Cantù, a Cremona contro una Vanoli disperata

Penultima trasferta della stagione per la MIA Cantù che, dopo aver raggiunto matematicamente la salvezza con il successo interno di sabato scorso contro Pistoia, affronterà domani alle ore 18.15 al PalaRadi di Cremona (diretta su Milanow, canale 191 del digitale terrestre) una Vanoli che ha assolutamente necessità di conquistare i due punti per conservare le speranze di rimanere in Serie A.

GLI AVVERSARI

I bianco- azzurri di coach Paolo Lepore, che ha sostituito nel mese di dicembre il suo capo allenatore Cesare Pancotto, hanno vissuto una stagione negativa e si trovano al momento all’ultimo posto in classifica a quota 14 punti, a quattro lunghezze di distanza dalla Consultinvest Pesaro.

Cremona, che tre settimane fa sembrava essersi rilanciata in ottica salvezza espugnando proprio il campo di Pesaro, è però incappata in due sconfitte consecutive in casa contro la Germani Basket Brescia e, sabato scorso, in trasferta ad Avellino. In Campania la squadra lombarda si è arresa per 85 a 78 alla Sidigas nonostante i 21 punti del play Darius Johnson- Odom.

Il quintetto

La Vanoli ha modificato la coppia di playmaker rispetto alla gara di andata sostituendo lo statunitense Tu Holloway con il connazionale Darius Johnson- Odom  e il giovane Andrea Amato con l’italo- argentino Matias Ibarra e ha inoltre recuperato l’esterno italo- americano Matt Carlino che aveva saltato la sfida di Desio per un infortunio muscolare alla coscia sinistra.

Play titolare dei bianco- azzurri è l’ex canturino Darius Johnson- Odom che, arrivato nella “Città del Torrazzo” a inizio del mese di febbraio dopo aver iniziato il campionato al Banco di Sardegna Sassari, è subito diventato il miglior marcatore della formazione di coach Lepore con 17,4 punti di media a partita a cui aggiunge 4,1 assist di media ad “allacciata di scarpe”.

Al suo fianco gioca la coppia di americani composta dalla guardia Paul Harris, reduce dalla grande prestazione di Avellino chiusa in doppia doppia con 14 punti e ben 13 rimbalzi, e dalla confermata ala, ex Pesaro e Brindisi, Elston Turner, in doppia cifra con 10 punti di media a match.

Sotto le plance Cremona può contare sull’ala statunitense TaShawn Thomas, non al meglio per una leggera distorsione alla caviglia, ma fondamentale per la Vanoli con i suoi 9,3 punti e 7,2 rimbalzi di media a gara, e sul centro italiano Paul Biligha, che sta disputando la stagione della consacrazione con 11,3 punti e 5,3 rimbalzi di media a sfida.

La panchina

Coach Lepore ha a disposizione una panchina sicuramente interessante. Play di riserva è l’esperto italo- argentino Matias Ibarra, arrivato in bianco- azzurro alla fine del mese di febbraio da Ferrara, in Serie A2.

Cambiano gli esterni il tiratore americano, di passaporto italiano, Matt Carlino, prezioso con i suoi 7,1 punti e 2,2 assist di media a partita, e il friulano Fabio Mian, che al suo terzo anno nella “Città del Torrazzo” sta facendo registrare 6 punti di media a match.

Le rotazioni dei lunghi sono garantite dall’ex Jakub Wojciechowski, temibile dall’arco dei tre punti come confermato dai suoi 5,3 punti di media a gara con un ottimo 47,4% dall’arco, e dal centro Raphael Gaspardo, che assicura alla sua squadra 5,1 punti e 2,5 rimbalzi di media a sfida.

LA SITUAZIONE DELLA MIA

Unico assente nelle fila della MIA sarà l’esterno Alex Acker, fermo per una lesione muscolare di primo grado al soleo della gamba destra. Non si segnalano altri problemi per coach Recalcati che schiererà, come già avvenuto nella gara contro Pistoia, il lungo sloveno Uros Slokar.

I PRECEDENTI

Sono quindici i precedenti tra Pallacanestro Cantù e Vanoli Cremona con un bilancio nettamente favorevole alla MIA che si è imposta in undici occasioni.

La situazione è invece più in equilibrio se consideriamo solamente le gare giocate nella “Città del Torrazzo” dove i bianco- blu hanno ottenuto 4 vittorie contro le 3 della Vanoli. Cantù non espugna però il PalaRadi da ben tre stagioni (l’ultimo successo esterno dei brianzoli risale al 10 marzo del 2013 con la Lenovo di Andrea Trinchieri che si è imposta per 87 a 78 grazie ai 20 punti di Nicolas Mazzarino).

Il massimo punteggio tra le due formazioni è stato raggiunto nell’annata 2009/ 2010, ossia all’esordio di Cremona in Serie A, con l’allora NGC Medical che ha vinto in trasferta per 104 a 103 al termine di un tempo supplementare.

Il maggior divario per i brianzoli è invece stato fatto registrare nel 2012/2013 con Cantù che alla Mapooro Arena ha sconfitto la Vanoli per 87 a 60.

Molto recente lo scarto più ampio per Cremona. Nella scorsa stagione la squadra allora allenata da Cesare Pancotto ha superato in casa l’Acqua Vitasnella per 95 a 85.

La MIA si è aggiudicata la gara di andata, disputata lo scorso  27 dicembre al PalaBancoDesio, per 72 a 71 grazie a 2 tiri liberi di Zabian Dowdell a pochi secondi dalla sirena e alle ottime prestazioni di JaJuan Johnson e Craig Callahan, autori rispettivamente di 20 e 17 punti.

GLI EX

Sono due gli ex della sfida di domani e si trovano entrambi nelle fila della Vanoli.

Il play Darius Johnson- Odom, arrivato a Cremona nel mese di febbraio, ha debuttato in Italia due anni fa proprio con la maglia bianco- blu. DJO ha disputato un’ottima stagione con l’Acqua Vitasnella di coach Sacripanti chiusa con 14,4 punti e 4,1 assist di media in Serie A (raggiungendo i quarti di finale contro l’Umana Reyer Venezia) e 15,7 punti e 3,4 assist di media in Eurocup (qualificandosi anche in questo caso ai quarti di finale contro l’Unics Kazan).

Il lungo della formazione di coach Lepore, Jakub Wojciechowski, ha invece militato nella Pallacanestro Cantù nello scorso campionato prima di trasferirsi a Cremona. “Kuba” ha fatto registrare nella sua esperienza con l’Acqua Vitasnella 4,3 punti e 2,6 rimbalzi di media a partita.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author