sig. Andrea Masi di Firenze (FI), dal Sig. Marco Vita di Ancona (AN) e dal Sig. Alessandro Costa di Livorno (LI).

L’ULTIMO PRECEDENTE
Domenica 13 dicembre 2015
Bermè Reggio Calabria-Angelico Biella 82-69
Parziali: 17-20, 37-34, 57-52.
Bermè Reggio Calabria: Freeman 6, Costa 2, Lupusor 7, Mordente 7, Rullo 19, Pandolfi n.e., Crosariol 4, Brackins 12, Dobbins 14, Spinelli 11.
Allenatore: Benedetto.
Angelico Biella: Hall 6, Ferguson 26, Banti 4, La Torre, Infante 10, Grande 13, Venuto, Pollone n.e., De Vico 10, Pierich n.e..
Allenatore: Carrea.

PAROLA AI ROSSOBLÙ
Coach Michele Carrea: “In settimana abbiamo lavorato su di noi, su quelle situazioni offensive che nel derby potevamo affrontare meglio e su qualche accortezza per creare abitudine rispetto ad alcune caratteristiche di Reggio Calabria, su tutte l’avere in Legion il go-to-guy più impressionante del campionato. A livello di gestione dei possessi, Legion è sicuramente uno dei giocatori che ha più responsabilità all’interno del roster in questa Lega. Quando si gioca contro una squadra che ha così bisogno di coinvolgere un giocatore è chiaro che bisogna farsi trovare pronti. Domenica ci aspetta un basket diverso rispetto a quello che ha proposto Casale. Legion è un giocatore di qualità e i giocatori di qualità non si cancellano dalle partite, bisogna provarli a limitare. Oltrettutto è stato accoppiato a uno straniero molto adatto alle sue caratteristiche: Radic non ha bisogno di una squadra che giochi troppo per lui, è un giocatore capace a prendere vantaggi sui rimbalzi offensivi e sui roll. La coppia di stranieri è stata pensata in modo molto intelligente”.
Amedeo Tessitori: “Reggio Calabria e Casale sono due squadre diverse: Casale è più impostata su schemi e organizzazione, Reggio molto più su talento ed esperienza. L’approccio domenica sarà diverso. Si gioca a Barcellona Pozzo di Gotto, questa per noi sarà una grossa opportunità: è una partita in trasferta anche per loro. Reggio è una squadra fisica, dovremo essere bravi a non andare in confusione quando ci metteranno il corpo addosso. Servirà concentrazione, non possiamo permetterci gli alti e bassi avuti con Casale, domenica sopportati dal fatto che eravamo in vantaggio. In trasferta non si può accettare di staccare la spina, soprattutto nell’ultimo quarto. Sarà importante giocare come sappiamo, farlo in modo semplice, concentrarci sugli aspetti che abbiamo preparato in settimana”.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author