Cantù si spegne troppo presto, Sassari vince la prima 94-80

Prima giornata di campionato a Sassari arriva Cantù dopo un estate molto calda e una Dinamo al secondo impegno stagionale, dopo la Supercoppa, dovrà ancora fare a meno di Bamforth e Hatcher.

1°QUARTO – Avvio abbastanza positivo per Cantù con la coppia USA molto ispirata Smith, 9 punti e Culpepper (5) gli unici a segnare i primi 14 punti dei brianzoli. Sassari con un approccio un pò morbido si affida a Levi Randolph, 6 per l’ex Avellino con 3/4 da 2. Sono gli ospiti a chiudere davanti il primo quarto con una lunghezza di vantaggio, sfruttando una buona circolazione di palla offensiva finalizzata dai suoi esterni.

2°QUARTO – Partita che rimane equilibrata in cui gli attacchi hanno la meglio sulle difese, parte meglio Sassari con un parzialino di 7-0 sfruttando il riposo forzato di Smith e Culpepper nelle file lombarde, Pierre e Jones sono una presenza costante nel pitturato in cui fanno voce grossa, per il lungo ex Avellino sono già 10 i rimbalzi a metà gara. Ma Cantù rimane a contatto col rientro di Smith, primo giocatore a scollinare sopra la doppia cifra, 15 per lui all’intervallo. Punteggio Sassari 47 Cantù 45

3°QUARTO – Al rientro è una Dinamo molto più concentrata e intesa, le maglie difensive si stringono e l’attacco canturino comincia a far fatica, i padroni provano la fuga con l’accoppiata Polonara e Spissu 14 punti in 2 che portano i sardi sul massimo vantaggio di +17 sul 69-52. Gli ospiti si affidano al solito Smith e Burns ma è troppo poco per stare in partita contro la Dinamo al PalaSerradiMigni, e i biancoblù chiudono sul +14 il terzo quarto.

4°QUARTO – Cantù non rientra più in campo e getta la spugna troppo presta, l’ultimo quarto è utile solo per aggiornale le statistiche con un Jones partita monster condita da 19 punti e 17 rimbalzi e Smith che conquista il primo ventello italiano, con 22 punti, miglior realizzatore dell’incontro. Punteggio finale: Sassari 94 Cantù 80

Commenta
(Visited 145 times, 1 visits today)

About The Author

Marco Papini Marco, 28 anni, diplomato in ragioneria e istruttore di 1°grado FIT. Seguo il basket da circa 8 anni tifoso dell'Olimpia e dei Denver Nuggets.