Buon test per i Flying Ozzano contro Cento

BENEDETTO XIV CENTO – LA.CO. OZZANO 89 – 72
Parziali: (16-24; 19-19; 24-19; 30-10)

Alla prima uscita ufficiale in quel di Cento, nell’amichevole di prestigio svoltasi nell’ambito della pluricentenaria Fiera, i Flying e numerosi tifosi presenti rientrano a Ozzano con soddisfazione per la prestazione. Il risultato finale parla di un quarto vinto, uno pareggiato e due persi, ma al di là del risultato (non significativo in un periodo di preparazione…) ciò che ha convinto è stato l’approccio alla gara dei ragazzi di coach Federico Grandi.

La differenza di livello fisico contro una squadra attrezzata per essere protagonista in serie B è evidente,però si sono viste buone cose in attacco soprattutto dal nuovo acquisto Marcello Carretti che ha vissuto una serata “di casa”, e dal capitano “Teo” Gianasi che è sempre più trascinatore e leader di questo bel gruppo.

Nella prima e seconda frazione soprattutto i Flying hanno sorpreso Cento per l’aggressività difensiva con Verardi, Gianasi, Mini e Carretti in evidenza; mentre in attacco, come da indicazioni, si cerca subito il contropiede e in transizione giochi alto/basso e pick and roll a ritmi alti. Bene Guazzaloca in difesa, Rambelli già piuttosto preciso dall’arco. La squadra ha lavorato molto per cercare di trovare la giusta amalgama e conoscenza negli schemi di attacco e nelle rotazioni e regole volute dal coach in difesa. È stata anche l’occasione per dare minuti importanti a giocatori giovani come Ballestri e Castellari vogliosi di far vedere il loro valore.

Segnaliamo le assenze degli infortunati Rossi (lunedì sarà sottoposto a ulteriore eco per valutare i tempi di rientro che dovrebbe essere un paio di settimane ancora) e Teglia.

Soddisfatto, nel post partita, il coach ozzanese Federico Grandi: “Sono soddisfatto; avevo chiesto ai ragazzi due quarti di grande intensità e così è stato. Ovviamente non abbiamo ancora i 40 minuti nelle gambe, ma è normale a questo punto della preparazione. In più l’assenza per Riccardo Rossi (infortunato alla caviglia in settimana in allenamento, lunedì sarà sottoposto ad ecografia) ci ha accorciato ancora di più le rotazioni. Dobbiamo lavorare ancora tanto sul ritmo e sull’esecuzione dei giochi d’attacco, soprattutto a difesa schierata, e sulle rotazioni difensive”.

Tra gli “avversari” della Benedetto XIV, avanti nella condizione e con già precedenti amichevoli nelle gambe, segnaliamo su tutti la buona prestazione del capitano Caroldi e dei vari Contento, Fontecchio, Andreaus e Benfatto,davvero un’ottima squadra ben allenata che siamo certi vedremo ai vertici del suo girone di serie B.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author