Cantù, le Final Eight passano dalla sfida contro l'Orlandina

Domenica 7 gennaio al “PalaBancoDesio” arriva l’Orlandina di coach Gennaro Di Carlo e dell’assistente allenatore Nicola Brienza, grande ex della partita. Quest’ultimo, nello staff tecnico della Pallacanestro Cantù per 17 anni (dal 1999 al 2004 nelle giovanili e dal 2004 al 2016 in prima squadra), vinse una Supercoppa italiana nel 2012 come assistente di coach Andrea Trinchieri, lasciando un ottimo ricordo ai tifosi canturini prima di approdare in Svizzera, accettando l’incarico di capo-allenatore dei Lugano Tigers nell’estate del 2016.

Quello di domenica, palla a due alle ore 12:00 (diretta su Eurosport Player, radiocronaca su Radio Cantù FM 89.600 e radiocantu.com), sarà il confronto numero 13 tra Cantù e Capo d’Orlando, che in passato si sono sfidate 12 volte. Brianzoli avanti nei precedenti con 7 successi, contro i 5 dei siciliani. Il bilancio casalingo sorride alla Red October, che tra le mura amiche ha vinto quattro volte su sei incontri disputati. Bilancio in parità, invece, nei confronti in Sicilia con tre vittorie per parte in sei gare giocate. La vittoria di Cantù con lo scarto più ampio (+28) risale a due stagioni fa, prima giornata del girone di ritorno datata 17 gennaio 2016, quando l’Orlandina si arrese al “Pianella” 84 a 56. Top scorer del match l’ex biancoblù Walter Hodge con 18 punti e 6 assist,

La Red October di coach Marco Sodini arriva al match, valido per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A PosteMobile, con un bilancio di sei vittorie e sette sconfitte in tredici gare disputate, l’ultima persa sul campo della Grissin Bon Reggio Emilia. Cantù, dunque, attualmente a quota 12 punti in classifica, al nono posto davanti all’Orlandina, poco più indietro con due punti in meno (5-8). Betaland ko nel turno precedente contro i campioni d’Italia in carica dell’Umana Reyer Venezia, in casa, 59-91 il finale del “PalaFantozzi”.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author