Briosa Barcellona, a Omegna gara fondamentale

La Briosa Barcellona in campo nell’anticipo di sabato a Omegna. Giallorossi con la novità Pellegrino per cercare di agganciare in graduatoria una diretta concorrente per la salvezza. Una gara che, a questo punto della stagione, è di primaria importanza.

“Stiamo lavorando per inserire al meglio Pellegrino, arrivato ieri a Barcellona – ha affermato l’allenatore Maurizio Bartocci – A lui chiediamo una mano sotto canestro, essendo un giocatore di grande forza fisica e energia. La partita di Omegna per noi è delicatissima. Si tratta di uno scontro diretto che per noi rappresenta un test fondamentale. Dovremo dare il massimo in ogni parte del campo ed essere completi e solidi in ogni reparto per portare a casa un risultato che per noi è di vitale importanza. Speriamo di ricambiare ai nostri avversari il “favore” della gara d’andata, quando riuscirono a batterci a domicilio. Sarà una partita in cui l’aspetto nervoso avrà un peso fondamentale, specialmente tenendo in considerazione che l’incontro rappresenta un punto di svolta per entrambe le società”. Infine, il tecnico assicura: “Daremo il massimo per arrivare nelle condizioni migliori alla gara di sabato sera”.

Conscio dell’importanza della gara anche il neo arrivato Francesco Pellegrino, ingaggiato con la formula del prestito oneroso dalla Dinamo Sassari: “Per noi quella di Omegna è probabilmente la gara più importante del girone di ritorno – ha affermato il lungo siciliano – Proveremo a prendere questi due punti che per noi sono fondamentali, dal momento che i nostri prossimi avversari ci precedono in classifica di sole due lunghezze. Credo che abbiamo tutte le carte in regola per potercela giocare, dal momento che ho trovato uno spogliatoio determinato e solido. Al primo allenamento, mi sono reso conto della serietà dei miei compagni, intenzionati a dare il massimo per portare a casa questi due punti”. Pellegrino ha anche spiegato i motivi che lo hanno portato ad accettare l’offerta del Basket Barcellona: “E’ stata una scelta a livello professionale, ma non solo. Avevo bisogno di giocare con continuità e ho scelto di farlo nella mia Sicilia, dando una mano a una squadra della mia terra natia. So che la squadra non naviga in una posizione di classifica tranquilla e questo mi trasmette ulteriori stimoli. Mi piacciono le sfide e spero di poter vincere questa, a fine stagione”.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author