Cantù chiude il girone di andata al secondo posto per italiani in campo

È una Red October Cantù molto italiana quella allenata da coach Marco Sodini, sesta in classifica al termine del girone di andata della Serie A PosteMobile. La formazione biancoblù, dopo quindici giornate di campionato, è seconda in tutta la lega per l’utilizzo dei giocatori italiani. Sorpassata, dunque, la Germani Basket Brescia che nelle scorse settimane era alle spalle della capolista Virtus Segafredo Bologna. Bolognesi ancora al comando di questa speciale classifica con un minutaggio degli italiani che supera i 1700 minuti, 1712 per l’esattezza, su 3025 totali. Formazione bianconera che difficilmente verrà raggiunta dalle inseguitrici nel corso della stagione grazie all’ampio minutaggio di Pietro Aradori, dei fratelli Gentile (Alessandro e Stefano), di Klaudio Ndoja e di Filippo Baldi Rossi. Red October attualmente seconda in Serie A con un impiego dei giocatori italiani pari a 1411 minuti, su 3025 di squadra, Brescia sul gradino più basso del podio con 1394’ su 3000 totali. Nelle rotazioni di coach Sodini gli atleti italiani vengono utilizzati con una percentuale del 46.6%, di poco superiore al 46.4% della squadra bresciana. Virtus molto più staccata con un notevole 56.6%. L’italiano più utilizzato da coach Sodini è il lungo della Nazionale azzurra Christian Burns, sul parquet quasi 31’ di media, a referto con 14.3 punti e 9.6 rimbalzi. Secondo per impiego in campo un altro azzurro, Andrea Crosariol, rientrato nel giro della Nazionale grazie al nuovo commissario tecnico Meo Sacchetti. 27’ di media per Crosariol, il quale realizza 9.2 punti e cattura 4.8 rimbalzi di media. Il terzo italiano più impiegato dalla Red October è l’esterno veronese David Cournooh, al quale coach Sodini riserva ampio spazio nonostante non parta in quintetto. Dalla panchina, il classe 1990 gioca in media 21.5’, con 7 punti, 1.8 rimbalzi e 2.7 assist di media.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author