Bologna, Valli: "Intensità e qualità, per regalare una vittoria ai tifosi"

Giorgio Valli affronta la sfida contro l’Enel Brindisi con un gruppo appena rinforzato dall’arrivo di Kenny Hasbrouck. Sa di non poter chiedere la luna al nuovo arrivato, che ha iniziato ieri a conoscere i nuovi compagni. Ma ha un puntello, una certezza in più da spendere. E una squadra più “lunga” su cui contare.

“Sicuramente la notizia della settimana è quella di ieri: abbiamo un giocatore in più e questo ci permetterà di allungare le rotazioni, siamo da tempo troppo corti. Abbiamo assolutamente bisogno di giocare una difesa molto aggressiva, spendere qualche fallo in più, osare qualcosa in più, ma quello che ripeterò anche nell’ultimo allenamento è che bisogna cercare di giocare di qualità, magari qualche minuto in meno ma intensamente. Siamo nel girone di ritorno, ormai ci si conosce, bisogna aumentare la qualità in attacco e in difesa. Con Hasbrouck in più, sarà importante per chi va in campo sapere che ognuno è utile e nessuno indispensabile”.

Hasbrouck ha iniziato subito a lavorare col gruppo. Primi contatti, per stabilire un feeling.

“Ovvio che Kenny non sarà al 100% dentro ai meccanismi, cercheremo di aiutarlo. Domani sarà una piccola addizione, speriamo diventi sempre più importante strada facendo. E’ un giocatore di trent’anni, non un ragazzino. Un’idea di chi siamo se l’è fatta, anche incontrandoci in campo. E’ un discreto finalizzatore, può dare anche minuti in aiuto a Gaddy. Entrerà in campo sapendo che non mi deve dimostrare niente, perché l’ho voluto io, e quindi darci qualcosa senza affannarsi”.

Per Brindisi sarà una partita altrettanto importante, dato il momento…

“E’ un avversario esperto, ha molti punti nelle mani ed ha aggiunto Anosike, il miglior rimbalzista del campionato nella stagione scorsa. Credo che l’Enel non vada giudicata in base agli ultimi risultati, ma al roster che ha, che fa dell’attacco la prima opzione. Ci aspettiamo siano un po’ arrabbiati, come noi, e hanno armi tattiche importanti. Anosike si sente molto sui secondi tiri, è un giocatore magari non estremamente tecnico, ma molto bravo a chiudere i contropiedi, tremendo al rimbalzo d’attacco e in fase difensiva”.

Una settimana di avvicinamento senza forti scosse, e di fronte una sfida delicata e importante.

“Qualche acciacco per Mazzola e Pittman, che ieri non si è allenato per una botta al costato che gli faceva male. Ma ci saranno tutti. Per noi è una partita vitale, il nostro pubblico si merita una vittoria, non soltanto perché è il secondo d’Italia ma per come ci sostiene. Dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo per portare a casa i due punti. Se partiamo dal secondo tempo di Venezia, credo che riusciremo a correre un po’ di più. E’ certamente un momento chiave per tutti, mancano tre mesi e dieci giorni, sappiamo tutti che è la stretta finale, l’imbuto si restringe. Un credito con la fortuna? Non posso fare affidamento su quello, andiamo avanti per la nostra strada sperando che gli eventi alla fine si pareggino. Di solito è così, ma il nostro lavoro deve essere rivolto al miglioramento dei singoli e della squadra”.



Marco Tarozzi
Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author