Brindisi alle Last 16 da prima. Biella: fine del sogno

Brindisi batte i tedeschi dell’Ulm ed accede, alle Last 16, da prima nel suo girone, tra gli applausi del Pala Pentassuglia, che ha anche accolto l’ultimo arrivato, Michael Eric.
Tutto facile per gli uomini di Piero Bucchi, che già all’intervallo, trascinati ad un ispiratissimo Jacob Pullen (25 punti e 5 assist), conducevano 50-32.
Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, ma a metà terzo periodo, quando il punteggio recita 62-44, l’Enels si rilassa e lascia il fianco al tentativo di rimonta dei tedeschi, che all’ultima pausa sono sotto di 10 punti (68-58).
Il problema dell’Ulm continua a chiamarsi Jacob Pullen: l’ex Barcellona è indemoniato, con Turner e Bulleri riallarga la forbice fino al nuovo +19 (83-64). C’è gloria anche per i giovani Morciano e Di Salvatore, finisce in trionfo, con Brindisi che vince il girone A e, alle Last 16, finisce nel girone I con i rumeni del Tg- Jiu, i belgi dell’Aalst e i kazaki dell’Astana.

Serviva l’impresa, invece, a Biella per far proseguire il sogno europeo, ma andare a sbancare Le Mans era davvero arduo per i pur coraggiosi ragazzi di Corbani. La sconfitta in Francia, e la conseguente vittoria dell’Anversa contro il Kotka, sancisce l’eliminazione per i piemontesi.
Sconfitta netta, 88-70, che lascia poco spazio ad ulteriori commenti, squadra fuori dal match per 30 minuti, poi la riscossa inutile nell’ultimo periodo, un break di 15-29 che serve a poco, se non a ridurre un gap che ha visto il Le Mans condurre anche di 25 lunghezze.
Applausi comunque per una squadra di A2 Gold che si è misurata bene su un palcoscenico europeo, sfiorando l’accesso al turno successivo.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author