Campionato al via, l'Erogasmet Crema ospita l'Aurora Desio

Manca ormai poco all’esordio nel campionato di serie B per la Pallacanestro Crema, che continua il suo sodalizio con l’Erogasmet. La squadra, affidata da questa stagione a coach Massimiliano Baldiraghi, ospiterà domenica alle 18 al PalaCremonesi, l’Aurora Desio, squadra anch’essa neopromossa, che già diverse volte ha incrociato le armi con i biancorossi in serie C.

I brianzoli, che hanno confermato l’allenatore della promozione Davide Villa, hanno deciso di mantenere diversi elementi reduci dalla serie C, con l’aggiunta di alcuni giocatori utili ad affrontare al meglio il passaggio di categoria, soprattutto nel reparto lunghi. La firma di Filippo Poletti può essere considerato il colpo più importante per Desio che si è assicurata i servizi di un pivot con un passato importante anche in categorie superiori e che fin dalle prime amichevoli sta dimostrando di poter dare un ottimo contributo in fase realizzativa. Altra aggiunta importante è l’ala-pivot argentina Luciano Masieri, giocatore di grande esperienza, molto tecnico e capace di giocare anche lontano da canestro. La terza aggiunta nel reparto lunghi è Davide Bossola, già avversario dell’Erogasmet lo scorso anno con Saronno, con cui ha raggiunto la semifinale playoff.

Il reparto esterni conta sulle capacità offensive del capitano, il playmaker Matteo Marinò, giocatore con diverse soluzioni per fare male alle difese avversarie sia in penetrazione che dalla distanza. Altro giocatore che la difesa biancorossa dovrà tenere d’occhio è la guardia Matteo Motta, classe 1992, che l’anno scorso è stato attore importante nella promozione dell’Aurora con 15 punti di media a partita. L’ala piccola titolare potrebbe essere Edoardo Gallazzi, esterno di 2 metri, capace di fare la differenza in entrambi i lati del campo.

Completano il reparto il playmaker Gianmarco Gatto, ritornato a Desio dopo un discreto anno a Bernareggio in serie C, e i confermati Mirko Meregalli e Alessandro Esposito, classe 1997 e nel giro della nazionale giovanile, giocatori capaci di dare un buon contributo dalla panchina.

L’Erogasmet è attesa da una sfida probabilmente sul filo dell’equilibrio in cui i particolari e l’amalgama raggiunto in questi primi mesi di lavoro potrebbero fare la differenza.

Sarà importante per la formazione di Baldiraghi, opposta ad una formazione dalle spiccate doti offensive, mantenere basso il punteggio ed altissima l’intensità difensiva. Da seguire soprattutto lo scontro sotto le plance tra Poletti e Zanella, mentre una serata di intenso lavoro attende Cardellini e Manuelli, deputati a limitare la genialità di Marino’.

 

Alberto Zani

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author