Buon esordio per la Sandretto Falconara, Bisceglie ko

Prove d’orchestra per la Sandretto Basket che vince al debutto in Serie B grazie a qualche acuto disseminato lungo lo spartito del match capace di scavare solchi decisivi e incolmabili per il volenteroso Lions Bisceglie. La squadra di Reggiani ci mette un tempo per superare le ansie e le emozioni del primo giorno di scuola, poi trova l’intensità giusta e la strada si fa subito in discesa. Un vantaggio costante assestato intorno ai 15-20 punti e per portare a casa i primi due punti non ci vuole poi molto: bastano le accelerate di Alessandri e Ruini, i colpi da fuori di Di Viccaro e Tessitore, la lotta in area di Maganza e Micevic e le mani morbide di Eliantonio e Pozzetti, e davanti alla coralità dei ragazzi di Reggiani i pugliesi si sciolgono presto e arrancano rimanendo sempre dietro.
Per l’esordio al Palaprometeo Estra “Liano Rossini” della Sandretto Basket si scomoda anche Gianmarco Tamberi, primatista del salto in alto e sempre grande amico del basket. La nuova grande casa dei falchetti incute forse timore eccessivo ai bianconeri di casa che nel primo quarto stentano fin troppo. Morbidi in difesa con i pugliesi che trovano il canestro con fin troppa facilità sia in penetrazione che da fuori. La gara rimane in equilibrio nei primi 10′ con locali avanti 14-9 al 5′ ma che subiscono i nerazzurri di Corvino capaci di arrivare fino al sorpasso (14-15). Alessandri chiude un balbettante primo quarto sul 19-17. Ma bastano due minuti di pausa per cambiare tutto. Dopo il nuovo sorpasso con tripla di Torresi, si innesca la macchina-Sandretto. La difesa comincia ad alzare i colpi ed è da li che parte il break di 16-2 che è come un pugno allo stomaco di Zanotti e compagni. Bisceglie fatica su ogni possesso, ne perde due-tre davvero elementari innescando il contropiede dei padroni di casa. Eliantonio, Alessandri, Pozzetti, Micevic e Ruini. Segnano un pò tutti per la Sandretto (35-22). E dopo il brodino di Torresi e Zanotti (35-26) la tripla di Capitan-Tessitore ed Eliantonio, lasciato appoggiare al vetro in solitudine nel cuore dell’area, la dicono lunga sullo stato delle cose. E non finisce qui perchè Falconara macina ancora fino al 47-28 prima di andare al riposo sul 49-34 ma soprattutto dopo aver tirato con l’80% da due punti (16/20).
Nella ripresa il copione è lo stesso. Chi si attendeva una reazione pugliese è rimasto tradito perchè la Sandretto gestisce il vantaggio ed è trascinata dalla coppia di lunghi che tutti vorrebbero avere. Maganza colleziona rimbalzi (alla fine doppia-doppia per il Mago) ed Eliantonio imperversa da fuori e dentro l’area ingaggiando un bel duello tra biondi con l’italo-polacco Listwon. A conti fatti i locali arrivano sul 60-41 dopo 4′, Bisceglie fa quello che può con Torresi e Gambarota (60-47), ma la Sandretto ha la capacità di addormentarsi per alcuni attimi e poi svegliarsi di colpo e ripartire. Dal +13 rieccola al +21 con la firma di Micevice e Maganza (69-48). Anche Pozzetti ci mette del suo, due “morbidoni” dalla media incrementano il fatturato fino al 73-50 prima del 73-52 dell’ultima pausa.
Al miracolo non ci spera neanche più uno come coach Valerio Corvino, uno che ha sempre fatto della grinta e determinazione le sue armi di battaglia. Bisceglie non segna più per i primi tre minuti e mezzo, nel frattempo la Sandretto non dilaga ma quasi. 80-52 dopo i liberi di Maganza e le zingarate in area di Ruini e Micevic. Giochi fatti anche per uno sport imprevedibile come il basket. La Sandretto allora si siede un pò e Bisceglie punta sull’orgoglio riemerge fino a uno svantaggio numericamente più accettabile. Alla fine ci sono gli applausi per tutti, gloria per gli under Battagli (bello debuttare il B a 19 anni nel giorno del proprio compleanno) e Sebastianelli (chissà se è stato contento di sbagliare la tripla che gli sarebbe costato vassoi di paste martedì…) e tutti a casa sul 93-67. Bella Sandretto a corrente alternata. Per ora può bastare così.

Sandretto Falconara Basket – Lions Bisceglie 93-67 (19-17, 49-34, 73-52)
Sandretto: Sebastianelli, Pozzetti 8, Ruini 6, Battagli, Alessandri 4, Di Viccaro 10, Maganza 13, Eliantonio 17, Micevic 19, Tessitore 16. All.Reggiani
Lions Bisceglie: Torresi 17, Gambarot 8, Buono 3, Listwon 15, Falcone, Cecchetti 12, Carnicella n.e., Ricchiuti n.e., Zanotti 10, Totagiancaspro 2. All.Corvino
Arbitri: Santilli di Recanati e Bartolini di Fano
Uscito per falli: Ruini

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author