Bottegone, coach Biagini: "Divac ci sarà, anche se ovviamente non sarà al 100%"

Archiviata con entusiasmo, e con la giusta dose di “piedi per terra”, la vittoriosa trasferta di Cecina, la Valentina’s Camicette Bottegone torna a giocare al PalaCarrara per la quinta giornata di ritorno del campionato di Serie B, Girone A. Sabato 11 febbraio alle 21, infatti, ci sarà la sfida contro La Sovrana Virtus Siena che, dopo un ottimo avvio di stagione, adesso ha accusato un po’ il passo ed insegue la Valentina’s a quattro punti di distanza ma è reduce da un importante successo, dopo un supplementare, contro la Solbat Piombino.
Fatta eccezione per Roberto Marconato, fuori fino ad aprile, il resto della squadra è a disposizione di coach Biagini visto che anche Milos Divac è tornato finalmente disponibile dopo un mese di lontananza dal parquet. Sarà, indubbiamente, una partita molto complicata e fisica perché la posta in palio è molto alta considerando anche che all’andata Siena si era imposta di 4 punti, 74-70.

«Salvo imprevisti dell’ultim’ora Divac ci sarà – spiega il coach della Valentina’s Bottegone, Cristiano Biagini – anche se chiaramente non potrà essere al 100% della forma e dare un contributo che ci si aspetterebbe da lui a cose normali perché è fuori da un mese, mentre ci sarà regolarmente anche Maspero. Da questa partita mi aspetto soprattutto una continuità di risultati visto che nell’ultima uscita casalinga contro San Miniato, per svariati fattori, non siamo riusciti a vincere: il campo di Pistoia deve diventare il nostro fortino dal quale costruire la salvezza e, viste le difficoltà che ci saranno, dobbiamo vincere anche magari giocando meno bene del solito.
Questo, infatti, è un campionato talmente strano che tutti possono perdere contro chiunque e può succedere che la Virtus trova una serata super e ci mette in grossa difficoltà: compagini come noi, loro e le altre che si lottano la salvezza viviamo di momenti più o meno alti e può capitare di incappare in una giornata storta. Dobbiamo pensare alle nostre armi per affrontare la sfida al meglio senza guardare la classifica ma magari, qualora la vittoria fosse in cassaforte, pensare anche alla differenza canestri per lo scontro diretto. Ma, intanto, mi accontenterei dei 2 punti».

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author