Black out nel terzo quarto: la BPC Virtus Cassino esce sconfitta da Empoli

Un terzo quarto da incubo e la BPC Virtus Cassino torna da Empoli con la terza sconfitta di fila sul groppone.

Ma è chiaro come la questione della sconfitta in terra toscana sia stata soprattutto figlia del cattivo approccio al terzo quarto della truppa rossoblù che aveva dominato nei primi due la gara. L’incubo del terzo quarto ritorna ancora una volta in casa Virtus , dopo quello patito contro Napoli nella sconfitta di inizio novembre al Pala Soriano di Atina.

Striscia di sconfitte che si allunga dunque per Cassino, sconfitta anche da Empoli nell’anticipo della tredicesima giornata al Pala Lazzeri.

Vettese parte con Lovatti, Dri , Grilli , Carrizo e Ianes , risponde Bassi con Mascagni , Mariotti , Bei , Terrosi e Samoggia .

Ai rossoblù non basta un gran primo tempo, fatto di tanta difesa e soluzioni diversificate in attacco, perché nel terzo periodo la reazione dei toscani è veemente . Nella frazione di apertura la coppia Carrizo-Ianes firma il +5 , 20 a 15 per i cassinati . Ma nel secondo quarto c’è anche l’ottimo impatto della panchina, con Castelluccia e Gonzalez in testa, a mandare in orbita la Virtus, che tocca il +13 e va all’intervallo sul 29-42.

Ed è qui che al rientro in campo avviene quello che tutti si attendevano, i padroni di casa avrebbero aggredito gli ospiti .

“Avevamo previsto tutto , ma eravamo assolutamente irretiti dall’emotività dei biancorossi locali” ha detto al termine della gara il DT della BPC Virtus Cassino “non c’era il giusto approccio agonistico alla terza frazione, beccare un 26 a 8 in faccia in questo modo è assolutamente una falla da riparare nelle nostre menti. Dobbiamo ricaricare immediatamente le nostre energie nervose perché io non ci sto a vedere atleti così forti e così intelligenti farsi mettere sotto in siffatto modo. Ecco solo un problema di testa , e su quello lavoreremo “ conclude freddamente il DT cassinate

E infatti le triple di Terrosi e Mascagni ridanno fiducia all’USE, che in quattro minuti torna a -2 e poi riesce anche a sorpassare, ribaltando completamente il punteggio all’ultima pausa (55-50). Un terrificante 26 a 8 ma che a un certo punto del terzo quarto era di 19 a 2 ….

Nell’ultimo periodo, la quarta frazione di gioco , Empoli prova a scappare via, ma Cassino resta lì con la precisione ai liberi e poi rientra a -3 con un break di 0-6 firmato da Lovatti , spettacolare la sua “rubata” a metà campo, e Ausiello. E poi , il problema mentale di cui parlava il direttore tecnico cassinate , emerge in tutta la sua cruda realtà per Cassino . A 1’ e 51” dal termine sul punteggio di 73 a 71 per i locali gli arbitri dell’incontro ( assolutamente insufficienti nella terza frazione , ma questa è un’altra storia …. ndr) sanzionano l’ennesimo fallo tecnico per simulazione ai padroni di casa . In lunetta va il capitano Manuel Carrizo per portare a meno 1 la Virtus , ma il capitano è in serata assolutamente negativa , 1 su 6 da tre punti e 2 su 5 da due punti , e sbaglia il tiro che poteva dare certezze agli ospiti. Sulla rimessa ancora a favore dei cassinati , la Virtus esegue male l’attacco costringendo Ianes a un tiro corto dall’angolo che innesca il contropiede dell’empolese Mariotti fermato da Lovatti con un fallo personale. La rimessa vede Samoggia realizzare due liberi per un fallo commesso da Carrizo ai suoi danni . E’ l’inizio della fine per Cassino. Nel finale i rossoblù continuano a sbagliare molto e non riescono a completare la rimonta, così i padroni di casa arrotondano ripetutamente il risultato dalla lunetta.

Arriva così una sconfitta su un campo ostico per la Virtus Cassino, condizionata , ma non è una scusante sia ben chiaro , anche dai problemi fisici di capitan Carrizo e di Fabio Lovatti . Non è il caso di fare drammi per questa battuta d’arresto, ma è chiaro che gli zero punti raccolti nelle ultime tre gare non possono lasciare tranquillo coach Vettese e i suoi.

“Siamo consapevoli di dover migliorare molto “ commenta coach Vettese “ L’aspetto mentale è quello che più mi preoccupa perché io dovrò essere in grado di modificarlo. Mi assumo la responsabilità di affrontare questo aspetto anche se devo dire che i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano ; ma certe volte il basket regala serate come questa , noi con percentuali ridicole da oltre l’arco dei 6.75 . Penso che su questo campo poche squadre riusciranno a realizzare oltre 70 punti ma nonostante ciò loro sono stati bravi a superarci.” conclude coach Vettese

A questo punto la partita di mercoledì 23 p.v. , palla a due alle 20.30 , al Soriano contro Catanzaro è diventata un appuntamento da non poter fallire assolutamente in chiave classifica .

“Dovremo isolarci mentalmente e concentrarci unicamente sulla parte tecnica e tattica” spiega Vettese “ non sarà facile perché abbiamo una serie di gare che non aiutano ad essere sereni , ma tant’è un passo alla volta “ .

US Empoli – BPC Virtus Cassino 83-74

Parziali : 15-20, 14-22, 26-8, 28-24

US Empoli : Samoggia 8 (1/3, 0/5), Mariotti 16 (6/9, 0/1), Daniele Sesoldi 8 (3/5 da due), Terrosi 20 (2/3, 4/8), Scali, Ghizzani 6 (3/5, 0/3), Mascagni 15 (2/3, 3/7), Berni 2 (0/2 da tre), Bei 8 (3/7, 0/1) N.E.: Balducci

Tiri Liberi: 22/25 – Rimbalzi: 45 34+11 (Mariotti 10) – Assist: 8 (Mariotti 4) – Cinque Falli: Bei

BPC Virtus Cassino: Daniele Grilli 17 (3/5, 1/5), Luca Castelluccia 13 (1/5, 2/5), Giovanni Ausiello 2 (1/1, 0/2), Gabriel Gonzalez 2 (1/1 da due), Luca Ianes 12 (4/9 da due), Manuel Antonio Carrizo Cordova 11 (2/5, 1/6), Fabio Lovatti 8 (3/3, 0/5), Filiberto Dri 9 (3/6 da due), Marco Cerniz N.E.: Davide Grazzini

Tiri Liberi: 26/31 – Rimbalzi: 30 25+5 (Luca Ianes 14) – Assist: 4 (Fabio Lovatti 2) – Cinque Falli: Luca Ianes

Tre falli tecnici fischiati ad Empoli per simulazione , un fallo tecnico fischiato a Castelluccia per la BPC

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author