Bologna, Valli: "Venezia è lanciatissima, dobbiamo dare il massimo"

Prima giornata di ritorno del campionato di Serie A Beko, con delicata trasferta a Venezia, in casa dell’Umana Reyer, e Giorgio Valli, coach di Obiettivo Lavoro, ha tenuto carica la molla dell’impegno e del lavoro, approfittando della pausa per l’All Star Game per registrare gioco e motivazioni della truppa.

“Arriviamo alla prima partita del girone di ritorno dopo un periodo in cui non ci siamo mai fermati, dopo la partita con Reggio Emilia abbiamo concesso solamente due giorni di riposo la scorsa settimana ed uno questa settimana.  La squadra ha lavorato tanto, bene, con spirito e ha capito la situazione perché puntiamo a migliorare alcune fasi del nostro gioco cercando di giocare più in velocità e in contropiede. Vogliamo mettere sempre di più all’interno dei nostri giochi Fells insieme a Pittman e a tutti gli altri giocatori. Cerchiamo di recuperare un po’ di acciacchi, l’unico che ancora non sta super bene è Fontecchio che ha una contrattura alla schiena, dopo un qualche giorno di riposo si è dato da fare ed è sempre stato nel gruppo”.
Inutile nascondere che il valore della squadra di Recalcati è notevole, ma le sfide si affrontano senza paura, con la certezza di aver fatto tutto quello che andava fatto per farsi trovare pronti.

“Venezia è una squadra formata da dieci elementi anche senza Peric, una squadra con esperienza, la più esperta del campionato. Sono reduci da una bella vittoria esterna in coppa, sono molto gasati e hanno perso una sola partita in casa. Noi abbiamo lavorato tecnicamente e tatticamente, sappiamo che ci aspettano diverse tattiche differenti, perché loro possono giocare con due lunghi veri come Ortner e Owens ma anche con Ress da cinque e Viggiano da quattro. Hanno una infinità di giocatori in posizione di guardia, sappiamo che hanno un grosso potenziale e in questo momento Green è in forma, ha segnato cinquanta punti nelle ultime due partite”.

Aspettando il ritorno di capitan Ray, e sperando in una seconda parte di stagione più simile a quello che era il progetto iniziale, Valli pronuncia la parola vittoria sapendo di dover affrontare una salita difficile, ma anche che i sogni esistono per provare a trasformarli in realtà.


“Ci stiamo preparando per essere pronti tra qualche settimana, per avere dentro anche Allan Ray che sta recuperando, che ha incominciato a correre.
Dovremo essere noi quelli che in questo momento devono fare la partita, mi aspetto qualcosa in più anche da Cuccarolo perchè fisicamente come stazza i lunghi ci permettono di giocare. Per vincere la partita sappiamo che dobbiamo tirare molto bene perché Venezia è una squadra che fa largo uso della zona 3-2, in Polonia l’ha utilizzata per trenta minuti, occorre tirare molto e non solo muovere la palla e servire Pittman”.



Marco Tarozzi
Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author