Lions Bisceglie-We're Basket Ortona 76-65, Chiriatti piega la resistenza di Ortona

Lions Bisceglie-Ortona 76-65

Lions Bisceglie: Di Emidio 9 (2/6, 1/4), Bruno 11 (2/4, 1/5), Potì 17 (2/6, 3/9), Leggio 12 (3/9, 2/5), Antonelli 4 (2/7), Chiriatti 20 (0/3, 4/7), Totagiancaspro 3 (1/1 da tre), Bartolozzi (0/1). N.e.: Comollo, Cellamare. Allenatore: Domenico Sorgentone.

Ortona: Musso 8 (2/6, 1/4), Gialloreto (0/1, 0/2), Castelluccia 22 (3/9, 5/9), Gianluca Di Carmine 3 (0/4, 0/1), Martone 11 (5/7), Alessio Di Carmine 12 (4/5), Bertocco 5 (1/1 da tre), Martelli 4 (1/2 da tre). N.e: Abassi, Agostinone. Allenatore: Daniele Quilici.

Arbitri: Fiore di Scafati, Nuzzo di Caserta.

Parziali: 16-16; 39-31; 57-50.

Note: usciti per cinque falli Musso e Bertocco. Fallo tecnico a coach Quilici (33°). Tiri da due: Lions Bisceglie 11/36, Ortona 14/32. Tiri da tre: Lions Bisceglie 12/31, Ortona 8/19. Tiri liberi: Lions Bisceglie 18/23, Ortona 13/24. Rimbalzi: Lions Bisceglie 35 (21+14, Potì 9), Ortona 34 (28+6, Gianluca Di Carmine 9). Assists: Lions Bisceglie 16 (Di Emidio 10), Ortona 12 (Musso 7).

Sarebbe stata indispensabile una prestazione di generosità fisica, spessore tecnico e sagacia tattica, ai Lions, per tenere a bada i legittimi propositi di rivalsa di Ortona e allungare a tre la striscia di affermazioni consecutive nel girone di ritorno. I nerazzurri di coach Domenico Sorgentone (ex di turno che si è preso la soddisfazione del 2-0 nei confronti della squadra che ha allenato nella passata stagione), incuranti della notevole differenza di classifica, hanno interpretato con la mentalità più appropriata un confronto delicato al cospetto di una squadra modificata nell’assetto e decisamente migliorata negli equilibri.

Terzo match senza Marco Cucco (la cui convalescenza è praticamente terminata: martedì dovrebbe riprendere ad allenarsi col resto del gruppo) per il collettivo pugliese, alle prese con la vitalità del centro avversario Raffaele Martone (otto punti nel solo primo quarto): una tripla dell’esperto playmaker Musso ha dato a Ortona il +5 ma da quel momento in poi i Lions hanno cercato di spaccare la sfida con un perentorio parziale di 27-4 propiziato da Edoardo Di Emidio (protagonista con ben 10 assists) e frutto delle ottime percentuali nel tiro pesante della formazione di casa (7/15 dal perimetro all’intervallo lungo). Una tripla di Ricky Totagiancaspro è valsa il massimo scarto tra le due contendenti sul 37-19. Replica orgogliosa del cast di Quilici: 18-2 a cavallo tra fine seconda frazione e inizio della terza (39-37 con uno scatenato Castelluccia dai 6,75).

I viaggianti sono riusciti anche a riportarsi sul -1 (al 28°) grazie a un gioco da tre punti di Alessio Di Carmine ma Bisceglie ha sempre rimesso le cose in chiaro, allungando nuovamente sul +10 con Leggio prima e Chiriatti poi: l’ultimo tentativo di riavvicinamento di Ortona, frutto dell’ostinazione di Castelluccia, è stato stroncato sul nascere da una tripla del capitano nerazzurro Chiriatti (72-65): nell’ultimo minuto e mezzo gli ospiti non hanno prodotto punti, soffrendo l’intensità difensiva di Antonelli e compagni. Quindicesimo successo su diciannove partite per i Lions, ora soli al secondo posto: domenica, al PalaElettra, lo scontro diretto con Pescara.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Lions Basket Bisceglie

Commenta
(Visited 82 times, 1 visits today)

About The Author