Bilancio di fine stagione per Il Campetto Ancona, il ds Montari:"Obiettivi iniziali raggiunti, annata positiva"

Cala il sipario sulla stagione del Campetto Ancona. Le tigri bianconere chiudono questa stagione fermandosi nelle semifinali dei play-off regionali al cospetto dello Janus Fabriano. Due sfide vissute intensamente dai ragazzi di “Fish” che sono usciti a testa altissima dal doppio incrocio contro la seconda forza del torneo. Peccato per qualche battuta a vuoto nella regular season, che non ha permesso di scalare la classifica e magari trovare un incrocio più favorevole, tuttavia l’obiettivo stagionale erano i play-off che sono arrivati. Il direttore sportivo delle tigri bianconere Piersilverio Montanari traccia un bilancio di questa stagione.

Allora Piersilverio, una stagione comunque positiva per il sodalizio bianconero.

“Certamente, abbiamo colto gli obiettivi che ci eravamo posti ad inizio campionato. Potevamo magari evitare qualche patema d’animo di troppo, visto che siamo riusciti ad accedere ai play-off proprio all’ultimo: infatti siamo stati in grado di perdere punti preziosi contro squadre abbondantemente alla nostra portata e di ottenere vittorie preziose contro compagini attrezzate o su campi difficili. Abbiamo avuto un percorso un pò altalenante e, con qualche punticino in più, avremmo potuto contare su un incrocio play-off più favorevole visto che, tolta la Virtus Civitanova, con le altre ce la potevamo giocare alla pari. Forse questo è l’unico rammarico comunque alla fine va bene così, visto che ogni anno ci siamo migliorati.”

Si sta già lavorando per il futuro? L’approdo tra le prime 9 del campionato vi garantisce di diritto il pass per la prossima C Gold che sarà una bella sfida.

“Per il momento stiamo vagliando diverse opzioni, quel che è certo è che faremo la prossima C Gold. Quasi sicuramente saremo accorpati con l’Umbria, quindi il torneo diventerà più competitivo, anche perchè chi vincerà approderà direttamente ai piani superiori senza dover passare per gli spareggi nazionali. Il nostro scopo è quello di migliorarci ulteriormente.”

Nei due derby si è vista tanta gente al PalaRossini e al Palascherma, a dimostrazione di come ad Ancona ci sia bisogno del basket a buoni livelli.

“Il basket ad Ancona è sempre molto seguito, su questo non ci sono dubbi, ed è importante che ci sia una squadra di Ancona composta e fatta da anconetani. Uno dei punti fondamentali è partire dai giovani e nella città dorica c’è il settore giovanile della Cab Stamura che è uno dei migliori del centro Italia. Vedere tanta gente al palas nei due derby conferma come in città ci sia l’esigenza di una squadra che possa competere a buoni livelli.”

Come giudichi fin qui la tua esperienza con il Campetto Ancona?

“A parte la parentesi come dirigente a Falconara, è da 6-7 anni che ormai vivo questo realtà, partendo dalla Promozione come giocatore. L’essere arrivati alla C Gold è un ottimo risultato ma anche a livello societario siamo cresciuti molto nel corso degli anni, inserendo nuove figure e strutturandoci in una maniera ben precisa. Oltre ai risultati sportivi mi sento come a casa. Concludo ringraziando lo staff e gli atleti che si sono dimostrati sempre molto professionali, oltre ai nostri sponsors che ci sostengono economicamente.”

 

 

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author