Cantù, Hayes: "La competizione nella lega è grandiosa. Qui mi sento a casa"

Nonostante gli allenamenti siano momentaneamente sospesi, in casa Pallacanestro Cantù si è deciso di coinvolgere ugualmente i giocatori biancoblù, a disposizione dei tifosi canturini per rispondere a domande e curiosità. Nella giornata di ieri, infatti, sulla pagina ufficiale Instagram @pallcantu, il club ha deciso di lanciare un’iniziativa volta a conoscere più a fondo alcuni dei suoi atleti, partendo da Kevarrius Hayes, il quale ha risposto alle migliori domande ricevute con una serie di simpatici video-messaggi. Dalla passione smisurata per la carbonara alle emozioni vissute con la maglia della S.Bernardo-Cinelandia, in quella che per il 23enne americano è la prima esperienza non solo in Italia e in Europa, bensì anche nei professionisti. Di seguito il resoconto dell’iniziativa denominata “#AskHayes”:

 

Domanda di @albe_mo
Che idea avevi sull’Italia prima di arrivarci?
«Prima di arrivare a Cantù in estate non sapevo cosa aspettarmi ma sapevo Cantù fosse un buon club e che l’Italia fosse il luogo ideale per disputare la mia prima stagione da rookie»

 

Domanda di @mattiar_2210
Dopo metà stagione qual è il tuo giudizio sul campionato italiano?

«Dopo che più di metà della stagione è conclusa posso dire di essermi divertito molto: la competizione nella lega è grandiosa, così come lo sono i giocatori, tutto è molto carino»

 

Domanda di @the_anza

Qual è il tuo momento preferito che hai vissuto da quando sei a Cantù?

«Posso dire che i momenti migliori con la maglia di Cantù li ho trascorsi con i tifosi, sinora dove ho giocato ho sempre trovato tifosi fantastici, anche al college. Qui mi sento come fossi a casa»

 

Domanda di @tommasoo_brennaa
Il tuo piatto preferito?

«Il mio piatto preferito italiano è la carbonara, non c’è niente di meglio di questa. Il mio piatto preferito americano invece è “Macaroni and Cheese”. Il formaggio è il migliore! Nessuno può dire diversamente!»

 

Domanda di @tommasoborghi_

A che videogioco giochi con Burnell?
«Io e il mio amico Jason Burnell giochiamo sempre insieme a “Call of Duty”, come adesso che stiamo giocando alla modalità ‘war zone”

 

Domanda di @guybrush30
Ciao “Special K”! Come descriveresti la tua emozione quando, in altro nell’aria, raggiungi il pallone per una stoppata?

«È davvero difficile descrivere esattamente che sensazione provo quando faccio una stoppata. Quando salto in aria e stoppo…mi sento soddisfatto perché ho fatto il mio lavoro»

 

Domanda di @aurelio_catapano_
Quale squadra tifi in NBA?

«Se dovessi scegliere una squadra di basket per la quale fare il tifo, al momento direi quella dei New Orleans Pelicans: sono giovani e hanno tanto potenziale per crescere, sono la nuova generazione».

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.