Buonissima prestazione, ma non si ferma la capolista

Insieme alla sfida contro Montecatini regala una delle sue partite più belle della stagione e davanti a una splendida cornice di pubblico (oltre 600 i presenti): tre quarti di alto livello capaci di mettere in difficoltà la prima della classe. Nella 14a giornata di campionato l’Oleggio Magic Basket esce sconfitta da casa propria nel derby contro la Fulgor Paffoni Omegna 66-74, dopo aver condotto per oltre 25 minuti ed essere rimasta poi punto a punto.

Nota lieta la pioggia di peluche che ha invaso il campo dopo il primo canestro, consegnati al termine dell’incontro all’associazione Casa Alessia Onlus.

Mamy in campo con Resca, Testa, Dri, Gallazzi e Petrosino, Omegna con Simoncelli, Dagnello, Gasparin, Arrigoni e Corral. Il primo canestro è opera di Gasparin, ma Dri risponde subito con una bomba che apre un primo mini divario a firma di Gallazzi (7-2). Omegna trova davanti a sé una difesa serrata che le consente pochi tiri tanto che sul 15-7 (tripla di Resca) è Ghizzinardi a richiamare i suoi. Dagnello prova a ridurre, ma il gioco degli Squali risulta molto più fluido e Dri e Testa chiudono i primi dieci minuti con un buono scarto (21-14). Hidalgo attacca il ferro, un Testa scatenato (con solo un minimo limite nei falli) segna il vantaggio in doppia cifra (26-16). Omegna prova più volte, ma le conclusioni sono infelici, anche dalla lunetta e Hidalgo in area non si fa “prendere” (29-17), anche se Gasparin pronto nel posto giusto fa prima un canestro e poi gira anche in lunetta, ma arriva Resca con le sue solite triple (31-20) e Testa, su palla recuperata, va deciso al ferro segnando così anche il massimo vantaggio della partita (33-20). Sono Dagnello e Corral a portare punti, ma Resca e Dri tengono le distanze (37-27).

Alla ripresa nei primi minuti la storia non cambia, Omegna trova più conclusioni, ma il duo Dri/Resca continua a fare sognare (43-30). E’ una tripla di Simoncelli ad aumentare l’intensità della partita e sono cinque giri in lunetta, dati anche da un tecnico fischiato a Passera, a dare la parità agli ospiti a 4 minuti e 43. Resca e Hidalgo tengono vivi i compagni, a 2 e 17 dalla fine la Paffoni mette per la prima volta il naso avanti (46-48), Arrigoni centra la tripla, ma Petrosino mantiene un solo possesso di distanza (48-51). Ultimi dieci minuti di battaglia, dove gli ospiti dimostrano di essere pronti a tenere il ritmo elevato e provano ad allungare e i padroni di casa si rivelano in grado di tenere testa alla prima della classe. Simoncelli e Villa allungano (48-56), ma Hidalgo e il capitano dimostrano che la squadra è ancora ben presente (52-60), Resca prova con una sua tripla dall’angolo ma non va e così Corral segna la doppia cifra di vantaggio (52-64), ricucita però da Gallazzi e Resca (57-66). Sul 47-72 di Corral spazio a Florio e Marchetto, ma è Testa con sei punti in fila a tenere almeno minimo il divario e Dri fa l’ultimo canestro (66-74).

Oleggio Magic Basket – Fulgor Omegna: 66-74 (21-14; 37-27; 48-51)
Oleggio: Resca 15, Dri 20, Hidalgo 8, Testa 14, Florio, Calzavara, Colombo 1, Gallazzi 6, Marchetto, Petrosino 2. All. Passera.
Omegna: Simoncelli 17, Dagnello 13, Fratto, Villa 3, Corral 15, Gasparin 16, Arrigoni 10, Realini, Barberis, Bianchi ne. All. Ghizzinardi.

Elena Mittino Responsabile Ufficio Stampa

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author