Candussi game winner, gli Stings battono al PalaBam la capolista Virtus Bologna

Giusto una settimana fa parlavamo della bellezza e crudeltà dello sport che tanto amiamo. Nella scorsa gara di campionato Treviso aveva beffato gli Stings all’ultimo secondo, ieri la tripla di Candussi, che si è insaccata a 0,1 secondi dalla sirena finale, ha mandato in estasi il PalaBam mettendo KO la capolista Segafredo Virtus Bologna.
Primo quarto di grande intensità con la Dinamica Generale particolarmente ispirata da tre punti con Corbett e Daniels. Gli emiliani faticano a far girare il pallone in attacco e gli errori di Lawson da sotto di certo non aiutano. Giachetti infila la quarta tripla in 5 minuti e i biancorossi sono già a +7 (15-7). Dal timeout di coach Ramagli la Virtus esce rigenerata, soprattutto con Umeh e Lawson che riportano sotto le V Nere. L’attacco degli Stings si fa macchinoso e crollano le percentuali e ciò favorisce il rientro degli ospiti che chiudono il primo quarto sotto di 3 punti (18-15 al 10’).
Nel secondo periodo cala l’intensità e le difese si chiudono. I virgiliani sbagliano tanto da tre punti, mentre Bologna continua a far girare bene il pallone coi suoi pick&roll. Pur col quintetto giovane della Virtus, con Penna, Oxilia e Pajola, la Dinamica non scappa e si mantiene a sole tre lunghezze di distacco dagli avversari. E’ Daniels a rompere gli equilibri con la prima tripla del secondo quarto che dà il +8. Penna risponde subito dall’arco, ma nell’ultima azione Giachetti si mette in proprio e trova la bomba del definitivo 35-29.
La ripresa viene inaugurata dalla tripla di Amici. La Dinamica Generale appare sin da subito più pronta a rimbalzo e più ispirata nelle azioni offensive, mentre la Segafredo fatica notevolmente a rendersi pericolosa con Umeh e Spissu ancora sotto tono (2 e 0 punti rispettivamente fino a questo momento). Gli Stings vengono trascinati sul loro pubblico prima fino al +15 poi fino al +21 (58-37 al 25′). Da qui Bologna cambia registro ritrovando con più costanza la via del canestro. La Dinamica abbassa l’intensità e Umeh e Rosselli suonano la carica portando la Virtus a -13 in vista degli ultimi 10 minuti (60-47 al 30′).
La Virtus continua ad alimentare la propria striscia positiva con i biancorossi che improvvisamente sembrano essersi inceppati. Umeh e Spissu giocano ad un’altra velocità rispetto alla difesa avversaria e vengono persi continuamente negli 1vs1. Spissu porta clamorosamente gli ospiti in vantaggio sul 66-67 a tre minuti dalla fine. Candussi segna da sotto il canestro del controsorpasso, ma la Virtus torna avanti. Casella porta sul 74 pari gli Stings ad un minuto dal termine. Nell’ultima azione Bologna difende bene, ma la palla arriva a Candussi che spara e realizza da 3 punti il canestro della vittoria a fil di sirena.

Dinamica Generale Mantova-Virtus Segafredo Bologna 77-74
(18-15; 35-29; 60-47)
Dinamica Generale Mantova: Amici 20, Candussi 15, Daniels 9, Corbett 13, Giachetti 10, Casella 7, Vencato 1, Gergati, Bryan 2, Timperi, Rinaldi n.e., Albertini n.e.. All. Martelossi
Virtus Segafredo Bologna: Rosselli 15, Spissu 13, Umeh 12, Oxilia, Lawson 16, Michelori 9, Pajola 1, Penna 3, Spizzichini 5, Petrovic n.e., Berti n.e.. All. Ramagli

Fonte: Ufficio stampa Dinamica Generale Mantova

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author